Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza-Savoia: pareggio senza gol Attaccanti imprecisi, portieri super

Cosenza-Savoia: pareggio senza gol Attaccanti imprecisi, portieri super

di Valter Leone – Di buono c’è che il Cosenza allunga la serie positiva a 8 partite senza sconfitte. E poi mantiene il San Vito imbattuto da quando c’è Roselli. E ancora: un pareggio contro il Savoia (veramente poca cosa) significa che la a questo punto non è minimamente in discussione. I Lupi avrebbero potuto sbloccare nel primo tempo ma l’imprecisione la fa da padrona. E sui titoli di coda protagonisti di due portiere che mantengono lo 0-0 iniziale.

L’ampio turnover annunciato alla vigilia trova conferme. Cosenza nuovo di zecca con Blondett centrale al fianco di Tedeschi e Zanini sull’out sinistro; a centrocampo Fornito e Tortolano sono gli esterni, in avanti la coppia Calderini-Cori. Più Cosenza sin dalle battute iniziali con Calderini e Fornito che creano la scompiglio dalle parti di Gragnaniello. Al 9′ ancora Calderini per Tortolano pallone in angolo. Tre minuti e proprio Tortolano innesca un contropiede, serve Blondett la cui conclusione finisce a lato anche se Calderini era meglio piazzato. Poi un colpo di testa di Cori parata da Gragnaniello. Al 16′ la replica del Savoia affidata a Boilini ma Ravaglia è attento. Ancora Cosenza con una girata di Fornito (18′) deviata in angolo. Al 24′ arriva l’occasione giusta per sbloccare: Calderini serve Tortolano tutto solo il quale si fa anticipare in angolo dal portiere campano in uscita. Finale di tempo di marca campana con Riccio (31′) che tutto solo spreca una occasionissima davanti a Ravaglia il quale poco dopo respinge a mani aperte una conclusione di Scarpa dal limite (34′).

La ripresa comincia con il Savoia più volte pericoloso davanti a Ravaglia che al 4′ si oppone a una sventola di Verruschi; al 7′ un cross di Boilini dalla destra chiama il portiere alla respinta bassa. È al 13′ che la squadra di Papagni potrebbe passare: cross di Verruschi dalla sinistra, sponda di Cremaschi per Ferrante che sparacchia alto da dentro l’area. In due minuti la reazione del Cosenza: Calderini in area ma Cori viene anticipato, sugli sviluppi del calcio d’angolo assist di Criaco ma il centravanti silano spedisce il pallone in curva. Poco dopo la mezzora da un calcio di punizione di Arrigoni nasce un assist per Tortolano il quale tutto solo davanti a Gragnaniello conclude debolmente e il portiere può smanacciare. Il portiere campano protagonista poi su De Angelis il quale mira il primo palo. Di Piazza al 41′ viene fermato dalla coppia Tedeschi-Blondett. Appena cominciato il recupero ancora Tortolano spedisce a lato ma subito dopo Ravaglia fa il miracolo su Di Piazza.

COSENZA 0

SAVOIA 0

COSENZA (4-4-2) Ravaglia; Corsi, Tedeschi, Blondett, Zanini; Fornito (dal 4′ s. t. Criaco), Arrigoni, Caccetta (dal 33′ s. t. Statella), Tortolano; Calderini (dal 24′ s. t. De Angelis), Cori. In panchina: Saracco, Ciancio, Carrieri, Cesca. Allenatore: Roselli.

SAVOIA (3-4-3) Gragnaniello; Vosnakidis, Riccio, Sirigu; Cremaschi, Boilini, Saric, Verruschi; D’Apollonia (dal 41′ s. t. Partipilo), Ferrante (dal 17′ s. t. Di Piazza), Scarpa (dal 31′ s. t. Pizzutelli). In panchina: Volturo, Checcucci, Sanseverino, Mercadante. Allenatore: Papagni.

ARBITRO Dionisi di L’Aquila

NOTE paganti 1.046, abbonati 325, incasso 12.287 euro. Espulso Calderini al 25′ s. t. dalla panchina; ammoniti Blondett, Caccetta. Angoli 8-1 (4-1 p. t.). Recupero: p. t. 1′; s. t. 3′.

Leggi anche:

Roselli: ‘Contano le motivazioni ma sono soddisfatto del Cosenza’

Blondett: ‘Soddisfatto per il mio ritorno Cosenza sempre più vicino alla salvezza’