Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Palmese, il d.s. Sorace: “Capolavoro merito di tutti. Derby con la Reggina? Probabile”

Palmese, il d.s. Sorace: “Capolavoro merito di tutti. Derby con la Reggina? Probabile”

di Pasquale Romano – Schiacciasassi. Due i campionati che si sono disputati in contemporanea nel torneo di Eccellenza. Al normale svolgimento della competizione, si é affiancata la solitaria e impetuosa cavalcata della Palmese. La promozione in serie D (matematica a parte) era cosa fatta dopo pochi mesi. Un pareggio e una sconfitta a ´disturbare´ un cammino chirurgico,  fatto di 26 vittorie in 28 gare. Rendimento mostruoso, a poche curve dal termine della stagione é il momento dei bilanci. Angelo Sorace, d.s. della Palmese, divide equamente i meriti per il campionato memorabile: “Il gruppo é stato la nostra forza principale. Il capolavoro riuscito é opera di tutti, il presidente Carbone, mister Salerno, la squadra e l´ambiente. Racchiudere il segreto in una parola? Dico ´Armonia´”.

Tutto ha funzionato a meraviglia, un marchingegno a orologeria che non ha permesso intrusioni: “Ma non si pensi a un campionato semplice -assicura Sorace a Sport Strill- squadre come Vibonese e Isola Capo Rizzuto ci hanno dato filo da torcere. La qualitá del nostro gruppo, unita all´estrema professionalitá, ci hanno assicurato un meritato salto di categoria”. Palmese di nuovo in serie D, il progetto non si interrompe ma ha bisogno di sostegno: “Il presidente Carbone da solo non puó andare avanti, ha giá fatto notevoli sacrifici in questi anni. Per vedere una Palmese competitiva in serie D serve l´aiuto dell´imprenditoria locale, questa cittá merita una categoria importante. Il mio futuro? Se ne parlerá al termine del campionato, io spero di rimanere”.

Palmi isola felice di una Calabria dal rendimento sportivo alterno. Crotone la massima espressione, in Lega Pro Vigor Lamezia, Cosenza e Catanzaro sono quantomeno in linea rispetto alle previsioni: “Magari il Catanzaro avrebbe sperato in qualcosa di piú, le altre due invece possono dirsi soddisfatte. Speriamo il Crotone riesca a rimanere in B, la Calabria deve avere almeno una squadra tra i cadetti”. E´la Reggina invece la portabandiera delle deluse, da reggino Sorace si dice dispiaciuto ma non sorpreso: “La squadra costruita non mi ha mai convinto, purtroppo dico da tempo che questa squadra avrebbe fatto fatica a salvarsi. Il derby con la Palmese invocato ironicamente dai tifosi? Dispiace dirlo ma credo sia un´eventualitá concreta”.