Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Calcio – Cosenza, i risultati delle giovanili nel weekend

Calcio – Cosenza, i risultati delle giovanili nel weekend

Week-end in chiaroscuro per le tre formazioni giovanili rossoblu. Le note positive arrivano dalla vittoria della “Berretti” contro il Lecce; la squadra silana ha avuto ragione dei pugliesi in una partita combattuta e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Il Cosenza ha avuto il merito di crederci fino in fondo senza farsi condizionare dalle numerose assenze e dalle occasioni da rete create dal Lecce. Dopo un primo tempo senza grandi scossoni, fatta eccezione per il rigore calciato fra le braccia di Chironi da Fabbricatore, la ripresa è stata di tutt’altro tono ad iniziare dai salentini fermati per ben due volte sulla linea di porta cosentina, prima da Principe e poi da Novello ed una terza dall’arbitro (prestazione sotto tono) che ha annullato, giustamente, una rete al Lecce per fallo sul portiere Puterio in uscita. Quando tutto lasciava presagire un pareggio sale in cattedra il nuovo entrato Falbo che semina avversari al limite dell’area, resiste ad una carica e serve un pallone d’oro a Costabile, il quale, dal canto suo, inventa una palombella che lascia di stucco il portiere pugliese. Il successo proietta i silani in posizioni a ridosso della zona play-off. Questo il tabellino della gara:

COSENZA – LECCE 1-0

Cosenza: Puterio, Novello, De Rose, Canonaco (72′ Falbo), Rizzuto, Arlia, Fabbricatore (67′ Costabile), Chidichimo, Chiappetta, Principe (76’ Lacaria), Reda. A disposizione: Calderaro, Aloisi, Pisani, Sidoti. All.: Tonio Sarcinella.

Lecce: Chironi, Carrozzo, Pascali, Pirretti, Cassano, Morello, Parlati, Toscano (54’ Chiriatti), Sindaco, Capristo, Moriero. A disposizione: Petrachi, Quarta, Muci, Bernardini, Delle Donne, Stefani. All.: Alessandro Morello.

Arbitro: Fiore Tonino di Paola (Cs)

Assistenti: De Bartolo Giovanni e Tropeano Egor di Cosenza

Marcatore: 78’ Costabile

Note: giornata di sole. Terreno di gioco pesante. Spettatori 50 circa. Cosenza in completo bianco; Lecce con maglia giallorossa a strisce verticali e pantaloncini blu. Al 28’ il Cosenza ha sbagliato un rigore con Fabbricatore, concesso per fallo di mano di Pascali, e parato dal portiere ospite Chironi. Espulsi: al 45’ il massaggiatore del Cosenza, Francesco Pugliese, per proteste ed al 96’ Rizzuto per doppia ammonizione, la prima al 75’. Ammoniti: 23’ Moriero, 37’ Toscano, 41’ Principe, 74’ Chidichimo, 75’ Sindaco per scorrettezze. Cosenza privo di Montagnese, ceduto alla formazione del Rende in serie D in prima squadra, Bilotta, Cristofaro, Pizzino e Trombino infortunati. Ex della partita l’allenatore del Lecce, Alessandro Morello. Calci d’angolo 6-2 per il Lecce, Primo tempo 2-1 per il Cosenza. Tempo recuperato: p.t. 1’; s.t. 5+2’.

ALLIEVI

COSENZA – REGGINA 1-1

La formazione degli “Allievi” di Roberto Occhiuzzi agguanta il pareggio nel derby con la Reggina all’ultimo assalto. Inizia all’attacco la formazione di Domenico Zito, che schiera un 4-3-3. Dall’out di sinistra la Reggina affonda: è il 12’ quando Di Napoli combina con Cataldi prima di andare al cross per l’accorrente Liotta che sotto porta insacca facilmente in rete. Il resto della prima frazione è interamente di marca silana. Il tecnico Occhiuzzi passa da un iniziale 3-4-1-2 a un 4-3-3. Al 18’ Ruffolo ruba palla sulla tre quarti, riparte in contropiede tagliando tutto il campo da destra verso sinistra prima di calciare debolmente a lato. Ma la vera occasione per il pareggio è sui piedi di Stranges: al 25’ Pisani lancia in avanti, Lacaria spizzica di testa in area di rigore proprio per Stranges che controlla e calcia di sinistro. Palla di pochissimo alta sopra la traversa. Al 34’ bella azione palla a terra dei padroni di casa con Andrea Bilotta che imposta per Gaudio, il quale si fa spazio tra le linee del centrocampo ospite e da fuori area impegna seriamente l’ottimo Loria che devia in angolo.

Reggina pericolosa subito ad inizio ripresa con Puntoriere che al 47’ entra in area di rigore e calcia forte sul primo palo. Ottima la risposta di Cortina che respinge in angolo. Due minuti più tardi è sempre il numero 9 ospite a sfiorare il raddoppio con un sinistro a giro sul secondo palo che termina la sua corsa fuori di un soffio. Al 50’ la risposta cosentina: punizione di Gaudio ribattuta dalla difesa amaranto, con Curatelo che dal limite di sinistro sfiora il pareggio con un tiro che finisce vicino al palo.  Al 69’ il neoentrato Gentile fugge sulla corsia di destra e crossa in mezzo dove Lacaria viene anticipato di un niente. E’ solo il preludio al gol del pareggio del Cosenza che arriva al 77’ con il difensore Novello che sugli sviluppo di un calcio d’angolo vola in cielo più in alto di tutti e colpisce di testa la palla che termina sotto il sette. Nei quattro minuti di recupero finali i silani provano invano a completare la rimonta che sarebbe stato il giusto coronamento di una bella prestazione.  Ma Loria è insuperabile. 1 a 1 il risultato finale di un accesissimo derby. [DT]

GIOVANISSIMI

SALERNITANA – COSENZA 1-0

La formazione dei “Giovanissimi” rossoblu stecca nella trasferta di Salerno da dove ritorna battuta con il minimo scarto. Squadre schierate a specchio 4-4-2; il  Cosenza controlla bene la Salernitana per i primi 20 minuti dove Martino non corre nessun pericolo, anzi, su una ripartenza, il Cosenza si trova al limite dell’area in 4  contro 2 ma non sfruttano l’occasione entrando in confusione. Al 23’ comincia ad uscire fuori la Salernitana battendo una punizione dal limite che spizzica la traversa di Martino. Al 25’ contropiede della Salernitana con Vitale che arriva stanco ed il tiro e fiacco. Al 30’ altro contropiede della Salernitana ma Dimeo, tallonato da Curia che lo porta verso l’esterno, tira  fuori. Nella ripresa il cliché sembra uguale e la partita sembra incanalata sul nulla di fatto, ma su un fallo laterale, Longo anticipa l’attaccante granata, la palla finisce ugualmente sui piedi dell’esterno salernitano che corre sulla fascia vincendo fortunosamente e con qualche tocco di mano alcuni contrasti fino al cross dal fondo dove Vitale si avventa bruciando Curia con un gran tiro sul primo palo sotto l’incrocio di sinistra di Martino. La partita diventa dura, i ragazzi della Salernitana cominciano ad attuare un gioco falloso ed infatti al 36’ Giudice, dopo avere preso il giallo perché aveva allontanato la palla su una punizione dal limite del Cosenza, viene espulso per una entrata con il piede a martello su Nicoletti che è costretto ad uscire. [GB]

 

Fonte: ilcosenza.it