Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Promozione – Per il Villa San Giuseppe poker al Gioiosa

Calcio, Promozione – Per il Villa San Giuseppe poker al Gioiosa

di Giuseppe Calabrò – Un Villa San Giuseppe lanciatissimo per l’obiettivo di conquistare un posto utile per i play off, “strizza”
l’occhio alla seconda piazza ( in concorrenza con il blasonato Locri di Spadaro) , allunga ulteriormente la
striscia positiva , non perde da 13 giornate, centra l’ottava affermazione casalinga. E deve anche
recuperare la gara esterna di Bagnara che sa di “ingiustizia”. Dice Gianni Siclari, uno dei massimo dirigenti
della “ matricola terribile” : c’ è ilarità, accettiamo il responso della Lega, che accertati i fatti, sostiene
sempre Siclari, ha deciso di far rigiocare la partita, ma si creerà uno spiacevole precedente. Queste le
dichiarazioni della società. E sabato c’è la super sfida contro il Reggiomediterranea di Bruno Leo e il San
Giuseppe intende riscattare la sconfitta patita all’andata.
13 vittorie, 7 pareggi, 2 sconfitte, 41 gol fatti, 16 subiti.
Rendimento costante, qualità e quantità, il “manico” Peppe Verbaro abile a gestire anche una “rosa”
abbastanza ampia. E’ super Roberto Nicolazzo, 16 reti personali, contro il Gioiosa è abile anche il sempre
verde Peppe Pizzata, l’uomo “mascherato” fa una storica doppietta.
Non riesce a realizzare, invece, il funambolico Tonino Postorino, palla al piede, è davvero una delizia
Vederlo giocare. Tonino Vita è il “regista” del complesso.
Peppe Marcianò in difesa è una spanna su tutti, è ben coadiuvato da Pino. Si spinge sugli esterni con
Catalano ( ha colpito un palo) e con Caracciolo. Ottimo l’energico La Tella.
Pasquale Fornello a metà campo copre spazi e fa ripartire le azioni offensive.
Il segreto della “ matricola terribile” ‘ San Giuseppe ?
La serenità e la splendida sinergia fra tutte le componenti. Luigi Germanò, Pasquale Gattuso, Gianni Siclari.
I fratelli Marcianò, Pasquale Viteris sono dirigenti attenti e partecipi, già con l’umiltà e la passione si
possono realizzare piccole ma grandi cose. Il progetto ? Il San Giuseppe vorrebbe la costruzione di uno
nella periferia a nord di Reggio.
Contro il Gioiosa , ben 32 i punti di differenza fra le due formazioni, il San Giuseppe sblocca già al 3 il
risultato con una azione personale di Pizzata. Al 35 il bis su staffilata di Roberto Nicolazzo.
Il primo tempo si chiude con il doppio vantaggio locale.
Nella ripresa si completa il “ poker”, è un pomeriggio sciroccoso , super per Nicolazzo e lo stesso Pizzata.
Gioiosa allenata da un tecnico esperto come Enzo Leone, è team giovane, acerbo, la deficitaria classifica
forse è avvertita più del dovuto. Ha colpito due volte i legni della difesa ben protetta dal giovane Antonio
Cullari. Villa San Giuseppe 4 – Gioiosa 0 +
23 GIORNATA , 8 DI RITORNO
Marcatori: al 3 e al 65 Pizzata, al 35 e al 78 Nicolazzo
Villa San Giuseppe : Cullari 6, Catalano 7, La Tella 7, Pino 7, Marcianò 7,5, Caracciolo 7 (al 79 Gullì), Pizzata
8, Fornello P. 7, Nicolazzo 8, Vita 7 (al 73 Napoli), Postorino 7 (al 79 De Luca) All. Verbaro
Gioiosa : Schirripa 5, Frascogna 5, Sekkun 5 ( all’82 Germo), Catalano 5, Pica 5, Lanza 5 (all’83 Albanese G.),
Albanese D. 5, Tirotta 6, Longo 6, Gimò 6, Placanica 5 (al 46 Petrolin 5) All. Leone
Arbitro- Massaria di Vibo 6 ( Scappatura e Polifrone di Taurianova)