Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Serie D – Trocini lancia il Rende: “L’obiettivo adesso è il secondo posto”

Calcio, Serie D – Trocini lancia il Rende: “L’obiettivo adesso è il secondo posto”

di Valter Leone – La salvezza, che poi era l’obiettivo di inizio stagione, è un discorso chiuso da tempo. Il Rende adesso guarda a qualcosa di più intrigante: il secondo posto, migliore posizione possibile in ottica play off. Con l’obiettivo di arrivare fino in fondo: vista l’aria che tira nella Lega Pro dove un giorno sì e l’altro pure arrivano deferimenti, farsi trovare pronti a un eventuale ripescaggio diventa un altro ambizioso obiettivo. Ed ecco che nelle ultime sette partite di campionato, l’allenatore Trocini chiede il massimo al suo gruppo: nel corso della rifinitura in vista del derby con la Nuova Gioiese di domani al Lorenzon alle ore 15, l’allenatore non ha lasciato nulla al caso. Anche i dettagli più insignificanti, in questa fase della stagione potranno risultare determinanti. “Un campionato da mettere in cornice, di questo ne sono certo. Adesso – ammette Trocini – di fronte a noi si presenta l’occasione per andarci a prendere un altro obiettivo, magari la scorsa estate nemmeno nei nostri pensieri: ce la andiamo a giocare. Il secondo posto è alla nostra portata e faremo di tutto per centrarlo”.

Ci tiene anche la società, la quale sta lavorando con scrupolo all’eventuale opportunità che si potrebbe presentare da qui a qualche mese. È chiaro che la scaramanzia gioca un ruolo determinante in questo finale di stagione, però nessuno si tira indietro. E la fiducia nel lavoro dei dirigenti, si rispecchia sul campo dove il gruppo ce la mette tutta per seguire le indicazioni dell’allenatore. “La Nuova Gioiese merita grande rispetto: è una delle squadre più in forma del momento, non perde da dieci partite (incluso il recupero con il Montalto, ndc) e si avvia a festeggiare una salvezza meritata. Una squadra difficile da affrontare ma ritengo che la mia squadra se gioca per come sa fare, può centrare la vittoria. Ci sarà bisogno della massima attenzione, di affrontare la partita con il piglio giusto”.

Il Rende sta dimostrando una continuità impressionante. Nelle ultime 20 partite soltanto 2 sconfitte, una dopo l’altra: quella in casa della Frattese e al Marco Lorenzon nello sfortunatissimo scontro diretto con il Neapolis; periodo in cui la formazione ha vinto 13 partite, pareggiate 5 e appunto le 2 sconfitte. Una lunga rincorsa dopo un inizio certamente non dei migliori: per tutto il ritiro la diatriba con l’amministrazione comunale e il rischio concreto di non scendere in campo, 4 sconfitte, 2 vittorie e un pareggio nelle prime 7 partite.

Una volta ritrovata la giusta serenità, sono emerse tutte le qualità del gruppo ma soprattutto di un allenatore giovane ma con qualità indiscusse. E adesso la possibilità di arrivare alle spalle della corazzata Akragas. Ma in casa non bisognerà più “steccare”, già da domani con la Nuova Gioiese. Gruppo al completo, eccetto l’assenza di Simone Caruso fuori per infortunio. Per cui spazio al consueto 4-3-3 con Federico Caruso, ex Reggina, punta centrale mentre ai suoi lati agiranno due tra Gigliotti, Zangaro e Simeri. Un dubbio anche a centrocampo dove Benincasa sarà il play davanti alla difesa con Adriano Fiore a destra e uno tra Piromallo e Marchio a sinistra. Nessun dubbio per quel che concerne la difesa: davanti a De Brasi da destra verso sinistra giocheranno Ruffo, Musca, Ginobili e Crispino.

20150328_113120