Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 – Serie A2, salvezza vicina per il Catanzaro

Calcio a 5 – Serie A2, salvezza vicina per il Catanzaro

CATANZARO-ACIREALE 2-1 (1-0 p.t.)
CATANZARO: Rotella, Iozzino, Gomes, Richichi, Juninho, F. Frustace, Frangipane, Devincenzi, Viscomi, Ungaro, Gervasi. All. Lombardo
ACIREALE: S. Tornatore, Messina, Pizetta, Castrogiovanni, Musumeci, Berti Lorenzi, M. Tornatore, Pagano, Trovato, Riolo, Pennisi, Coco. All. Samperi
MARCATORI: 3’48’’ p.t. Iozzino (C), 14’38’’ s.t. Berti Lorenzi (A), 18’45’’ Iozzino (C) 
AMMONITI: Richichi (C), Pizetta (A), Pagano (A) 
ARBITRI: Francesco Novellino (Potenza), Christian Magliulo (Caserta) CRONO: Manuel Candeliere (Catanzaro)

Catanzaro 14 03 15

I giallorossi catanzaresi, ancora una volta lontani dal proprio palazzetto (l’incontro si è disputato a S. Andrea dello Jonio) e senza tre giocatori importanti come Testa, Calabrese e Frangipane, superano l’ostico Acireale e fanno un passo decisivo verso la salvezza. Il Catanzaro C5 parte subito alla grande e al 4’ va in rete con Iozzino che supera il bravo Tornatore, l’Acireale tenta di reagire ma la difesa dei padroni di casa regge bene e al 13’ Gomes va vicino al raddoppio colpendo con un gran tiro la traversa. Nel finale ci provano Richichi e Devincenzi ma Tornatore non si fa sorprendere, così come Rotella si oppone alla grande ad un paio di tiri pericolosi dei siciliani che vanno al riposo sotto per 1-0.

Nella ripresa le due squadre tentano di arrivare alla rete con Pizetta per l’Acireale e con Juninho e Iozzino per il Catanzaro ma all’11’ è Pennisi con un gran tiro a colpire in pieno il palo con Rotella battuto. Al 15’ arriva il pareggio degli ospiti con Berti che, a seguito di uno schema su punizione, da due passi batte l’estremo difensore giallorosso. I ragazzi di mister Lombardo sanno che non possono perdere l’occasione di ottenere tre punti fondamentali per la permanenza in A2 e al 19’ è ancora Iozzino a superare Tornatore regalando la virtuale salvezza ai suoi tra il tripudio dei numerosi tifosi giunti dalla vicina Catanzaro.

ODISSEA 2000 ROSSANO – FUTSAL ISOLA 1 – 6 (0 – 3 p.t.)
ODISSEA 2000 ROSSANO: Cirullo, Dell’Andrea, Sartori, Sapinho, Russo, Siviero, Arcidiacone, Scervino, Calabretta, Milito, Benenati, Sapia. All. Sapinho.
FUTSAL ISOLA: Patrizi, Rufo, Lutta, Dariush, Arribas, Emer, Zoppo, Basile, Yoshifumi, Marcelinho, Mazzuca. All. Angelini.
ARBITRI: Tessa (Barletta) e Fiorentino (Molfetta). CRONO: Grillo (Rossano).
MARCATORI: 3’ p.t. Marcelinho, 3’36’’ p.t. Yoshifumi, 15’52’’ p.t. Marcelinho, 0’12’’ s.t. Marcelinho, 5’46’’ s.t. Sartori (rigore), 11’45’’ e 14’58’’ s.t. Marcelinho.
AMMONITI: Dell’Andrea, Calabretta, Sapinho.

Nulla da fare per l’Odissea 2000 Rossano al cospetto del Futsal Isola seconda in classifica che ha dimostrato tutta la sua forza trascinata dallo scatenato Marcelinho autore di un pokerissimo di reti.

La partita comincia subito in salita per i padroni di casa, oggi privi degli squalificati Rafinha, Arteiro e Miglioranza, ma con Siviero al rientro dopo il bruttissimo infortunio di inizio stagione, che nel 4’ subiscono il micidiale uno-due firmato Marcelinho e Yoshifumi. I ragazzi di mister Sapinho tentano a più riprese di violare la porta ospite ma l’ottimo portiere laziale Patrizi non si fa superare e i suoi compagni colpiscono ancora al 16’ con Marcelinho che manda i suoi in vantaggio per 3-0 al riposo.

Dopo solo 12” dal fischio d’inizio della ripresa il solito Marcelinho porta a quattro le reti del Futsal Isola, l’Odissea 2000 tenta subito la carta del portiere di movimento e al 6’ Sartori su rigore accorcia le distanze. I padroni di casa continuano ad attaccare ma, dopo due super parate di Patrizi su Calabretta e Dell’Andrea, subiscono prima al 12’ e poi al 15’ altre due reti dall’incontenibile Marcelinho che chiude la partita lasciando i rossanesi in una posizione di classifica che ancora non può lasciare tranquilla la società calabrese.