Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Calcio – Il Cosenza verso la finale di Coppa Italia con un solo dubbio

Calcio – Il Cosenza verso la finale di Coppa Italia con un solo dubbio

di Valter Leone – Pasquetta di lavoro per il Cosenza. E sotto la pioggia. All’orizzonte l’appuntamento con la storia, ovvero la Coppa Italia di Lega Pro. Mercoledì alle ore 18.30 a Como la partita d’andata della finale (il ritorno mercoledì 22 a Cosenza alle ore 20.45) e Roselli chiede massima attenzione. Torello, corsa leggera, il discorso dell’allenatore, scambio palla veloce e partitella finale. A bordo campo il solo Fornito che ha svolto lavoro differenziato. Il talentuoso centrocampista di Trebisacce è comunque squalificato, così come Corsi per cui entrambi salteranno la sfida del Sinigaglia.
In campo ci sarà il migliore Cosenza possibile: quasi certamente in porta i8l titolare Ravaglia; in difesa, da destra verso sinistra, Zanini, Tedeschi, Carrieri e Ciancio; a centrocampo Criaco a destra e Tortolano a sinistra (comunque in ballottaggio con Statella), in mezzo la coppia Arrigoni-Caccetta. In avanti dovrebbero giocare Calderini e Cori. Queste le indicazioni emerse dall’allenamento sul terreno in sintetico del Marca, seguito dai soliti irriducibili tifosi che anche nel giorno della Pasquetta non si sono persi la seduta dei loro beniamini.
La squadra partirà domattina di buon ora (alle 7) destinazione Como, mentre l’allenatore Roselli salterà la consueta conferenza stampa della vigilia. Le sue dichiarazioni di presentazione del match in una intervista rilasciata al sito ufficiale del club rossoblu.
In ogni caso il Cosenza a Como vorrà proseguire sulla scia positiva che sta caratterizzando gli ultimi due mesi di campionato, con la squadra imbattuta da 8 partite. Una difesa super con soli 2 gol subiti nelle ultime 9 partite (quello di Bernardo del Catanzaro al 1’ del secondo tempo al Ceravolo e quello firmato Di Carmine al 6’ st in Juve Stabia-Cosenza 1-1) e il portiere Ravaglia imbattuto in campionato da 399’. È chiaro che i Lupi cercheranno di tornare dalla trasferta di Como con almeno un pareggio per poi sfruttare il fortino San Vito (con Roselli nessuna sconfitta in 12 partite ma 7 vittorie e 5 pareggi) nel match di ritorno.