Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallamano- Noci troppo forte, anche per una buona Puliverde Crotone. Al PalaKro finisce 22-24

Pallamano- Noci troppo forte, anche per una buona Puliverde Crotone. Al PalaKro finisce 22-24

Puliverde Crotone – Pallamano Noci: 22 – 24  (risultato pt: 9 – 11)

 

PULIVERDE CROTONE: Cortese, Liotti 1, Perri 12, Lonetto 1, Gentile, Pedullà 2, Mariano 5, Palermo, Vrenna, Fiorenza, Malerba 1, Lo Guarro, Calabrò, Gigliarano. All.: Cusato.

 

PALLAMANO NOCI: Potone, Guagnano 1, Malena 2, Degiorgio F. 6, Laera A. 4, Laera V. 7, Parisi 2, Spinozza 1, D’Aprile , Degiorgio I. , Ritella , De Finis 1, Faglianelli , Parliteni . All.: Iaia.

 

ARBITRI: Pane di Lamezia Terme e Caglioti di Catanzaro

 

 

Non è bastata una buona Puliverde Crotone per arginare la strapotenza di una Pallamano Noci formato promozione. Gli ospiti ipotecano il passaggio del turno espugnando il Palakro con una vittoria di misura, ma molto utile in chiave ritorno. Al Crotone sabato 25 aprile servirà un’impresa, la squadra infatti dovrebbe vincere sul campo avversario con almeno tre gol di vantaggio tutti gli altri risultati tagliano fuori la compagine crotonese dalla corsa per la promozione in serie A2. La Puliverde ha affrontato probabilmente la squadra più forte dell’intero campionato ed ha avuto un po’ di soggezione specie in avvio di partita. Non ha giocato al massimo della sue potenzialità ed il Noci da squadra esperta e tecnicamente molto valida ne ha saputo approfittare al momento giusto. Qualche pecca è emersa nell’impianto di gioco del Crotone. La difesa non è stata eccezionale, in troppe occasioni gli ospiti sono arrivati a tu per tu con il portiere di casa Luigi Cortese. Se il passivo è stato contenuto è principalmente grazie a lui che ha parato anche l’impossibile dicendo no in numerosissime occasioni. Si è preso anche il lusso di parare due rigori. Un grande portiere sicuramente sprecato per la serie B. In attacco invece le note più dolenti. A differenza della formazione ospite il Crotone non è riuscito a sfruttare le fasi di superiorità numerica al contrario del Noci che in queste fasi ha invece costruito la vittoria. Inoltre in troppe occasioni si è cercato l’uno contro uno a discapito del gioco di squadra. Un po’ presuntuoso vista la difesa schierata dal Noci. Per il ritorno servirà una partita perfetta e probabilmente potrebbe non bastare, ma bisogna provarci, è un obbligo.

Intanto l’impresa l’ha compiuta la formazione under 16 la scorsa settimana laureandosi per l’ennesima volta campione regionale. Troppo forte la formazione del tecnico Massimo Cusato che ha stradominato il campionato, sfiorando ruolino perfetto. Il Crotone infatti ha vinto tutte le partite e ne ha persa solo una, un incidente di percorso che non ha scalfito una stagione perfetta. Inoltre il tecnico può ritenersi molto soddisfatto visto che moltissimi degli elementi della formazione under 16 hanno fatto l’esordio in prima squadra, ma ha avuto anche la lungimiranza di far esordire elementi della formazione under 12 in quella under 16. Insomma cosa chiedere di più?