Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Calcio – Roselli: “Il Cosenza a Messina avrà tutto da perdere”

Calcio – Roselli: “Il Cosenza a Messina avrà tutto da perdere”

di Valter Leone – Alle provocazioni si risponde con intelligenza. Che è quella che usa Roselli nella conferenza stampa nella quale si presenta il match di domani al San Filippo. “Ho letto, rientra tutto nella normalità. Fino a quando si parla di guerra sportiva, ci possono anche stare certe frasi…”. Non lo dice l’allenatore del Cosenza ma dagli spifferi che arrivano da Messina, pare di capire che i messaggi lanciati da Corona e compagni a tutto lascerebbero pensare tranne che a una guerra sportiva. È chiaro che non bisognerà cadere nelle provocazioni: sarebbe come accettare di scendere a un livello prettamente dilettantistico. Ancora Roselli. “Non dobbiamo metterci dalla parte sbagliata: noi siamo quelli che abbiamo molto da perdere, perché non siamo ancora salvi”.

L’analisi dell’allenatore dei Lupi sulla partita è la fotografia nitida di come le due squadre ci arrivano. “Il problema – sottolinea Roselli – è stata la vittoria del Cosenza contro il Lecce, tre punti che ci hanno portato in una posizione di classifica che definirei particolare. Mi spiego: centro classifica ma non salvi. Il Messina, invece, sta attraversando un periodo no per cui vivono questa partita in modo particolare”, insomma come una specie di ultima spiaggia. Almeno così dice la classifica. “Però leggo che la città si è ricompattata attorno alla squadra, poi c’è un nuovo allenatore: si sono create le condizioni per affrontare al meglio una partita nella quale, come dicevo, il Cosenza ha tutto da perdere. E non credo nemmeno al fatto che potrebbero essere decisivi i primi minuti, io dico che sarà una partita di grande sofferenza nel corso della quale non ci sarà da mollare per un solo attimo”.

Il Cosenza ci arriva ancora una volta con gli uomini contati: emergenza che ormai va avanti da oltre un mese. “È un periodo in cui sono sempre gli stessi calciatori che stanno scendendo in campo e anche nel corso della settimana siamo stati costretti a dosare gli allenamenti. Per fortuna rientra Cesca, altrimenti con le squalifiche di Cori e De Angelis sarebbe stato un bel problema lì davanti. Blondett? Viene con noi soltanto per fargli respirare l’atmosfera della prima squadra, non è ancora tra i disponibili. E comunque serve per arrivare a 18 assieme ai due ragazzi della Berretti che ormai sono in pianta stabile con noi”. È stata una settimana nel corso della quale Roselli conferma di avere lavorato più sotto l’aspetto mentale che fisico. “Ripeto: non siamo ancora salvi. Ci sarà bisogno di un’altra grande prestazione per fare un ulteriore passo in avanti vero l’obiettivo”.

I convocati sono 18: torna Blondett, conferma per Novello e Chidichimo della Berretti. Assenti gli infortunati Magli, Sperotto e Serpieri, oltre ai due squalificati Cori e De Angelis.