Home / Sport Strillit / BASKET / Viola, dopo otto anni la conquista della A2. Cucci? Non è tesserabile

Viola, dopo otto anni la conquista della A2. Cucci? Non è tesserabile

di Vittorio Massa – Conferenza stampa intensa nel post gara contro Imola. Non solo coach Benedetto, ma anche il massimo dirigente Giusva Branca ed il DS Condello, per un primissimo bilancio di una stagione che ha già consegnato alla Viola diversi obiettivi prefissati. Branca: ”Voglio rimarcare che questa è una giornata importante. La sconfitta di Piacenza e quanto deciso dal Consiglio Federale ci ha dato la matematica certezza della partecipazione al secondo campionato nazionale. Torniamo in LegaDue dopo otto anni e questo è un dato inconfutabile. A giugno ero certo di questo risultato anche se non mi aspettavo di ottenerlo a Febbraio. Mi preme sottolineare, oltre ai meriti della prima squadra, come qui ci sia un progetto e tutti gli obiettivi siano stati percepiti. Abbiamo riottenuto il PalaCalafiore, abbiamo ricreato l’entusiasmo e l’abitudine a venire a vedere la Viola, abbiamo un settore giovanile guidato da coach Bolignano che sta ottenendo grandi risultati. Siamo l’unica società in Italia a gloriarsi anche di una squadra di basket in carrozzina e infine, ma non per importanza, la squadra femminile che è prima in classifica. Questi sono fatti incontestabili.

Stiamo andando verso il futuro a passi fermi e decisi. Devo ringraziare, in qualità di consigliere di Lega, il lavoro fatto dal Pres. Basciano, di Trapani, che hanno tenuto fede a quanto deciso due anni fa sul campionato unico di LegaDue. Quello che può sembrare scontato, non lo è. Oggi abbiamo delle certezze e delle soddisfazioni che ci permetteranno di confrontarci con il pubblico ed eventuali sponsor. Ringrazio i tifosi e la stampa. Per me la stagione inizia adesso e siamo felici di dare al coach un nuovo obiettivo per continuare a divertirci.

Condello: ”Parto dalla gara contro Imola, straordinaria ed esaltante. Sono soddisfatto della reazione della squadra dopo la partita di Ferrara. Continuiamo su questa strada e a maggio faremo un resoconto finale.
Il Ds della Viola poi chiarisce la vicenda legata al mancato tesseramento di Valerio Cucci. “Cucci è di proprietà della Stella Azzurra Roma, ed ha giocato a Veroli che poi è scomparsa. Volevamo valutare il ragazzo da vicino, dopo alcuni giorni è risultato assolutamente interessante e avevamo tutte le intenzioni di tesserarlo anche per il futuro. La Federazione ha negato questo in quanto il ragazzo ha fatto già un doppio tesseramento. Mi attengo al giudice sportivo, ma va sottolineato come Veroli sia stata esclusa, e il ragazzo che è anche un Nazionale, dovrà star fermo sino a Giugno. La prima vittima è proprio Cucci che si adopererà tramite il proprio agente per avviare le vie legali. Noi siamo a sua disposizione e gli abbiamo dato la possibilità di rimanere con noi comunque vadano le cose.