Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallamano – Il TH Reggio C. perde in trasferta contro il Girgenti nell’esordio nella “fase a orologio”

Pallamano – Il TH Reggio C. perde in trasferta contro il Girgenti nell’esordio nella “fase a orologio”

Licata 14-02, al Palasport “Marconi” si è giocata la prima gara della fase ad orologio, serie B maschile, Area Sicilia.

In campo i padroni di casa del Girgenti affrontano il Team Handball Reggio Calabria. Entrambe le formazioni sono in emergenza. Da una parte manca Cirasa, squalificato; dall’altra i ragazzi dello Stretto si ritrovano con tutti e tre i portieri indisponibili. Sarà capitan Grilletto a sacrificarsi tra i pali. Gli agrigentini partono bene e dopo pochi minuti sono avanti per 3-1. I ragazzi di mister Frontera stringono i denti, si riorganizzano in difesa e trovano soluzioni di gioco alternative in attacco, riuscendo a ribaltare il risultato e portandosi avanti sul 7 a 8 quando siamo a metà primo tempo. Il TH domina la seconda metà della prima frazione di gioco, mantenendo sempre la testa della gara e riuscendo ad andare al riposo sul risultato di 11 a 14.

Al rientro in campo, fra le due squadre è subito lotta. L’Agrigento parte bene e si porta a meno 1 (13-14). Il TH non molla, anzi cambia marcia e riesce a costruire un vantaggio di cinque reti quando sul tabellone di gara mancano quindici minuti. Sul punteggio di 15 a 20, una dubbia sospensione ai danni del Reggio, galvanizza i ragazzi di mister Gelo che, sfruttando la superiorità numerica, stampano un durissimo parziale di 4 a 0. Sul 19 a 20, a parità numerica ristabilita,  il Girgenti segna altre tre reti senza subirne e passa in vantaggio per 22 a 20. Il Team Handball accusa il colpo e non riesce a ritrovare il bel gioco espresso per i primi cinquanta minuti della partita. La gara finirà col punteggio di 26 a 24. Il Girgenti si conferma squadra ostica e dura in difesa, con tanti giovani interessanti, tra tutti Vaiana (classe ’99) autore di 7 reti. Il TH archivia un’altra buona prestazione segnata dalla sfortuna che, fin dalla prima di campionato, perseguita i generosi ragazzi dello Stretto.

Queste le impressioni di mister Frontera a fine gara: “Sono arrabbiato per la sfortuna che ci perseguita da inizio stagione. In questa partita siamo stati costretti a giocare senza i nostri portieri, solo per evidenziare l’ennesimo episodio sfortunato. Ringrazio capitan Grilletto per essersi messo a disposizione della squadra, giocando una buona prova tra i pali, nonostante si trattasse dell’esordio assoluto della sua carriera in questo ruolo. Non mi piace parlare degli arbitri, perché fanno parte del gioco e come i giocatori anche loro possono sbagliare, proprio per rispetto del loro operato preferisco non protestare durante la gara. Abbiamo giocato discretamente per gran parte dell’incontro – continua mister Frontera – tranne alcuni momenti in cui è stato commesso qualche errore. Mi assumo tutte le responsabilità di questa sconfitta, maturata nei minuti finali. Gli errori servono per migliorarsi, la squadra è cresciuta tanto da inizio stagione, ha enormi margini e non ha espresso tutto il suo potenziale. Continueremo a lavorare con passione ed entusiasmo. Faccio i complimenti al Girgenti per la partita disputata e al loro allenatore, Gelo, per il lavoro svolto. Ha creato un gruppo di ragazzi interessanti, tra tutti il giovanissimo Vaiana: è un bene per la pallamano che ci siano dei giovani con prospettiva”.

Prossimo match  contro il Villaurea Palermo, sabato 21 febbraio alle ore 20.30 tra le mura amiche del PalaBotteghelle.