Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – Serie C femminile, la Digem cade a Villa San Giovanni

Volley – Serie C femminile, la Digem cade a Villa San Giovanni

Le due squadre sono intenzionate da subito a darsi battaglia, preludio di una pallavolo bella da guardare. Carrozza schiera la Romeo che parte bene in attacco, il Costa Viola inizia contratto e la Digem prende quattro lunghezze di distanza. All’invasione della Pasqualino, primo errore esterno, il punteggio è 4-7, anche le casalinghe incorrono nello stesso intoppo a rete e le locridee ne approfittano per fare bottino. Il capitano D’Agostino rifila un attacco vincente fulmineo, la Cavaleri replica subito dal centro e il punteggio è 5-12. Quando Erika D’Agostino va a muro sulle reggine il tabellone segna 8-13 e il Costa Viola inizia a tentare l’aggancio. Con buone giocate e un doppio ace si porta a -3 ma Maria Grazia Ruggia rimedia con due stacchi vincenti a muro e il Costa Viola che finisce per depositare fuori il successivo attacco. La Pasqualino allora si scatena da posto quattro e poi torna a rete per mettere a segno il 16-20 mentre le squadre si stavano per lasciare andare a qualche errore ciascuno. Mentre la casalinga Ambrosio si distingue tra le compagne per la reazione e mantiene corte le distanze tra i numeri del tabellone, la Ruggia torna a farsi decisiva a rete e le esterne conquistano il primo set 21-25. Il secondo è a rischio concentrazione in avvio per le padrone di casa che, con un sussulto d’orgoglio, vedono nell’errore della Romeo l’occasione giusta per lasciare la parità acquisita. Le ragazze di Villa San Giovanni si portano sul 7-2, usano l’attacco centrale per “fare strada” e bloccano la Digem sino al 12-4. Carrozza sceglie Scozzafava e Sorgiovanni, la Cavaleri ritrova il punto e il capitano D’Agostino fa sue le incombenze d’attacco. Dopo qualche minuto è 16-10 e la Ambrosio torna a scuotere la rete. Due punti preziosi arrivano dalla presidentessa Rosetta Scozzafava mentre per la Ruggia è ace che vale il 20-15. A questo punto sale in cattedra la Cangemi che si fa decisiva per la conquista del set in favore del Costa Viola (25-17). La terza prova parziale inizia in tandem. Sul 4-4 il Costa Viola chiede tempo mentre Carrozza avvicenda la Romeo con la Pasqualino. Antea Sorgiovanni invece torna in campo volitiva, chiude a rete e firma un ace, poi sbaglia la battuta ma è comunque 8-8. Invece è l’inizio della fase d’errore esterna, con una prestazione casalinga che risponde al massimo per un +5 spezzato solo dal pallonetto vincente della Ruggia. Ambrosio e compagne infatti sono decise a produrre ma quando arrivano a 22 punti la Digem si porta a 18, creando ancora preoccupazione prima dell’allungo casalingo finale (25-20). Il quarto set è giocato con l’adrenalina al massimo da entrambe le formazioni, con la Digem che trova il primo pari nel 2-2 e poi il vantaggio nel 2-3. Per la guida sul 5-5 pur crescendo, perché il Costa Viola gioca il set approntando un’ottima difesa e dando il via ad una battaglia punto a punto ( 13-13). Da qui in poi si vede la miglior Digem a cui però non basta il cuore se si pensa che i vantaggi 16-19 e 19-22 vengono vanificati da una rimonta decisa delle padrone di casa (25-22).