Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 – Prosegue l’esilio del Catanzaro: giallorossi contro la corazzata Carlisport Cogianco

Calcio a 5 – Prosegue l’esilio del Catanzaro: giallorossi contro la corazzata Carlisport Cogianco

Ancora “esilio” per il Catanzaro C5 Stefano Gallo, che sabato giocherà il suo penultimo match casalingo stagionale nuovamente al palazzetto di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio (ore 21), quindici giorni dopo la splendida vittoria contro l’Acireale. Anche questa volta lo spettacolo sarà assicurato, con i giallorossi che, ormai matematicamente salvi ma con tanta voglia di stupire, riceveranno la “corazzata” Carlisport Cogianco, seconda in classifica a -3 dall’Atletico Belvedere. La formazione romana, investita da un recente cambio tecnico, è stata costruita per vincere il campionato e ha al suo interno ben otto top player brasiliani pluridecorati e con esperienze in serie A1, senza dimenticare Luca Ippoliti, campione d’Europa con la maglia azzurra nel 2003. Tra i laziali in dubbio Ruben, mentre per il Catanzaro out Iozzino (operato alla bocca in settimana) e molto probabilmente (a meno di un miracoloso recupero) Juninho, il cui ematoma al polpaccio non è ancora guarito. Sulla via del recupero Devincenzi, ma il suo impiego non è certo, ritorno nei dodici invece per Frangipane, protagonista mercoledì di una buona prova con l’Under 21.
«Siamo in piena emergenza – ha dichiarato mister Andrea Lombardo – e ciò rende ancora più ardua l’impresa di fermare una formazione fortissima come la Carlisport Cogianco. Everton, Paulinho, Borsato, Richartz, Boaventura, Teixeira, Ruben se recupererà e Lucas, per me il più pericoloso tra i nostri prossimi avversari, senza dimenticare il campione d’Europa Ippoliti, tutti giocatori ambidestri e che possono trovare la giocata da un momento all’altro. Dovremo essere perfetti difensivamente e anche in pressione. Per il resto è vero, il nostro obiettivo stagionale è stato raggiunto matematicamente, ma la Cogianco è sempre la Cogianco e siamo motivati e determinati a dare il massimo per fare bella figura davanti allo “squadrone” laziale».