Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 femminile – Sporting Locri, sconfitta a testa alta contro il Real Statte

Calcio a 5 femminile – Sporting Locri, sconfitta a testa alta contro il Real Statte

SPORTING LOCRI – ITALCAVE REAL STATTE 2-4 (1-2 p.t.)

SPORTING LOCRI:Ceravolo, Borello, Beita, Rovito, Sabatino, Sgrò, Marino, Ierardi, Todarello, Liuzzo, Modestia.   All. Ferrara

ITALCAVE REAL STATTE:Margarito, Sanchez, Nicoletti, Dalla Villa, Azevedo, D’Ippolito, Bianco, Pedace, Caramia, Russo, Dipierro, Gallo.All. Marzella

MARCATRICI:0’30” p.t. Sanchez (RS), 7′ Dalla Villa (RS), 17’40” Marino (SL), 1’30” s.t. Azevedo (RS), 6’30” rig. Marino (SL), 16’40” Dalla Villa (RS)
AMMONITE:Azevedo (RS), Dalla Villa (RS)
ESPULSE:al 2’40” s.t. Azevedo (RS) per somma di ammonizioni, al 10′ Ceravolo (SL) per gioco scorretto

SPETTATORI:400 circa
ARBITRI:Luca Petrillo (Catanzaro), Gianluca Greco (Cosenza) CRONO: Francesco Carbone (Locri)

 


8 MARZO DEDICATO ALLE DONNE.Giornata di campionato che regala emozioni in campo e fuori. Giornata che, omaggiando e ricordando tutte le donne, nella giornata internazionale dedicata alla donna, ha visto al palasport di Locri, il pubblico delle grandi occasioni.

Prima di entrare nel vivo del match tra le prime della classe, spettacolo con un flashomb dedicato alla giornata della mimosa con i ballerini e le ballerine, grandi e piccoli, della scuola di danza “Voci di Primavera” dei maestri Sara e Franco Bennici, che insieme ai genitori hanno ballato ed intrattenuto il pubblico. Giornata di sensibilizzazione anche con l’associazione Gadco, presente per diffondere la cultura della donazione ed, inoltre la riproposizione della mostra fotografica di Cinzia Lombardo “Questa partita la vinciamo. No alla violenza sulle donne”, mostra originale che è stata esposta proprio ieri a Roma durante la partita del cuore di calcio femminile.

IL MATCH:Partenza shock per le calabresi, infatti dopo soli 30 secondi l’estro di Sanchez trova il vantaggio ospite bruciando Ceravolo. Le ragazze di Ferrara però non demordono e attraverso il proprio gioco e tenendo una difesa attenta in fase di non possesso cercano di tenere lo strapotere del Real Statte (neo vincitore della coppa Italia nazionale).

Il copione recita: lo Statte in attacco ed è il Locri a tenere botta e riparte però sempre con palla a terra attraverso le sue trame di gioco, affacciandosi di tanto in tanto dalle parti di Margarito.

Al settimo del primo tempo però grande accelerata di Dalla Villa, altro errore della difesa amaranto e raddoppio ospiti che lascia di stucco tutti. La partita scivola via, ma il Locri non demorde rimanendo sempre in partita e non si lascia mai sottomettere dalla squadra di Marzella. A due minuti e mezzo dalla fine del primo tempo, una grande bella giocata di squadra da parte del Locri genera una grande occasione sui piedi di Federica Marino che con la sua classe inventa un bel gol facendo esultare di gioia il numero pubblico presente al palasport.Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-2 per la squadra puglisese.

Nell’intermezzo del match bellissima esibizione della scuola di danza “Voci di Primavera” che con i suoi ballerini ha dedicato un’altra performance alle donne presenti al palasport.

Il secondo tempo, inizia come il primo, partenza spedita delle ragazze di Marzella e rete del bomber Azevedo dopo un minuto e mezzo di gioco. L’amarezza per il gol preso è tanta, forse in questa situazione butterebbe già chiunque eppure Borello e compagne affrontano la gara con più coriaceità offrendo così una bella partita al pubblico. Non si vuole essere vittime sacrificali, c’è la volontà di giocarsela faccia a faccia con le campionesse e Beita prende per mano la squadra offrendo giocate di lustro e temperate.

Intanto dopo 2 minuti 3 mezzo dalla ripresa, veniva espulsa Azevedo per doppia ammonizione. Ottima anche Ceravolo a compiere parate di gran reattività tra i pali. Al sesto viene fischiato un calcio di rigore per fallo di mano di area di Dalla Villa, sul dischetto va Marino, quest’oggi in gran giornata, e col piede caldo segna un gran bel rigore che riapre le speranze delle calabresi.
La partita prende maggiormente vigore, e il Locri rischia più volte il 3-3 ma sia Beita che Rovito che soprattutto Sabatino si devono arrendere al portiere italiano più forte al momento, ovvero Margarito, che si conferma in gran forma dopo le super parate della final eight di coppa Italia. Al decimo della ripresa, svarione difensivo delle amaranto che mandano Dalla Villa 1 vs 1 contro Ceravolo che però fuori area stende il fenomeno pugliese e viene espulsa. La squadra anche in inferiorità numerica tiene bene il campo e non subisce il gol nei due minuti di penalità. Entra tra i pali Modestia che si fa trovare pronta effettuando degli ottimi interventi prendendosi gli applausi del pubblico. Il portiere di casa Locri si dovrà purtroppo arrendere su un diagonale della Dalla Villa che inventa una giocata e sfrutta una piccola deviazione della Marino che spiazza il numero 23 amaranto e sigla così la quarta rete per lo Statte mettendo al sicuro il risultato.

La squadra locrese oggi esce dal campo a testa alta, ha dato tutto, peccato per i pochi cambi a disposizione del mister e per alcuni errori troppo banali che a quelli livelli non ti puoi permettere.

La squadra nonostante la sconfitta conquista matematicamente il posto nella serie A d’èilte della prossima stagione con ben 4 giornate di anticipo, il traguardo principale della società amaranto, ora si guarda il futuro con più serenità.

 

Mister Ferrara:E’ chiaro che siamo scese in campo contro le campionesse della Coppa Italia e lo Statte si conferma grande squadra. Noi da parte nostra abbiamo fatto una grande prestazione e le mie “nikite” sono state brave nel disputare un match così importante quanto combattuto. Le ragazze, dopo i due gol iniziali, su errori nostri, hanno reagito bene e, nonostante la panchina corta, abbiamo disputato la gara come doveva essere affrontata, peccato per l’assenza di Capalbo che poteva esserci utile. Adesso continuiamo a lavorare in vista del Rionero”.

Il commento del DG Ferdinando Armeni:Oggi ho assistito ad una partita di serie A d’èlite finalmente, lo Statte è sempre superiore però noi abbiamo tenuto bene il campo e con le nostre caratteristiche siamo rimasti in partita fino alla fine rischiando pure di pareggiare la partita. La bellissima cornice di pubblico oggi presente al palasport mi ha riempito di gioia, li ringrazio, e ringrazio anche la scuola di ballo Voci di Primavera per aver “colorato” maggiormente la giornata. Vedere tante famiglie al palasport ci inorgoglisce e quindi ringrazio anche tutti coloro hanno lavorato per la realizzazione di questo evento che rientra nel progetto Sporting Locri: sport e aggregazione. Inoltre a nome di tutta la società ringrazio tutta la squadra per aver conquistato la serie A d’èlite della prossima stagione con ben 4 giornate di anticipo, un lavoro che vi rende onore”.