Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Il San Vito si conferma fortino-salvezza: il Cosenza piega il Matera (2-0)

Il San Vito si conferma fortino-salvezza: il Cosenza piega il Matera (2-0)

di Valter Leone –  Il fortino San Vito porta in dote altri 3 punti pesanti e il Cosenza fa un bel passo in avanti verso la salvezza. Fermata la rincorsa del Matera ai play off: la squadra di Auteri che si presentava con un biglietto da visita niente male (3 successi di fila) ma la squadra di Roselli, nonostante l’emergenza, sfodera la migliore prestazione della stagione davanti al proprio pubblico. Da applausi. È la decima partita di fila al San Vito senza sconfitte: 6 vittorie e 4 pareggi.

La partita si sblocca subito grazie a una giocata sulla sinistra con Calderini e Statella la cui conclusione viene deviata da Bifulco in uscita il quale sulla ribattuta travolge Calderini pronto a calciare verso la prta. Rigore che lo stesso numero 10 trasforma, bagnando così con il gol il ritorno tra i titolari dopo cinque partite. Per il fantasista umbro si tratta del settimo centro stagionale. Al 9′ Criaco non sfrutta al meglio una ripartenza. Giocano meglio i rossoblu, complici gli spazi che lasciano i lucani ed è soprattutto a sinistra che si sfonda con facilità dove l’ex Bernardi, D’Aiello e Di Noia vanno in affanno. Tant’è che Auteri inverte subito le posizioni a Di Noia e Iannini ma la musica non cambia: Statella e Calderini dialogano che è una meraviglia, le incursioni di Caccetta sono di quelle ficcanti e le discese di Ciancio creano sempre lo scompiglio. Lo stesso esterno al 25′ dopo una discesa si accentra e arriva fino alla conclusione dal limite, ribattuta da Flores. La propensione al sacrifico di Cesca, l’ennesima maiuscola prestazione di Corsi da terzino amplificano la compattezza di un Cosenza quadrato e soprattutto ben legato tra i reparti. Sacrificio dei centrocampisti, quanto aveva chiesto Roselli alla vigilia. E così che si inquadrano il continuo pressing di Criaco e la corsa senza soste di Statella sulle corsie esterne. Pochissimi spazi per il Matera la cui prima conclusione verso la porta giunge al 34′ con Diop ma la sua girata di sinistro è decisamente larga. Troppo poco per mettere in difficoltà i rossoblu, autori di un primo tempo ai limiti della perfezione.

Fuori Bernardi, dentro Letizia e a inizio ripresa Auteri passa al 4-2-3-1 con Ferretti portato sulla linea dei difensori a destra, Diop punta centrale con la batteria di trequartisti formata da Carretta, Letizia e Madonia. E il Matera cambia marcia: Diop (4′) ci prova con una rovesciata alta sulla traversa dagli sviluppi di un calcio d’angolo. Poi è Iannini (8′) il cui tiro a giro viene deviato con difficoltà da Ravaglia il quale si ripete al 12′ ancora su Diop. Ma il Cosenza, si scopre anche cinico e così al 14′ arriva il raddoppio: finezza di Criaco sulla destra e pallone pennellato per la testa di Cesca, sponda per Caccetta il quale tutto solo appoggia in rete. L’intensità con cui aveva cominciato la ripresa va spegnendosi e il Matera rischia di capitolare al 24′ con il nuovo entrato Fornito il quale su punizione chiama Bifulco alla super parata. La replica lucana affidata a Carretta che si divora letteralmente il gol che avrebbe riaperto la partita un minuto dopo. Ma è ancora Cosenza con Tortolano che in contropiede va vicino al terzo gol, para ancora Bifulco, sul capovolgimento di fronte sventola dal limite di Di Noia che sfiora il palo. La partita finisce qui: fa festa il Cosenza. Meritata.

 

COSENZA 2

MATERA 0

COSENZA (4-4-2) Ravaglia; Corsi, Tedeschi, Carrieri, Ciancio; Criaco (dal 21′ s.t. Fornito), Arrigoni, Caccetta, Statella; Calderini (dal 29′ s.t. Tortolano), Cesca. In panchina: Saracco, Novello, Serpieri, Chidichimo, De Angelis. Allenatore: Roselli

MATERA (3-4-3) Bifulco; D’Aiello, Flores, Faisca; Bernardi (dal 1′ s.t. Letizia), Di Noia, Iannini, Ferretti (dal 21′ s.t. Ashong); Carretta, Diop (dal 15′ s.t. Albadoro), Madonia. In panchina: Russo, D’Angelo, Pagliarini, Azzariti. Allenatore: Auteri

ARBITRO Giua di Pisa

MARCATORI Calderini su rigore al 7′ p.t.; Caccetta al 14′ s.t.

NOTE paganti 1.121, abbonati 325, incasso di 13.248 euro. Ammoniti Bifulco, Diop, Cesca, Ravaglia. Angoli 3-6. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

 

Cosenza, Roselli avverte: “Dopo la vittoria col Matera non abbassiamo la guardia”