Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – La Palmese batte la Paolana (4-3) e dedica il record a Raffaele Corsale

Calcio – La Palmese batte la Paolana (4-3) e dedica il record a Raffaele Corsale

di Sigfrido Parrello – S. PALMESE 1912 (4-3-3): Caputo, Sinicropi (35’st Curcio), Misale (95), Cordiano, Tedesco, Andiloro (96), Foderaro, Torchia (95), Angotti (23’st Vallone), Corsale, Fabio (10’st Piemontese). Nania (95), Giacco (96), Arcuri (96), Mascaro. Allenatore: Rosario Salerno 10.

S. PAOLANA 1922 (4-4-2): Sesti (96), Bruno , Cinello (95), Pierri (95), Mirabelli, E. Filippo, B. Filippo (96), Del Popolo, Fabio Longo, Salandria, Maio. A disposizione: Zicaro (97), Bennardo (97), Esposito (98), M. Perri (98), Trombetta (98), Bruno (98), Felicetti (97). Allenatore: Vittorio Perrotta.ARBITRO: Emanuele Franco di Locri 6 (collaboratori: Mario Minniti di Reggio Calabria 6 e Paolo Tavella di Reggio Calabria 6).

ARBITRO: Fabrizio Critelli di Catanzaro 6 (assistenti: Cesare Padovano di Reggio Calabria 6 e Davide Romeo di Reggio Calabria 6).

 

ARBITRO: Emanuele Franco di Locri 6 (collaboratori: Mario Minniti di Reggio Calabria 6 e Paolo Tavella di Reggio Calabria 6). 

 

.
A disposizione: Caputo, Arcuri, Vallone, Musumeci. All. Salerno
MARCATORI: 19’pt Torchia (Pal), 33’pt e 36’pt Fabio Longo (Pao), 39’pt Angotti, 29’st Salandra (Pao), 35’st Foderaro (Pal. rig.), 45’st Corsale (P).  

NOTE: spettatori 800 circa (una settantina i supporters gemellati paolani). Pomeriggio soleggiato. La temperatura segnava 16 gradi. Ammoniti: E. Filippo, F. Longo (Pao). Espulso: Piemontese (Pal) al 30’st per proteste. Calci d’angolo 5 a 2 per la Palmese. Recupero: 1’pt; 2’st.

Il goal del 4 a 3 lo ha firmato Raffaele Corsale. Raffaele sta vivendo un dramma familiare. In settimana ha scoperto che la moglie (stanno insieme da 11 anni e sono sposati da 1) è affetta da una patologia seria. Non doveva venire a giocare Palmese – Paolana per stare vicino a lei ma la stessa, insieme al dott. Di Maria, Primario del Reparto di Ematologia dell’Ospedale di Aversa dove è in cura, gli hanno chiesto di scendere in Calabria, giocare e magari segnare un goal, così come poi è successo, da dedicare a lei. Il ragazzo, dopo la rete che è valsa la vittoria e il record assoluto di punti per la Palmese, a fine partita è scoppiato in lacrime. Tutta i calciatori della Palmese insieme alla Società tutta, gli si è stretta attorno affettuosamente.

Raffaele Corsale dedica questo gol partita alla sua amata moglie che da poco ha iniziato a lottare una dura battaglia. Tutti noi siamo vicini a Corsale e alla sua famiglia. Insieme a lui e a tutta la squadra pregheremo affinché la battaglia della moglie possa concludersi con una bella vittoria, così come è abituato a fare Raffaele nella sua vita.

UFFICIALE: IL RECORD NAZIONALE E’ DELLA PALMESE:
Tutti noi siamo vicini a Corsale e alla sua famiglia. Insieme a lui e a tutta la squadra pregheremo affinché la battaglia della moglie possa concludersi con una bella vittoria, così come ci ha abituato a fare Raffaele nella sua avventura in neroverde!

La capolista già in serie D dal primo marzo e dopo ben 27 anni, con la vittoria ottenuta contro la Paolana al leggendario “Lopresti”, tocca quota 79 punti e supera il record detenuto dalla Villese nella stagione 2004/2005. La Palmese del Presidente Pino Carbone, infatti, è diventata la squadra statisticamente più forte d’Italia, dalla Serie A ai campionati d’Eccellenza nazionali. L’ultracentenario club neroverde ha di fatto conquistato il record assoluto con una media punti di 2,81 a partita, frutto di 26 vittorie, un pareggio ed una sconfitta in 28 gare disputate. La U.S. Palmese 1912 (matricola numero 69288) di mister Rosario Salerno vanta il miglior attacco (68 reti realizzate) e la miglior difesa (solo 16 goal subiti). +21 punti di distacco dalla Vibonese seconda in classifica e quindicesima vittoria consecutiva. Una marcia strepitosa! …mai più prigionieri D un sogno…Palmi è in serie D. E bon! Inizio modulo

LA VILLESE E’ BATTUTA. E’ LA PALMESE LA PIU’ FORTE D’ITALIA: era la Villese allenata da Franco Viola (il Presidente di allora era Pietro Bertuca, in difesa giocava Ugo Napolitano) che, nel campionato 2004/2005, riuscì nell’impresa di tagliare il traguardo ottenendo la bellezza di 78 punti collezionando addirittura 24 vittorie consecutive nelle prime 24 giornate di campionato (in totale quella Villese ottenne 25 vittorie, 2 sconfitte e 3 pareggi, gol fatti 59, subiti 19). La Villese vinse anche anche la Coppa Italia regionale e la Supercoppa regionale. Tuttavia, nella stagione seguente non potè disputare il campionato di serie D a causa della mancata iscrizione.

GEMELLAGGIO RECORD: Da record è anche il lunghissimo gemellaggio (29 anni) che lega due tra le più passionali tifoserie dell’intero panorama calcistico calabrese (nato attraverso i “Boys Palmi 78” e i “Fedayn Paola 77”). Anche in questa occasione infatti, lo storico gemellaggio (il più antico della Regione) ha vissuto un’altra splendida pagina di sport con le due tifoserie unite nello stesso settore ad incitare Palmese e Paolana. Un esempio di mentalità ultrà, di tifo e di fratellanza che può fare solo il bene del gioco del calcio. Ventinove anni e non sentirli per i supporters paolani e neroverdi che nel corso dell’intervallo hanno fatto il giro del campo tra gli applausi del pubblico del leggendario “Lopresti”. Ma prima ancora, già da sabato, ragazzi di Paola sono giunti a Palmi accolti dai fratelli palmesi per trascorrere insieme questa straordinaria storia di due tifoserie gemellate. Ma di questo fantastico gemellaggio ne parleremo in seguito. Abbiamo deciso di dedicare a Raffaele Corsale queste poche righe:

DA CASERTA A PALMI. RAFFAELE CORSALE ILLUMINA LA PALMESE:

Tra i protagonisti della promozione vi è anche un casertano che a gennaio ha accettato la proposta del Presidente Pino Carbone, completando la ciliegina sulla torta della corazzata Palmese. Non è cosa di tutti sposare una causa che dista ben 471 chilometri dal luogo in cui risiedi; distanze impossibili che avrebbero disorientato in molti ma non Raffaele Corsale. Il fantasista nato il 17 ottobre del 1981 a Casagiove (un paese di tredici mila abitanti della provincia di Caserta in Campania), ha dato quel tocco in più in quanto a classe. Corsale è il  biglietto da visita del talento cristallino ex regista di Casertana, Real Marcianise, Cavese, Turris, Savoia, Cassino e primavera del Bari. E’ stato il vero colpo di mercato degli svincolati: arrivato dal Cassino dove ha interrotto il suo rapporto con la compagine laziale per motivi personali, il talentuoso centrocampista casertano si è immediatamente integrato nella Palmese e nella zona nevralgica del campo.

LA MAGIA DI RAFFAELE: estro e fantasia che sono state unite per regalare alla platea della Palmese un goal da cineteca. Una prodezza balistica stupenda che ha permesso all’ultracentenario club della Piana di espugnare il terreno di gioco della Vibonese, e mettere in cassaforte definitivamente il discorso serie D. Un tiro di prima intenzione dai quaranta metri che ha lasciato di stucco tutti ed ha generato l’entusiasmo generale dei suoi compagni e dei supporters neroverdi. Un goal di quelli che valgono da soli il prezzo del biglietto. Quarto sigillo personale per Raffele, dopo quello rifilato al Brancaleone, al GalicoCatona ed ora alla Paolana, che ha convinto il Presidente Carbone, semmai ce ne fosse bisogno, che non poteva esserci acquisto più azzeccato. All’epoca disse di lui il Team Manager Antonio Mazzei: “Raffaele è un calciatore importante. Ha qualità ed esperienza. Porta con sé la giusta mentalità”.