Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cesca illude il Cosenza, pari della Juve Stabia con Di Carmine (1-1)
tifosi cosenza calcio

Cesca illude il Cosenza, pari della Juve Stabia con Di Carmine (1-1)

di Valter Leone – Il poker è servito. Il Cosenza con personalità si prende un punto in casa della Juve Stabia e porta a quattro la serie di risultati utili consecutivi. Ma c’è di più. La sconfitta interna del Messina porta i rossoblu a +8 dalla zona play out. Ma non è un sorriso a trentadue denti quello dei Lupi, perché si è fatto male Serpieri e Cesca è uscito per noie muscolari. Roselli attuta un turnover oculato: le novità rispetto a sabato sono Fornito, Tortolano e De Angelis come previsto alla vigilia. Gli esclusi sono Criaco (e non Arrigoni), Statella e calderini. Poteva giocare Serpieri ma l’allenatore ha preferito non rischiare anche se Carrieri lo ha poi sostituito a inizio del secondo tempo. Come al solito lunga la lista degli indisponibili: lo squalificato Cori che ha scontato la quarta delle sei giornate di stop inflitte dal giudice sportivo, gli infortunati Magli, Sperotto e Blondett.
La partita è cominciata con il minuto di silenzio in ricordo dell’arbitro Colosimo morto in un incidente stradale mentre i calciatori della Juve Stabia sono scesi in campo con una t-shirt e la scritta “Forza Ciccio” per il compagno di squadra Nicastro il quale nei giorni scorsi ha perso la mamma e ieri non era nemmeno in campo. Il primo acuto della partita è di marca campana: Lepiller dalla destra crossa a centro area e Carrozza di testa, tutto solo, anticipa Corsi e colpisce a colpo sicuro ma Ravaglia si supera. Lo stesso portiere intercetta una conclusione dal limite di Caserta. La replica del Cosenza è una giocata di Tortolano innescato da Fornito. Poi il portiere si allunga su un cross di Contessa anticipando la probabile conclusione di Carrozza pronto al tiro. Il tempo ci chiude con un sinistro di Corsi dal limite (27’) e la risposta di Lepiller (33’) che ciabatta da buona posizione. È un buon Cosenza, che non dà segnali di sofferenza.
A inizio ripresa la partita si sblocca. La giocata nasce da Fornito il quale dopo una conclusione dal limite si avventa sulla ribattuta in scivolata, che di fatto diventa un assist per Cesca: destro e gol. Si sblocca anche l’attaccante friulano, festeggiato dai compagni di squadra. Ma la gioia dei rossoblu (ieri in competo bianco a trasferta) dura una manciata di minuti visto che alla prima occasione la Juve Stabia pareggia. Minuto numero 6 e La Camera, nella circostanza lasciato un po’ troppo solo da Carrieri, recupera un pallone che mette a centro area, una serie di rimpalli e Lepiller con il tacco serve Di Carmine il quale nonostante la marcatura di Tedeschi riesce in girata a beffare Ravaglia. Al 10’ i campani potrebbero addirittura passare in vantaggio: Carrozza per Di Carmine il quale sbaglia la mira. Soffre un po’ il Cosenza e Roselli toglie Carrieri per Serpieri: forze fresche in difesa. La risposta del Cosenza affidata a Tortolano: conclusione debole al 13’ mentre al 25’ va vicinissimo al vantaggio con Fornito che innesca Corsi sulla destra, cross e girata ancora di Tortolano con Pisseri che si prende gli applausi. La chiusura è tutta per il Cosenza: al 26’ destro un po’ largo di Fornito, al 34’ Calderini, tutto solo, conclude debolmente. E prima ancora c’era stata un’altra ghiotta occasione per Caccetta ma il centrocampista è sembrato poco lucido. Nel finale il Cosenza rimane in dieci per l’infortunio a Serpieri. L’unico neo di un’altra giornata che passa agli archivi come un ulteriore passo in avanti verso la salvezza.

JUVE STABIA-COSENZA 1-1 IL TABELLINO
JUVE STABIA (4-3-3): Pisseri; Cancelotti, Polak, Migliorini, Contessa; La Camera, Caserta (dal 1’ s.t. Burrai), Jideyi; Carrozza (dal 26’ s.t. Bombagi), Di Carmine, Lepiller (dal 15’ s.t. Gammone). In panchina: Santurro, Romeo, Ioio, Gomez. Allenatore: Pancaro.
COSENZA (4-4-2): Ravaglia; Corsi, Tedeschi, Carrieri (dal 12’ s.t. Serpieri), Ciancio; Fornito (dal 39’ s.t Criaco), Arrigoni, Caccetta, Tortolano; Cesca (dal 30’ s.t. Calderini), De Angelis. In panchina: Saracco, Zanini, Statella, Chidichimo. Allenatore: Roselli.
ARBITRO: Piscopo di Imperia.
MARCATORI: Cesca (C)  al 2’, Di Carmine (JS) al 6’ s.t.
NOTE: paganti 526, abbonati 378, incasso di 8.486,00 euro. Ammoniti  La Camera, Di Carmine, Burrai, De Angelis. Angoli 7-5. Recupero: 0’ p.t.; 5’ s.t.