Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley, Serie C femminile: la Yamamay Lamezia vince a Pizzo (2-3)

Volley, Serie C femminile: la Yamamay Lamezia vince a Pizzo (2-3)

COLACCHIO PIZZO – YAMAMAY LAMEZIA 2-3 17-25 25-20 25-22 23-25 16-18
COLACCHIO PIZZO: Sorrentino, Malerba, Umbro 15, Caridà, Virdò 21, A. Tuselli 3, Sorrenti 4, Agozzino 21, Torchia (L), Barone 4, Sergi, E. Tuselli. Allenatore: Tarzia Matteo
YAMAMAY LAMEZIA: De Sando, Oliveira Da Silva 25, Flores 3, Torcasio 8, M.L. Mercuri, Buonfiglio 22, C. Mercuri 10, Cirifalco 13, Spaccarotella (L). Allenatore: Rino Guzzo 2° Francesco Ferraiuolo
Arbitri: Serena Comunale di Messina e Pietro Agapito di RC
Note. Pizzo: Aces 6, Battute sbagliate 2, Muri vincenti 17, Totale attacchi vincenti 68, Totale errori punto 29. Yamamay Lamezia: Aces 9, Battute sbagliate 7, Muri vincenti 7,Totale attacchi vincenti 81, Totale errori punto 38

Si cominciano a tirare i remi in barca? Vista la prestazione offerta al Palarcobaleno sembra proprio di si. La formazione di Rino Guzzo sembra quasi cercare un periodo di riposo mentale dopo la conquista della Coppa Calabria che ha chiuso il positivamente il primo obiettivo stagionale. Obiettivamente c’era da aspettarselo un calo fisiologico per chi sta tirando la carretta fin dall’inizio, soprattutto, in considerazione dell’assenza di cambi che anche ieri hanno costretto il mister biancorosso a tenere in campo una Torcasio non ancora recuperata in pieno. I punti di vantaggio accumulati finora danno comunque garanzie e consentono anche di giocare gare non all’altezza, limitando al minimo i danni se non, addirittura, implementare il vantaggio come è successo ieri con la contemporanea sconfitta netta del L’Antico Casale a Castrovillari, ora ex vicecapolista in favore del Palmi.
In ogni caso la vittoria per le yamamyne è arrivata, su un campo difficile, e contro una squadra che vuole trovare la miglior posizione possibile per i play-off cercando di sfruttare al massimo il fattore campo.
Le padrone di casa, assente la Bianchini, si sono schierate con Tuselli al servizio, Sorrenti opposto, Virdò e Barone centrali, Umbro ed Agozzino di banda con Torchia libero. Guzzo, assente Ruberto, si schierava con Oliveira in diagonale con Flores, Torcasio e C. Mercuri di banda, Buonfiglio e Cirifalco di banda con Spaccarotella libero.
Il primo set è tutto un crescendo per la formazione biancorossa che non lascia praticamente giocare le avversarie. Sotto la spinta di Oliveira le yamamine arrivano ad avere il massimo vantaggio sul 11-23 prima di lasciare spazio ad una Pizzo che accorcia le distanze chiudendo con un onorevole 17-25.
Dal secondo set la gara diventa più interessante. Yamamay sempre avanti con piccoli break di 2-3 punti che le napitine puntualmente recuperano. Nel finale tre errori biancorossi danno il break decisivo al Pizzo che completa con un attacco di Umbro ed uno di Agozzino per portarsi in parità (25-20).
Parte meglio Pizzo nel terzo set; break di 7-1 che costringe Guzzo a chiedere subito time-out. Yamamay che comincia a rosicchiare punti su punti fino a capovolgere il set in proprio favore sul 19-20. Un erroraccio a muro delle lametine consente la parità alle padrone di casa che si esaltano e chiudono il set con Flores e compagne ancora con la testa a quell’errore.
A questo punto le padrone di casa ci credono ma la Yamamay non è disposta a lasciare sul campo più del necessario e nel quarto set prende un vantaggio iniziale (3-6) che Pizzo recupera, mettendo anche la testa avanti, ma nella seconda parte è sempre dietro ad inseguire il break di vantaggio ospite fino al 23-25 che porta le squadre al tie-break.
Quinto set con lametine avanti 3-5 e napitine che ribaltano fino al +2 al cambio di campo. Break di 5-1 della Yamamay, con tutti punti della Oliveira, e situazione ribaltata. Pizzo stringe i denti e cerca di resistere e vi riesce fino ad annullare tre match-ball prima di cedere 16-18.