Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Arrigoni illude il Cosenza: 1-1 a Ischia. La serie utile si allunga a nove risultati

Arrigoni illude il Cosenza: 1-1 a Ischia. La serie utile si allunga a nove risultati

di Valter Leone – Arrigoni illude poi un rigore di Infantino firma il pari. Il Cosenza torna imbattuto dalla trasferta di Ischia e allunga la serie utile a nove partite. Torna a subire un gol Ravaglia dopo ben 459′.

Nell’Ischia Chiavazzo preferito a Massimo mentre in porta conferma per Giordano nonostante il ritorno del capitano Mennella. Sull’altro fronte Roselli oltre alla lunga lista di indisponibili decide anche di non rischiare Caccetta il quale si accomoda in panchina. Agli squalificati Bondett e Calderini, il tecnico rossoblu ha dovuto rinuncia agli infortunati Criaco, Cesca, Tortolano, Sperotto e Serpieri. Per cui tante le novità: Zanini titolare nel ruolo di esterno destro basso mentre Corsi torna in mezzo al campo a fianco di Arrigoni, per il resto gli annunciati della vigilia. Parte bene l’Ischia che al 5′ tenta la conclusione dalla distanza con un pallonetto di Bruno; poco dopo (8′) è Ciotola a tenere in apprensione la difesa rossoblu da posione defilata. Al 10′ l’occasione per la squadra di Maurizi di passare in vantaggio: giocata di Infantino per Ciotola il quale serve Bulevardi che da buona posizione colpisce la traversa. Ma alla prima occasione il Cosenza pasa: Chiavazzo stende Statella a limite dell’area, calcia la punizione Arrigoni e Giordano è battuto. La replica dell’Ischia affidata a un colpo di testa di Infantino debole (23′), una sventola di Ciotola alla quale si oppone con il corpo Carrieri (41′) e nel finale di tempo con Sirignano dal limite.

A inizio ripresa De Angelis si divora il gol che potrebbe chiudere la gara: si invola in contropiede ma il suo sinistro viene deviato in angolo da Giordano con i piedi. Maurizi butta nella mischia Schetter che va a fare il trequartista con Milessi che arretra sulla mediana da mezzala sinistra al posto di Armeno. Cambia anche Roselli: fuori Fornito, dentro Caccetta ma è subito pareggio: miracolo di Ravaglia su Ciotola, sulla ribattuta Tedeschi mette giù Infantino per il rigore che lo stesso attaccante trasforma. Pareggio e Ravaglia battuto dopo 459′. La replica dei Lupi affidata a un colpo di testa fuori misura di Cori su punizione di Arrigoni. Lo stesso attaccante innescato da De Angelis al 22′ cerca il pallonetto in corsa. È l’Ischia che preme perché un successo potrebbe riaprire decisamente il discorso salvezza. E Infantino su assist di Ciotola al 34′ si divora il vantaggio: Ravaglia para in tuffo da due passi. Al 39′ il tentativo di Statella alto. Nel primo minuto di recupero Giordano toglie dalla testa di Cori un pallone invitante. Ma va bene così: la salvezza adesso è davvero in tasca.

ISCHIA 1

COSENZA 1

ISCHIA (4-3-1-2) Giordano; Finizio, Impagliazzo, Sirignano, Bruno; Bulevardi (dal 37′ s. t. Verachi), Chiavazzo (dal 23′ s. t. Massimo), Armeno (dall’8′ s. t. Schetter); Millesi; Infantino, Ciotola. In panchina: Mennella, Formato, Alvino, Fumana. Allenatore: Maurizi.

COSENZA (4-4-2) Ravaglia; Zanini, Tedeschi, Carrieri (dal 2′ s. t. Magli), Ciancio; Fornito (dal 13′ s. t. Caccetta), Arrigoni, Corsi (dal 42′ s. t. Chidichimo), Statella; Cori, De Angelis. In panchina: Saracco, Novello, Falbo, Trombino. Allenatore: Roselli.

ARBITRO Perotti di Legnano

MARCATORE Arrigoni (C) al 18′ p. t.; Infantino (I) su rigore al 15′ s. t.

NOTE spettatori 1200 circa. Ammoniti Sirignano, Armeno, Infantino, Chiavazzo, Bruno, Millesi, Caccetta. Angoli 4-5 (3-1 p. t.). Recupero: p. t. 1′; s. t. 4′.