Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallamano, Serie B – Per il TH Reggio Calabria un pareggio a Ragusa

Pallamano, Serie B – Per il TH Reggio Calabria un pareggio a Ragusa

Domenica 22 Marzo si è disputata a Ragusa la penultima giornata della fase ad orologio del campionato di serie B maschile, girone siciliano. In campo i padroni di casa del Crazy Reusia che hanno ospitato il Team Handball Reggio Calabria. Due i precedenti stagionali tra le formazioni, durante la prima fase del torneo, entrambi finiti in pareggio. Le due squadre si conoscono bene ed hanno dimostrato durante tutto il campionato di giocare una buona pallamano, mettendo in difficoltà anche le prime della classe CUS Palermo e Polimedical.
Il primo tempo viene giocato a ritmi blandi con le squadre che prediligono azioni lunghe e manovrate piuttosto che ripartenze veloci. Le difese reggono bene ed in attacco manca un pò di precisione da ambedue le parti. Il risultato rimane in bilico per tutta la prima frazione di gioco, si va al riposo sul risultato di 9 a 11 in favore del TH.
Il primo pallone della ripresa viene giocato dai ragusani che si portano sul meno 1 andando in rete con Noto. Immediata la replica del TH che, con un parziale di 1 a 5, riesce a distanziare gli avversari di 5 lunghezze dopo 10 minuti del secondo tempo. Sul punteggio di 11 a 16 la partita prende una piega già vista: come in occasione dell’ultimo incontro tra le due formazioni, il Reusia, sotto di 5 reti, riesce a riportarsi in parità alzando il ritmo della gara e sfruttando gli errori in attacco dei reggini. La partita si accende quando sul 19 a 19 il TH non trova la via della rete ed il Reusia con l’ennesimo contropiede si porta in vantaggio. Mancano meno di 4 minuti alla fine e Nisticò trova una rete fantastica andando ad infilare Tasca sotto l’incrocio dei pali. Attacco Reusia e goal, 21 – 20. Meno di 30 secondi alla fine e il TH, con un’azione manovrata, porta al tiro Lorenzo Ienuso che regala il pareggio ai suoi con la sua settima segnatura della partita. L’ultimo attacco è dei padroni di casa che si procurano un tiro di rigore poco prima che la sirena suoni. Sul dischetto si presenta Raniolo, autore di una prestazione sontuosa. Di fronte c’è il veterano Meskelindi, anche lui tra i protagonisti della partita fino a quel momento. Sarà il freddo portiere del TH ad essere sommerso dalla gioia dei compagni dopo il tiro dai sette metri. Grazie ad una parata super del suo portiere, il TH festeggia per un pareggio più che meritato. Rammarico per i ragazzi di Cappello che dovranno aspettare l’ultima gara contro il Girgenti per poter conquistare matematicamente la terza posizione nel girone.
Al termine di una gara ricca di emozioni, queste le dichiarazioni di capitan Grilletto, uno dei protagonisti del match: “Sarebbe stata una beffa enorme tornare a casa con una sconfitta, la partita, seppur equilibrata, ci ha visto sempre avanti nel punteggio tranne negli ultimi minuti di gara. Ci riteniamo comunque soddisfatti del risultato e dell’atteggiamento della squadra in questo campionato avvincente, che ci ha visto sicuramente protagonisti contro la maggior parte dei pronostici iniziali. Il mio particolare ringraziamento va al mister Frontera ed al nostro portierone Mohamed Meskelindi, che con il loro esempio e spirito di abnegazione testimoniano i veri Valori dello Sport”.
TABELLINO DELL’INCONTRO:
H. Crazy Reusia – T. H. Reggio Calabria: 21-21 (9-11)
H. CRAZY REUSIA: Aprile A. (2); Di Stefano D. (1); Garozzo G; Girasa S. (2); Noto G. (5); Raniolo G. (7); Scalone D. (3); Scarnato M.; Schembari D.; Schembari E.; Tasca R.; Ottaviano M. (1); Ragusa G.; Firrito J. All. Abignente
T.H. REGGIO CALABRIA: Angelone B.; Arcobelli A.; Barbarello A. (1); Casciano P.; Costarella F. (5); Grilletto D. (3); Ienuso L. (7); Ienuso P.; Meskelindi M.; Morabito A.; Nisticò G. (4); Sgrò A.; Tripodi S. (1). All. Frontera

AMMONIZIONI:
REUSIA – Garuzzo; Noto; Raniolo. T.H. – Barbarello; Casciano; Sgrò.
SOSPENSIONI 2 minuti:
REUSIA – Garuzzo; Girasa; Scalone; Ottaviano (2). T.H. – Ienuso L.; Nisticò; Sgrò.
ARBITRI: Giancarlo Savarese; Carmelo Boncoraglio.