Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Eccellenza, Palmese rullo compressore. Standing ovation per Attilio Angotti. Bentornato!

Calcio – Eccellenza, Palmese rullo compressore. Standing ovation per Attilio Angotti. Bentornato!

di Sigfrido Parrello –Imperterrita la Palmese! La capolista già in serie D dal primo marzo (con ben sei turni d’anticipo e dopo ben 27 anni, stagione 87/88), non ha nessuna intenzione di fare sconti a nessuno è per questo anche il Castrovillari esce sconfitto dal leggendario “Lopresti”. I lupi del Pollino non azzannano e a Palmi ne prendono cinque consapevoli però che le possibilità di fermare la squadra più forte d’Italia dalla Serie A ai campionati d’Eccellenza erano poche. I neroverdidi mister Salerno adesso continuano nella conquista del record nazionale: cercare di concludere il torneo e tagliare il traguardo battendo ogni record. Dovesse terminare oggi il campionato infatti, l’ultracentenario club (1912) stabilirebbe un record assoluto stabilendo di fatto un record assoluto diventando la squadra più forte fra tutte quelle che vanno dalla Serie sino ai campionati d’Eccellenza con una media punti di 2,80 a partita.23 vittorie, un pareggio ed una sconfitta. Miglior attacco e miglior difesa. Più 18 punti dalla seconda ed una partita in meno (ad Acri il prossimo 25 marzo). Una marcia strepitosa!

CRONACA: primo tempo con la Palmese che tiene palla ed il Castro bravo a contenere. La capolista però si fa sotto è colpisce col suo capocannoniere Francesco Piemontese (21esimo centro stagionale) che di testa e su cross di Misale batte Barilaro che non riesce a trattenere il pallone. I cosentini provano a reagire ma sono imprecisi. Nella ripresa i rossoneri pareggiano al primo minuto con Amendola. Il numero nove del Castrovillari sfrutta un lancio in profondità e trafigge Nania per l’inaspettato pari. La regina del campionato reagisce alla grandissima: in soli due minuti il Castrovillari di Mario La Canna (squalificato) viene steso. Al 23esimo il capitanoCordiano con un potente destro da appena dentro l’area di rigore riporta i neroverdi del Presidente Pino Carbone in vantaggio e due minuti dopo, al minuto 25esimo, Marco Foderaro fa il terzo gol con un siluro dal limite dell’area di rigore. Uno-due micidiale che mette fine al viaggio di andata e ritorno del Castrovillari a Palmi. L’illusione è terminata per i ragazzi di mister Enrico Mazza e del diesse Mimmo Vacca. Di buono per i cosentini c’è solamente la nuova Società che dovrebbe riportare serenità a tutto l’ambiente rossonero oltre che garantire i rimborsi spesa dei calciatori compresi gli arretrati (quasi tre mesi) per cercare di portare il blasonato Castrovillari alla salvezza. Ma la gara continua con il gol più bello: la quarta rete infatti la realizza Attilio Angotti al 40esimo. Il “Lopresti” si esalta alzandosi in piedi per dedicare la standing ovation a colui che mancava dal rettangolo di gioco dal 28 settembre scorso (gara Brancaleone – Palmese, terza giornata). Quel giorno Attilio subì un bruttissimo infortunio. Stagione finita? Macchè!La voglia di Angotti di non mollare mai, l’affetto e la collaborazione di una grande Società quale la Palmese, consentirono a Angotti di riprendersi. Per lui una rete che porterà per sempre dentro il suo cuore. Bentornato Attilio. Per il 5 a 1 definitivo (la splendida “manita”) ci pensa ancora Cordiano.
Mai più prigionieri D un sogno…Palmi è in serie D. E bon!
IL TABELLINO:
US. PALMESE 1912 (4-3-3):Nania (95) 6, Andiloro (96) 6, Misale (95) 7, Cordiano (cap) 8, Dascoli 6, Mascaro 6, Foderaro 7, Crescibene 6 (14’st Fabio 6), Piemontese 7, Corsale 6 (41’st Curciosv), Saturno 6 (29’st Angotti 10). Caputo, Arcuri (95), Tedesco. Allenatore: Rosario Salerno 10.
U.S. CASTROVILLARI CALCIO 1921 (4-4-2):Barilaro 5, Storino (95) 5, Raiola (95) 5, Bria 5 (1’st La Barberasv), Scarlato 5 (cap)), Vitiritti 5, Naccarato 5, Donato5 (22’st Opokusv), Amendola 5, Lombardo5 (36’st Miceli (97sv), De Marco 5. A disposizione: Randazzo (97), Galantucci. Allenatore: Enrico Mazza 5.
ARBITRO: Salvatore Ranieri di Soverato 6 (collaboratori: Giuseppe Manes di Paola 6 e Fabrizio Cozza di Paola 6).
MARCATORI: pt32’Piemontese (P), 1’st Amendola (C), 23’stCordiano (P), 25’st Foderaro (P), 40’st Angotti (P), 44’st Cordiano (P).
NOTE: spettatori 1000 circa (una trentina i supporters rossoneri). Pomeriggio soleggiato. La temperatura segnava 17 gradi. Ammoniti: Corsale (P) al 20’pt. Calci d’angolo 7 a 1 perla Palmese. Recupero: 0’pt; 3’st. Osservato un minuto di raccoglimento per la morte di Luca Colosimo, 30 anni, l’arbitro deceduto domenica scorsa 8 marzo in conseguenza di un incidente stradale sulla tangenziale di Torino tra gli svincoli di Borgaro e Venaria sbattendo contro il guardrail.Colosimo stava rientrando a casa dopo aver arbitrato Spal-Prato in Lega Pro.