Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile, A1: Cosenza vince a Firenze e centra la salvezza

Pallanuoto femminile, A1: Cosenza vince a Firenze e centra la salvezza

Firenze PN – Città di Cosenza Tubisider 10-11 (3-1,3-4,3-3,1-3)

Firenze PN: Ventriglia, Rorandelli, Settonce(2), Colaiocco(1), Mina, Lapi(2), Sorbi(2), Stefanini, Curandai(1), Pustynnikova(2), Baldi, Ignaccolo. Allenatore: Tempestini.

Città di Cosenza Tubisider: Nigro, Citino, Gallo, De Cuia, Vitaliti(3), Gil Sorli(4), Garritano(1), Nicolai, Arancini(3), Zaffina, Motta, D’Amico, Manna. Allenatore: Andrea Posterivo.

Arbitri: Alfi e Taccini.

Note: Colaiocco e Curandai (Firenze PN), Motta(Città di Cosenza Tubisider) uscite per limiti falli. 13 falli a favore Firenze Pallanuoto, 12 falli a favore Città di Cosenza Tubisider.

E’ fatta. La Città di Cosenza Tubisider al suo primo campionato di A1 femminile ha centrato e con merito la salvezza, una straordinaria impresa per la “matricola” cosentina. Complimenti al presidente Giancarlo Manna, al direttore tecnico Roberto Fiori, al dirigente Salvatore De Mari, agli sponsor Amministrazione Comunale e Tubisider, al tecnico Andrea Posterivo, alla squadra, ai tifosi, per avere creato una sinergia che è riuscita a dare i suoi frutti.

A Firenze, ultima tappa della stagione regolare, la compagine allenata da Andrea Posterivo ha superato 11-10 la formazione di casa, chiudendo così con una bella vittoria, finendo in classifica a tredici punti e aggiudicandosi tutti e quattro gli scontri diretti con SIS Roma e Firenze Pallanuoto, anche questa una bella soddisfazione.

In Toscana è stata partita vera, con entrambe le squadre che hanno puntato a superarsi, il Firenze Pallanuoto per lasciare la serie A1 con un risultato positivo, la Città di Cosenza Tubisider per concludere in bellezza e alla fine così è stato per la compagine calabrese. L’impegno, la volontà di fare bene, la crescita costante, hanno ripagato tutti del lavoro portato avanti. Gioisci Città di Cosenza Tubisider, la serie A1 è ancora tua e lo hai meritato.