Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Motori – Il Catanzaro Corse Due Mari presenta proposta di esenzione bollo alla Regione

Motori – Il Catanzaro Corse Due Mari presenta proposta di esenzione bollo alla Regione

La Legge di Stabilità è stata chiara. Lo scorso dicembre, infatti, ha detto sì al provvedimento che prevede il pagamento del bollo per tutti quei veicoli con età compresa tra i 20 e i 29 anni (dai 30 anni in su, l’esenzione è automatica). Una decisione che non è andata giù ai proprietari di molti mezzi storici, in disaccordo per il pagamento della tassa. Il Catanzaro Corse Club, federato ASI (Automotoclub Storico Italiano) dal 1988, unico club per la città di Catanzaro, nella persona del presidente Ing. Raffaele Iorfida insieme ai presidenti dei Club federati A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) della Calabria, i Moto club federati F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana) della Calabria e ad altri club di autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico della Calabria si sono incontrati, domenica 1 febbraio 2015, in una riunione organizzata dal CAMECS di Cosenza nella persona del suo Presidente Dott. Piergiorgio LECCE , a cui vanno i nostri ringraziamenti, durante la quale sono stati stilati una serie di punti e concordato proposte da portare avanti congiuntamente nei confronti della Regione Calabria. Successivamente la stessa delegazione di club ha incontrato, venerdì 20 febbraio, il vice presidente ed assessore ai lavori pubblici infrastrutture e trasporti on. Antonino De Gaetano presso la sede del Consiglio Regionale, e lunedì 23 febbraio, a Catanzaro, nella sede del Dipartimento 4 – Bilancio e patrimonio, gli onorevoli Vincenzo Antonio CICONTE, Vice presidente ed assessore al bilancio, patrimonio e personale, Giuseppe AIETA, Presidente della Seconda commissione del Consiglio regionale della Calabria “Bilancio, programmazione economica e attività produttive, affari dell’Unione europea e relazioni con l’estero” e Giuseppe GIUDICEANDREA, presidente del gruppo «Democratici progressisti», che si è fatto carico di presentare al Presidente del Consiglio regionale della Calabria la mozione «Norma su bollo per autoveicoli e motoveicoli ultraventennali».

Nel corso di questo incontro è stata consegnata una proposta stilata dai Club che, in sostanza chiede il ripristino della situazione precedente. Il Catanzaro Corse Club seguirà da vicino la vicenda come ha fatto finora e rimane  a disposizione dei propri soci e degli appassionati di veicoli di interesse storico e collezionistico per informazioni presso la sua sede in Catanzaro in viale dei Bizantini 10/A oppure telefonicamente al numero 0961-751608.

 

Qui di seguito la proposta integrale presentata: <<L’applicazione della normativa di cui alla legge di stabilità per il 2015 ai veicoli ultraventennali non tiene conto dell’importanza della conservazione e della valorizzazione del motorismo storico di grande spessore culturale, «e riduce, fino a farla scomparire», la volontà degli appassionati, dei collezionisti, dei musei di motorismo storico, possessori di autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico di continuare a conservare il proprio mezzo in attesa che compia i trenta anni di età, quando l’esenzione scatta in automatico. I tanti appassionati che non hanno grandi possibilità economiche sono così costretti alla rottamazione dei loro veicoli, arrecando un danno economico non indifferente all’erario regionale e a tutto il consistente indotto, così com’è già successo negli anni Settanta e buona parte degli Ottanta, quando i possessori di auto e moto con meno di trenta anni di età, incalzati dall’onerosa tassa di circolazione, hanno finito per liberarsi dei loro veicoli, rottamandoli, e facendo, così, perdere alle future generazioni un pezzo importante di storia del motorismo italiano e internazionale.

Il notevole patrimonio di auto e moto d’interesse storico della Calabria rischia, pertanto, di andare in parte venduto all’estero o di diventare appannaggio di pochi facoltosi collezionisti ed anche, per la maggior parte dei veicoli che non hanno raggiunto i trenta anni di età, di essere in brevissimo tempo rottamato, causando, ancora una volta come negli anni Settanta e Ottanta, un danno irreversibile per la tradizione motoristica italiana e regionale. Si corre il rischio di perdere auto e moto – dalle utilitarie alle più lussuose – che potrebbero essere considerate storiche in un immediato futuro, che rappresentano ancora oggi un grande impegno progettuale e artistico degli anni Novanta del Novecento.

In Calabria, sin dal 1972, i club che raggruppano gli appassionati di auto e moto d’epoca hanno organizzato innumerevoli raduni e rievocazioni storiche raccordando la tutela e la valorizzazione di auto e moto d’interesse storico e collezionistico all’ambiente e alle culture regionali, un cinquantennale impegno dei club di promuovere l’industria del turismo, che ha contribuito all’incremento delle presenze turistiche, al prolungamento della stagione turistica, all’aumento del tasso di utilizzo delle strutture ricettive del territorio regionale. I raduni e le rievocazioni storiche di veicoli si configurano, altresì, come un museo su ruote, rappresentativo del secolare retaggio motoristico della Calabria, registrando, sin dallo stesso 1972, un esteso impatto culturale sulle persone che hanno conosciuto e apprezzato gratuitamente i veicoli che non sono più in produzione, preservati dai tanti appassionati dal punto di vista storico e mantenuti nel loro stato originale. Inoltre, promuovere le auto tra i venti e i trenta anni dall’immatricolazione, è una modalità democratica di avvicinare le nuove generazioni di appassionati e chi ha minori disponibilità economiche al mondo delle auto e delle moto d’epoca.

Il settore delle auto e delle moto d’epoca porta all’economia regionale e nazionale molte più risorse finanziarie di quelle garantite dalla tassa di possesso. L’intervento in oggetto può evitare alla Calabria di disperdere i veicoli più prestigiosi, di evitare le innumerevoli radiazioni previste e di superare il rischio di gravi ripercussioni sull’indotto che possono minare l’esistenza stessa della maggior parte delle micro imprese artigiane, autolavaggi, autorimesse, carrozzieri, centri di revisione, elettrauto, gommisti, meccanici, ricambisti, tappezzieri. Per questi valenti artigiani si tratta di evitare il drastico ridimensionamento nella manutenzione di auto e moto immatricolate tra i venti e i trenta anni, che costituisce, nei fatti, un’importante fonte di sostentamento, apportato dai numerosi appassionati che con impegno e risorse finanziarie proprie riportano a nuova vita auto e moto d’interesse storico.

Tanto premesso, si propone di stabilire, in sede di bilancio di previsione per gli anni 2015 e seguenti, una tassa regionale di circolazione agevolata per i veicoli con immatricolazione superiore ai venti e inferiore ai trenta anni, secondo la seguente regolamentazione:

Normativa

  1. Autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico – Si considerano autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico: a) i veicoli costruiti specificamente per le competizioni; b) i veicoli costruiti a scopo di ricerca tecnica o estetica, anche in vista di partecipazione a esposizioni o mostre; c) i veicoli i quali, pur non appartenendo alle categorie di cui alle lettere a) e b), rivestano un particolare interesse storico o collezionistico in ragione del loro rilievo industriale, sportivo, estetico o di costume.
  2. Certificazione di particolare interesse storico e collezionistico – L’Attestato di Storicità (A.d.S.), è rilasciato dall’A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) e per i motoveicoli anche dalla F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana) previo esame di ogni esemplare. Lo status di storicità è stampigliato sulla carta di circolazione ed esibito per qualunque controllo, e dovrà, inoltre, essere presentato in occasione delle revisioni periodiche, così che la revisione tenga conto dell’età del mezzo esaminato e constati che le condizioni corrispondano a quelle riportate al momento della certificazione.
  3. Veicoli ultratrentennali – la Regione Calabria fa propria l’esenzione disposta dall’articolo 63, della Legge 21 novembre 2000, n. 342, recante «Misure in materia fiscale», che esenta dal paga-mento della tassa automobilistica annuale di possesso, senza particolari requisiti, gli autoveicoli e i motoveicoli costruiti o immatricolati in Italia o all’estero per la prima volta da almeno trent’anni, tranne quelli adibiti a uso professionale. Se però il contribuente è in possesso di documentazione idonea che attesti una data di costruzione anteriore a quella d’immatricolazione, fa fede ai fini dell’agevolazione la data di costruzione. Il beneficio spetta automaticamente, senza che sia necessario presentare un’apposita domanda. Se gli autoveicoli e i motoveicoli ultratrentennali, certificati di particolare interesse storico e collezionistico dall’A.S.I. e per i motoveicoli anche dalla F.M.I., sono messi in circolazione su strade pubbliche, i proprietari sono tenuti al pagamento di una tassa di circolazione forfettaria annuale, indipendentemente dalla potenza del motore: per gli anni 2015 e seguenti è pari a euro 30,00 per gli autoveicoli e a euro 10,00 per i motoveicoli.
  4. Veicoli tra i venti e i trenta anni – questi veicoli, sempre che non siano adibiti a uso professionale, costruiti da venti anni nell’anno solare in cui è dovuto il pagamento della tassa automobilistica a partire dall’anno d’immatricolazione senza fare riferimento al giorno e al mese d’immatricolazione – che rivestono, altresì, i requisiti di: autenticità, ragionevole originalità, che non sono più in produzione e non sono adibiti a uso professionale, preservati da un punto di vista storico, mantenuti nel loro stato originale e non sussistono cambiamenti sostanziali nelle ca-ratteristiche tecniche dei loro componenti principali, certificati di particolare interesse storico e collezionistico dall’A.S.I. e per i motoveicoli anche dalla F.M.I., sono soggetti a una tassa di circolazione forfettaria annuale, stabilita, per gli anni 2015 e seguenti, in euro 50,00 per gli autovei-coli e di euro 15,00 per i motoveicoli, fatta salva la facoltà per il contribuente di corrispondere la tassa ordinaria qualora d’importo inferiore.
  5. Pagamento della tassa di circolazione forfettaria annuale – Il versamento può eseguirsi, senza sanzioni, in qualsiasi mese dell’anno, purché in precedenza alla messa in circolazione del veicolo su strade pubbliche. Il conducente del veicolo deve portare con sé la ricevuta di pagamento della tassa di circolazione forfettaria annuale per esibirla in caso di controllo su strada da parte degli organi di polizia.
  6. Esenzione Imposta provinciale di trascrizione (I.p.t.) sul passaggio di proprietà – per i passaggi di proprietà dei veicoli tra i venti e i trenta anni e ultratrentennali, soggetti al pagamento della tassa di circolazione forfettaria annuale, è prevista la riduzione dell’imposta provinciale di trascrizione (I.p.t.). Per gli autoveicoli l’I.p.t. è ridotta a euro 51,65, per i motoveicoli l’ I.p.t. è ridotta a euro 25,82. Le condizioni per avere diritto all’ agevolazione sono le stesse di quelle previste per la tassa di circolazione forfettaria annuale di cui ai precedenti comma. Per usufruire della riduzione, l’interessato, deve farne espressa richiesta sulla nota di presentazione al Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.) indicando gli estremi di legge regionale.
  7. Sospensione di lungo periodo della circolazione di veicoli – per la conservazione e la valorizzazione di autoveicoli e motoveicoli con futuro di particolare interesse storico e collezionistico, o semplicemente affettivo, sospendendo la circolazione del veicolo dopo dieci anni dalla sua prima immatricolazione, è dovuta una tassa automobilistica annuale forfettaria di euro 50,00 per gli au-toveicoli e di euro 15,00 per i motoveicoli. La targa del veicolo rimane quella originale, riattiva-bile in qualsiasi momento durante i dieci anni o inferiori, necessari per raggiungere lo stato di «veicolo storico tra i venti e i trenta anni».