Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Calcio – Cosenza a caccia del poker in casa della Juve Stabia

Calcio – Cosenza a caccia del poker in casa della Juve Stabia

di Valter Leone – Obiettivo poker. Il Cosenza a Castellamare di Stabia va a caccia del quarto risultato utile consecutivo, cosa che non si verifica da un bel po’ di tempo. Riavvolgiamo il nastro: girone d’andata e dopo l’esordio con sconfitta a Lecce, il nuovo allenatore, subentrato a Cappellacci, colleziona ben sei risultati positivi uno dopo l’altro, nel corso dei quali sono arrivati 12 punti; dal pareggio con il Messina al San Vito fino alla vittoria con l’Aversa Normanna sempre davanti al proprio pubblico. Adesso, dopo lo shock iniziale evidentemente dovuto proprio al cambio in panchina, i Lupi sono tornati a regalare sorrisi. La squadra sta bene, il clima è dei migliori: ci sono tutti i presupposti per portare a casa un altro risultato positivo. E poi il Menti, in questa stagione, è stato già violato in occasione dei quarti di finale della Coppa Italia quando un gol di De Angelis (ex, nonché stabiese) regalò all’undici di Roselli il pass per la semifinale.

A dare manforte al gruppo, la consueta presenza del presidente Guarascio alla rifinitura. Ieri mattina si è presentato al Marca e prima che cominciasse l’allenamento, in mezzo al campo, ha parlato al gruppo e allo staff tecnico. I complimenti per il momento magico che si sta attraversando e uno sprono a tornare da Castellammare con un altro risultato positivo. Il più contento di tutti pare fosse l’allenatore Roselli, il quale viene segnalato come vicinissimo alla conferma per la prossima stagione. C’è chi sussurra che nel contratto firmato lo scorso mese di ottobre pare ci siano clausole seconde le quali il rinnovo sarebbe automatico nel caso in cui si raggiungesse la salvezza con anticipo e che il Cosenza chiuda il campionato in una determinata posizione di classifica. Voci. Soltanto voci, visto che ce ne sono altre che viaggiano verso direzioni opposte, nel senso che una conferma di Roselli sulla panchina dei rossoblu è, al momento, poco probabile.
Di tempo, comunque, per affrontare questi discorsi ce n’è. Oggi (inizio ore 15) c’è da giocare una partita difficilissima. La Juve Stabia ha ancora il dente avvelenato per la sconfitta di Lecce, giunta sui titoli di coda. Ma il Cosenza, come si diceva, non ha nessuna intenzione di fermarsi proprio sul più bello. Agli undici che scenderanno in campo, il compito di arginare l’arrembante inizio che probabilmente la squadra di Pippo Pancaro, cosentino della provincia (l’ex Lazio e Milan è di Acri), ha messo in cantiere. Si annuncia, comunque, un po’ di turnover in casa Cosenza visto che domenica al San Vito arriva il Lecce, per quella che sarà un’altra delle sfide più sentite dalla tifoseria rossoblu. Novità, dunque, rispetto al successo sul Matera. Una maglia da titolare l’avranno certamente De Angelis e Tortolano: il primo prenderà il posto di Calderini, il secondo farà accomodare Statella in panchina. Un’altra novità potrebbe essere il giovane Fornito con la maglia numero 4 sulle spalle al posto di Arrigoni. Infine, anche se non del tutto scontato, una novità potrebbe esserci anche in difesa con Serpieri centrale al fianco di Tedeschi, l’escluso in questo caso sarebbe Carrieri.
Sono 18 i convocati: torna tra i disponibili Zanini mentre per il giovane centrocampista Chidichimo della Berretti, un’altra presenza almeno in panchina. Assenti, oltre allo squalificato Cori, i difensori Magli, Sperotto e Blondett. Di seguito la probabile formazione.
COSENZA (4-4-2) Ravaglia, Corsi, Serpieri, Tedeschi, Ciancio; Criaco, Fornito, Caccetta, Tortolano; De Angelis, Cesca. In panchina: Saracco, Zanini, Carrieri, Arrigoni, Statella, Chidichimo, Calderini. Allenatore: Roselli.