Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – La storia di Jack Sintini colpisce i cuori degli studenti vibonesi

Volley – La storia di Jack Sintini colpisce i cuori degli studenti vibonesi

La storia di Giacomo “Jack” Sintini è una di quelle cose che colpiscono
subito al cuore. Una storia ormai nota a molti e non solo a chi gravita
abitualmente nell’arcipelago legato al mondo della pallavolo. E’ una
storia che riesce a commuovere i cuori e i pensieri di grandi e piccini.
Jack Sintini ce l’ha fatta, ha combattuto con grande forza d’animo e con
tanta umiltà e ha vinto la sua battaglia più difficile; oggi, con
altrettanto vigore e travolgente passione, racconta nelle piazze, nelle
scuole, nelle biblioteche, nelle istituzioni, la sua storia di vita.
Questa mattina il palleggiatore della Tonno Callipo Calabria Vibo
Valentia ha presentato e raccontato il suo libro, “Forza e Coraggio”
nell’aula magna del Liceo Classico “Morelli” di Vibo Valentia. Lo ha
fatto con la consueta abilità oratoria che lo contraddistingue riuscendo
a conquistare la platea di studenti e docenti presenti (circa un
centinaio). I suoi occhi, i suoi modi gentili, le sue parole hanno fatto
breccia nel cuore dei giovani studenti delle seconde classi. Un silenzio
quasi irreale per un’ora e mezza, una costante attenzione rivolta al
racconto meticoloso di Jack. L’incontro è stato promosso ed organizzato
dal Prof. Carmine Cavallaro, docente di Scienze Motorie al Liceo Morelli
e componente dello staff tecnico del settore giovanile della Tonno
Callipo Calabria Vibo Valentia. L’idea messa in campo da Cavallaro è
stata fin da subito sposata con entusiasmo dal dirigente scolastico
Raffaele Suppa. Entrambi presenti all’incontro di questa mattina e
affiancati dal Supervisore Generale della Tonno Callipo Calabria Vibo
Valentia Michele Ferraro. A coordinare i lavori la studentessa Paola
Sorace, coadiuvata dalla compagna Serena Defina nella efficace e intensa
lettura di alcuni stralci del libro “Forza e Coraggio”.

LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Giacomo Sintini (palleggiatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valenti): “Mi
piace tanto raccontare la mia esperienza ai ragazzi, penso che possa
aiutarli a superare i problemi che affrontano alla loro età e nella loro
vita. Mi piace raccontare come questa storia abbia insegnato a me e alla
mia famiglia a vivere la vita in maniera diversa. Sono riuscito a
ricostruire il mio fisico, a fare ciò che facevo prima, a giocare e a
ritornare a vincere. E questa è una speranza ancora più grande per
tutti”.

Michele Ferraro (Supervisore Generale Tonno Callipo Calabria Vibo
Valentia): “E’ stata una giornata intensa, commovente. Sintini non è
solo un campione nello sport, ma è un campione nella vita. Mi ha colpito
molto il silenzio, questo silenzio che ha accompagnato quest’ora e mezza
trascorsa. Jack ha trasmesso un messaggio importante. Lottando si
possono raggiungere risultati importanti anche nella nostra terra e ciò
che siamo riusciti a fare da oltre vent’anni con la Volley Tonno Callipo
ne è la prova”.

Raffaele Suppa: (dirigente scolastico Istituto Superiore
“Morelli-Colao”): “Giacomo Sintini ci ha lanciato un messaggio di
socialità affinchè tutti guardiamo e ci impegniamo verso chi sta male.
Il suo libro è un messaggio di speranza. In tutto questo percorso è
ammirevole che ci sia una società sportiva, come la Tonno Callipo, che
promuova questi aspetti legati alla coesione sociale. Lo sport è
civiltà, è modo di promuovere messaggi positivi nelle giovani
generazioni”.

Nella foto, da sinistra, il dirigente scolastico Raffaele Suppa, la
studentessa Paola Sorace, Jack Sintini e il Supervisore Generale Michele
Ferraro