Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallamano – La Puliverde Crotone cede di un soffio sul campo di Altamura (23-24)

Pallamano – La Puliverde Crotone cede di un soffio sul campo di Altamura (23-24)

Pallamano Altamura – Puliverde Crotone: 24 – 23  (risultato pt: 12 – 13)

 

PALLAMANO ALTAMURA: Loporcaro, Tragni T. 4, Cannito, Baldassarra 8, Intini, Ventura, Luisi 4, Tragni A. 4, Tubito, Fiore, Lanzolla, Colamonaco 1, Loizzo 1, Macella 2. All.: Pepe.

 

PULIVERDE CROTONE: Lo Guarro, Perri 6, Gentile, Pedullà 11, Fiorenza A. 3, Lonetto 1, Palermo 1, Fiorenza M., Vrenna 1, Mariano. All.: Cusato.

 

ARBITRI: Intini e Suraco

 

 

Che pazza e che bella questa Puliverde Crotone. Ancora una volta la squadra ha dimostrato di non essere inferiore a nessuno e di essere viva e presente quando il gioco si fa duro. Il Crotone torna dall’impossibile trasferta di Altamura con una sconfitta, ma ha fatto dannare l’anima alla seconda forza del campionato che ha avuto la meglio per un solo gol di scarto. Una prestazione maiuscola per il ragazzi del tecnico Antonio Cusato che hanno reso la vita difficile ad una Pallamano Altamura che si è confermata squadra quadrata e forte in ogni reparto. Trasferta complicata anche per l’assenza del portiere Luigi Cortese lontano da Crotone per impegni di studio, dell’ala destra Domanico Malerba che nell’ultimo allenamento ha rimediato una botta alla caviglia destra ed ha dovuto rinunciare alla convocazione, ma ancora più pesante è stata l’assenza del tecnico Cusato che ha dovuto scontare una giornata di squalifica ed ha seguito la partita dagli spalti tentando invanamente di farsi sentire dai suoi ragazzi. Nelle insolite vesti di allenatore in panchina ha preso posto il presidente Claudio Liotti. La Puliverde che non ti aspetti dunque che esce sconfitta da Sogliano Cavuor e che sette giorni dopo invece fa la voce grossa sul campo della seconda forza del campionato e sfiora la vittoria. Ma anche la solita Puliverde troppo sprecona che sciupa occasioni su occasioni anche quelle più semplici. Contro una difesa difficile da affrontare come quella dell’Altamura il Crotone ha giocato una grande partita in fase offensiva, ha liberato ottimamente i giocatori al tiro che però quasi sistematicamente hanno sbagliato la conclusione. Eccetto questo la Puliverde ha giocato una partita perfetta prendendola in mano fin da subito tanto che i padroni di casa sono passati in vantaggio per la prima volta dopo ben ventisette minuti. Questo dato la dice lunga sull’andamento della partita. I rossoblù hanno chiuso il primo tempo in vantaggio di una rete. Nel secondo tempo la gara è andata avanti punto a punto fino a quando le forze e la lucidità sono mancate al Crotone ed un sornione Altamura è stato bravissimo ad approfittarne. I padroni di casa piazzano un breck di quattro punti che alla fine risulterà decisivo. Ma l’incontro non è terminato perché con caparbietà la Puliverde si fa sotto e si avvicina paurosamente ad un Altamura che alla fine resiste. Peccato per gli ospiti che avrebbero meritato il pareggio. Il momento nero per quanto riguarda le assenze però sembra non avere fine. In settimana mancherà Cusato che per impegni di lavoro non sarà a Crotone, inoltre per la partita di sabato prossimo, l’ultima in casa della regular season mancheranno sicuramente Alessandro Fiorenze che come Cortese sarà impegnato con gli studi. Restano da verificare le condizioni di Malerba, ma un suo recupero appare improbabile. In dubbio anche Roberto Perri che rischia di saltare la partita per impegni lavorativi.