Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Palmese – Caso “Lopresti”,il Consigliere Comunale Rocco Surace non voterà il bilancio.

Palmese – Caso “Lopresti”,il Consigliere Comunale Rocco Surace non voterà il bilancio.

di Sigfrido Parrello – Il caso “Lopresti” adesso rischia di far saltare definitivamente gli equilibri in seno alla maggioranza comunale guidata dal Sindaco dott. Giovanni Barone. Grosse novità infatti arrivano dal Consigliere Comunale di maggioranza Rocco Surace, delegato allo sport che, dopo essersi adoperato per la ristrutturazione del leggendario “Lopresti”, adesso ha deciso di voltare pagina “schierandosi” apertamente contro la sua stessa maggioranza in Consiglio Comunale. Nemmeno la vittoria del campionato di Eccellenza, il ritorno in serie D dopo 27 anni e il record nazionale di punti ottenuti dalla Palmese, non hanno smosso le coscienze dell’Amministrazione Comunale palmese. Dunque non si sa quando inizieranno i lavori per la messa in posa del manto sintetico al “Lopresti” con la consapevolezza che, se entro il 31 maggio del 2015 (tra pochissimo) l’iter burocratico per la gara d’appalto  non sarà definito, il mutuo automaticamente si annullerà. Pertanto, la Palmese giocherà il prossimo campionato di serie D lontana da casa.

Queste le dure dichiarazioni arrivate attraverso un comunicato stampa diramato dal Consigliere Comunale Rocco Surace: “Dopo avere constatato che da parte dell’Amministrazione Comunale di Palmi, nonché dai funzionari preposti (in primis l’ingegnere Antonino Scarfone che a tutt’oggi non ha redatto il progetto), non vi è la volontà -per motivi pretestuosi ed infondati- di dare corso all’aggiudicazione dell’appalto dei lavori per il manto erboso del campo sportivo “Lopresti” di Palmi, rischiando di fare giocare la squadra, neo-promossa in serie D, in altro comune, arrecando grossi danni economici e di immagine alla città e alla società rischiando addirittura di perdere (come già accaduto in passato quando un finanziamento della Provincia di euro 260.000,00 che è stato rispedito al mittente per incapacità di progettazione).

Il finanziamento attuale -continua Rocco Surace, Consigliere di maggioranza delegato allo sport- di  350.000,00 Euro erogato dell’Ente Regione Calabria, su impegno dell’Assessore Regionale Alfonso Dattolo, per la contrazione di mutuo finalizzato allo scopo di cui sopra, contratto in data 24/12/2014 con la Cassa Depositi e Prestiti con relativa delibera di Giunta e piano d’ammortamento vistato dalla ragioneria del Comune di Palmi. La considerazione sul metodo deficitario Amministrazione/Uffici è lampante in quanto a tutt’oggi gran parte delle opere iniziate risultano ferme e probabilmente quelle che verranno cantierate sicuramente finiranno con contenziosi in danno del Comune di Palmi e quindi della collettività.

Mi preme ricordare -continua Surace- che in occasione della votazione del bilancio 2014 (passato in Consiglio con il minimo dei voti), avevo preannunziato il mio distinguo, così come avvenuto più volte, ove non si fossero verificati chiari segni di cambiamento sia in Giunta, che nell’organizzazione degli uffici. Più volte l’anarchia ti taluni Uffici sono stati da me sottoposti all’attenzione sia della Giunta che del Segretario Generale dottoressa Caterina Saffioti, ma senza esito alcuno. Tutto ciò premesso, per le ragioni su esposte, permanendo le condizioni di cui sopra, comunico il mio voto contrario al bilancio previsionale dell’anno in corso. Dando, pertanto, a tale comunicazione un rilievo politico, di chiara presa di distanza da un’Amministrazione Comunale che, così operando, non appare più utile al paese, non riuscendo a garantire nemmeno l’ordinaria attività e diligenza degli Uffici preposti.