Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Il Cosenza a pranzo con il Lecce. E Roselli difende l’imbattibilità

Il Cosenza a pranzo con il Lecce. E Roselli difende l’imbattibilità

di Valter Leone – A pranzo con il Cosenza. Alle 12.30 fischio d’inizio della sfida con il Lecce, che per i tifosi rossoblu non è mai una partita qualunque. Una vecchia rivalità, accentuata da quel 14 giugno 1992 quando un gol di Maini cancellò il sogno della serie A lungamente accarezzato dai Lupi. Altri tempi. Una sfida che torna al San Vito a distanza di circa 12 anni: l’ultima volta il 31 maggio 2003, penultima giornata di campionato e successo dei salentini per 2-1 grazie alla doppietta di Vucinic, per il Cosenza segnò Gigi Lentini il momentaneo pareggio. Quell’estate il Cosenza poi venne cancellato dalla Figc e fu costretto a ripartire dai dilettanti. Comunque le partite con il Lecce hanno sempre un certo fascino, tant’è che la società ha indetto la giornata rossoblu per cui non saranno validi gli abbonamenti. In prevendita sono stato 1500 i tagliandi venduti, un bel numero se si considerano le presenze delle ultime settimane.

Se il Lecce continua a inseguire l’obiettivo dei play off, il Cosenza vuole centrare la salvezza togliendosi dalla bagarre il prima possibile. E il momento è decisamente positivo: nelle ultime quattro partite è rimasto imbattuto (2 vittorie al San Vito e 2 pareggi in trasferta) e vuole allungare la serie positiva. E po c’è sempre un altro dato che non va trascurato: con Roselli in panchina i Lupi non hanno mai perso al San Vito (6 successi e 4 pareggi). Insomma, si vuole dare seguito al momento magico, anche se c’è sempre da fare i conti con la lunga lista degli indisponibili. E tutti in difesa: Magli, Sperotto, Blondett e Serpieri. Tra i disponibili c’è Zanini in quale parte dalla panchina, per cui si va verso una linea a quattro che vedrà assieme gli stessi titolari delle ultime uscite con Corsi a destra, Tedeschi e Carrieri centrali, Ciancio a sinistra.

Due novità a centrocampo rispetto al mini turnover di mercoledì a Castellammare di Stabia: sugli esterni si riprendono la maglia da titolare Criaco (a destra) e Statella (a sinistra), con il ritorno in panchina di Fornito e Tortolano nonostante l’ottima prestazione contro la Juve Stabia. Sulla mediana conferma per Arrigoni e Caccetta. In avanti Calderini dovrebbe fare coppia con Cesca nonostante l’attaccante friulano abbia accusato qualche fastidio muscolare mercoledì scorso. De Angelis dovrebbe partire dalla panchina mentre Cori sconta il quinto dei sei turni di squalifica.

 

PROBABILE FORMAZIONE (4-4-2): Ravaglia; Corsi, Tedeschi, Carrieri, Ciancio; Criaco, Arrigoni, Caccetta, Statella; Calderini, Cesca. In panchina: Saracco, Zanini, Novello, Fornito, Tortolano,

 

Vedi anche:

Cosenza, fiducia Roselli: «Forza del gruppo Adesso le teste tra i calciatori sono collegate»

Cosenza – «Calderini sarà titolare». I convocati sono 18 Sorriso per Blondett: è tornato ad allenarsi