Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto – Serie C, esordio amaro per Crotone in Puglia

Pallanuoto – Serie C, esordio amaro per Crotone in Puglia

FIMCO MAGLIE: Valori, Coluccia, Doveri, Mercaldi, Tremacenere, Corbelli, Falco, Pariti, Giannuzzo, Cazzolla, Falco S., Tremacenere A.

R.N. AUDITORE CROTONE: Adamo, Oppido P., Greco, Arcuri V., Arcuri F., Campagna, Riganello, Bellezza, Basile, Pantisano, Scorza, Amatruda, Candigliota

Direttore di Gara: Sig. Zizza M. di Bari

Un esordio amaro per la R.N. Auditore Crotone nel campionato nazionale di pallanuoto  serie “C”. La squadra del Presidente Ape ha lasciato immeritatamente i tre punti nella Piscina Comunale di Brindisi contro un Fimco Maglie bravo a sfruttare gli innumerevoli  errori dei crotonesi. Un passo falso che però non pregiudica assolutamente il cammino della squadra perchè ottenuto solo alla “prima” del campionato ed in un contesto ambientale certamente non idoneo ad esaltare le caratteristiche atletiche e tecniche della R.N. Auditore.

Mister Arcuri aveva avvisato i propri giocatori della necessità di affrontare limpegno con estrema concentrazione ed impostato la gara nel modo corretto: anticipo e ripartenze. In effetti Pantisano e compagni sono riusciti a materializzare le volontà del Mister recuperando innumerevoli palloni in fase difensiva e ripartendo in velocità per sfruttare la indubbia qualità atletica. Il problema è stato la imprecisione in fase conclusiva. Quella imprecisione che è costata cara ai tredici crotonesi. <<.. troppi errori in fase offensiva.>> dichiara il Tecnico dellAuditore << .. troppa frenesia di concludere a rete. I ragazzi sono stati nettamente superiori nel gioco agli avversari ma .. bisogna metterla dentro ed ogni errore si paga. Così è stato oggi purtroppo>> conclude Francesco Arcuri. Positiva invece la finalizzazione delle superiorità numeriche per i crotonesi con un 75% che dimostra la corretta applicazione degli schemi di attacco. Negativa invece la proficuità conclusiva.

Partita in estremo equilibrio nei primi due tempi con i padroni di casa in vantaggio per 2-1 nel primo quarto e 4-3 al cambio di campo grazie alle reti di Greco, Amatruda e Candigliota per i pitagorici. Il leitmotive del match è stato sicuramente la velocità e spregiudicatezza della giovanissima compagine calabrese da una parte, l’esperienza dei padroni di casa dall’altra. Soddisfacente il gioco espresso ed il ritmo di gara dei pitagorici ma, purtroppo, negativa la fase conclusiva delle azioni troppe volte fallite per scarsa attenzione e troppa precipitazione.

Terzo tempo con la Rari più concentrata e capace di aumentare ulteriormente la velocità cerando serie difficoltà ai padroni di casa. Una serie innumerevoli di controfughe non sfruttate al meglio però non ha permesso agli ospiti di concretizzare la loro superiorità. Nonostante ciò la partita è stata in forse fino a 54 secondi dal fischio di chiusura quando, sul punteggio di nove pari il Fimco è riuscito a segnare il goal vittoria.

Arbitraggio non all’altezza del Direttore di Gara Sig. Zizza di Bari

Ora concentrati per il prossimo impegno di sabato 21 tra le mura amiche. La formazione di Mister Arcuri incontrerà il Bio Sport Conversano, squadra neo promossa, ostica e ben organizzata. La Rari avrà la possibilità di mostrare le sue qualità e conquistare i primi tre punti