Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 – Serie C1, il punto sulla 18° giornata

Calcio a 5 – Serie C1, il punto sulla 18° giornata

Zefhir Mega Five – Barcollando  2 – 2
Marcatori: 2 Stuppino (Z), Suraci (B), Chiarella (B)

Stuppino

Finisce 2 – 2 il big match della diciottesima giornata tra Zefhir Mega Five e Barcollando, che rimangono dunque separate da due punti in graduatoria anche dopo questo scontro diretto.
Padroni di casa che approfittano di un avvio molto contratto del Barcollando per portarsi in vantaggio dopo soli due minuti grazie al goal di Stuppino. Dopo qualche minuto di assestamento gli ospiti provano a reagire alla rete dei locali, ma prima il palo dice di no a Tallarigo e poi Tamiro è come sempre attento e fa buona guardia. Il risultato rimane dunque invariato fino alla pausa.
Nella ripresa la partita diventa più scoppiettante, con il Barcollando che rientra in campo con molta più aggressività e trova al 37′ la rete del pareggio grazie a Suraci, che bagna così nel miglior modo il suo esordio in maglia giallorossa. La rete del pari dà coraggio agli uomini di mister Carrozza, che tuttavia nel loro miglior momento vengono trafitti dalla seconda rete di giornata di Stuppino, che approfitta di un errore difensivo degli ospiti per riportare i suoi in vantaggio. Il Barcollando accusa il colpo ed al 50′ rischia di capitolare definitivamente quando un tiro di Cuzzocrea impatta sul palo. L’occasione scuote gli ospiti, che provano la carta del portiere di movimento, trovando proprio all’ultimo minuto di gioco regolamentare la rete del pareggio con Chiarella, che fissa il punteggio sul 2 – 2 finale.

Bovalino – Five Soccer Cz  5 – 3
Marcatori: 2 Pipicelli (B), Avarello (B), Clemente (B), Federico P. (B), Tavano (F), Zurlo (F), Giampà (F)

Pipicelli

Dopo la sconfitta sul campo del Barcollando, il Bovalino torna a conquistare i tre punti grazie ad una grande prestazione che gli consente di superare per 5 – 3 la Five Soccer, riportandosi a cinque punti di distanza proprio dagli avversari odierni, che occupano l’ultima posizione utile per accedere ai play off.
Padroni di casa che partono subito con il piede sull’acceleratore e che al 3′ trovano il goal del vantaggio grazie a Pipicelli. Il forcing dei locali non si ferma ed al 13′ arriva anche il raddoppio, messo a segno da Giovanni Avarello. Gli ospiti provano a reagire, ma Zurlo è sfortunato ed il suo tiro viene ribattuto dal palo. I restanti minuti prima della pausa vedono qualche occasione creata da entrambe le compagini, che non riescono però a sbloccare il parziale di 2 – 0.
All’uscita dagli spogliatoi sembra tutta un’altra Five, molto più decisa ed incisiva. Il Bovalino viene colto impreparato da questo ritorno di fiamma dei catanzaresi, che nel giro di una decina di minuti prima accorciano con Tavano, quindi trovano il pareggio con un colpo di testa di Zurlo, ed infine riescono addirittura a completare la rimonta grazie a Giampà, lesto ad approfittare di un pallone vagante dopo una mischia in area. Mister Ferrara capisce il momento di difficoltà e si affretta a chiedere il time-out. All’uscita dal break il Bovalino riorganizza le idee ed al 43′ ristabilisce la parità con uno schema da calcio d’angolo finalizzato da Clemente. L’inerzia della partita cambia nuovamente ed al 47′ il Bovalino controribalta il punteggio grazie all’indiscusso migliore in campo, Pipiceli. La Five Soccer prova a farsi nuovamente sotto, ma sono ancora i padroni di casa al 55′ a trovare la via del goal, con Pasquale Federico che dalla distanza fa 5 – 3. Gli ospiti ci provano ancora, anche con il portiere di movimento, ma non riescono a finalizzare le occasioni create.

Polisportiva Futura – Città di Fiore 10 – 3
Marcatori: 2 Ecelestini (P), 2 Martino (P), 2 Votano (P), Rappocciolo (P), Polimeni (P), Lo Giudice (P), Postilotti (P), 3 Simari (CdF)

Ecelestini Fabio 91 Futura

La Polisportiva Futura si impone senza alcun problema su un Città di Fiore ridotto all’osso, presentatosi alla trasferta di Reggio con soli due senior ed una rosa imbottita di otto juniores. Grazie al 10 – 3 odierno, i reggini approfittano del pari tra Zefhir e Barcollando per portarsi a + 12 sulla seconda in graduatoria.
Padroni di casa che partono subito forte e riescono a portarsi sul doppio vantaggio grazie ad Ecelestini. Il Città di Fiore riesce ad accorciare le distanze con Simari, ma la doppietta di Martino ed il goal di Rappocciolo coronano un primo tempo ben giocato dalla squadra di Alfarano, che si porta al riposo sul 5 – 1. 
Nella ripresa il copione non cambia, ed i padroni di casa allungano sul 6 – 1 con Votano. Gli ospiti accorciano le distanze con un gran goal di Simari, che supera Lo Gatto con un gran tiro all’incrocio dei pali. Si tratta però solo di una fiammata, perché la Polisportiva Futura torna a martellare, con le reti di Lo Giudice e di Polimeni che portano il parziale sull’8 – 2. A questo punto c’è da segnalare però il grandissimo gesto di sportività di Simari, esempio di onestà quando dichiara all’arbitro, che aveva convalidato la rete a seguito di un tiro sbattuto sulla traversa e poi sulla linea, che la sfera stessa non aveva oltrepassato la riga, portando l’arbitro a tornare sui suoi passi. Lo stesso Simari riesce comunque a rifarsi qualche minuto dopo, siglando il goal dell’8 – 3. Nelle file degli ospiti da segnalare l’esordio assoluto in Serie C1 del giovanissimo portiere Barberio, classe 1998. Nel finale i reggini completano l’opera con le reti di Postilotti e Votano, che fissano il punteggio sul 10 – 3.
Partita seguita dalla redazione di www.calabriafutsal.it

Real Rogit – Maestrelli 3 – 2
Marcatori: 2 Cofone (R), Urio (R), Oliva (M), Spanò (M)

Cofone Mario 86 Rogit

Il Real Rogit fatica ma si impone per 3 – 2 sulla Maestrelli, conquistando tre punti che gli consentono di piazzarsi al terzo posto in classifica, scavalcando il Barcollando, fermato sul pari dallo Zefhir.
Sono i padroni di casa a trovare per primi la via del goal, con Cofone che deposita alle spalle dell’estremo difensore ospite l’1 – 0. La reazione della Maestrelli viene poi premiata dalla rete del pareggio di Oliva. Il Real Rogit torna a macinare gioco, ma fatica a sfondare per merito di una Maestrelli molto ben disposta in campo. Gli ospiti vengono però superati nuovamente proprio all’ultimo minuto di recupero dalla rete di Urio, che manda le squadre al riposo sul 2 – 1.
Al rientro dagli spogliatoi i reggini provano ad alzare il ritmo alla ricerca del goal del pari. Gli ospiti creano una buona mole di occasioni, che però non vengono finalizzate a dovere. I padroni di casa non si limitano, comunque, a gestire il vantaggio e riescono ad allungare sul 3 – 1 grazie alla seconda rete di giornata di Cofone. A dieci dal termine la Maestrelli prova la mossa del portiere di movimento, che porta alla rete del 3 – 2 di Spanò. Nell’assalto finale i reggini non riescono però a trovare il goal che gli avrebbe consentito di portare a casa un pari meritato.

Futsal Kroton – Roglianese  2 – 5
Marcatori: Graziani (K), Suppa (K), 2 Stumpo (R), Catania (R), Fortino (R), Baldino (R)

Stumpo Stefano

Colpaccio della Roglianese, che ottiene la seconda vittoria consecutiva superando a domicilio con il risultato di 2 – 5 il Futsal Kroton, portandosi così a soli due punti dagli avversari odierni, che assieme al Città di Vibo occupano l’ultima piazza utile per evitare i play out.
Partono meglio i pitagorici, che riescono a trovare dopo appena quattro minuti di gioco il goal del vantaggio con Graziani. La squadra di Sicilia però non accusa il colpo e trova prima la via del pareggio, con Stumpo, e successivamente anche la rete dell’1 – 2, siglata da Catania. Il Futsal Kroton va un pò nel pallone e non riesce a tirare fuori una buona reazione prima della pausa.
Nella ripresa è ancora la Roglianese a partire meglio ed a trovare alla prima occasione utile la terza rete con Fortino. I padroni di casa provano ad accorciare, ma le poche occasioni che riescono a costruire non vengono finalizzate. La rete del 2 – 3 arriva comunque al 51′ con Suppa, che riapre i giochi. Il Futsal Kroton ora ci crede e prova anche a giocare la carta del portiere di movimento, ma ci pensa Baldino a spegnere gli entusiasmi, firmando il 2 – 4 che chiude virtualmente i conti. Nel disperato tentativo di riaprire ulteriormente il discorso, i locali si riversano in avanti, lasciando però ampie praterie per il contropiede della Roglianese, che insacca anche la rete del 2 – 5 con Stumpo e mette una pietra sull’incontro.
Nel post-partita l’allenatore della Roglianese, Diego Sicilia, ci tiene a ringraziare il Futsal Kroton per l’accoglienza e l’ospitalità mostrata quest’oggi.

Città di Vibo – Amantea  2 – 0
Marcatori: 2 Lo Bianco D.

CITTA VIBO 19 11 14

Importantissima vittoria per il Città di Vibo, che soffre, ma alla fine riesce a conquistare lo scontro salvezza interno contro l’Amantea, che cede per 2 – 0 alla squadra di mister Lo Bianco.
Prime battute che vedono le squadre dar vita ad una fase di studio che produce poche occasioni. Dopo un pò, tuttavia, sono gli ospiti per primi a farsi vivi dalle parti di Barbagallo, che però si disimpegna senza alcun problema. L’equilibrio viene spezzato dal goal di Lo Bianco, che sul secondo palo sfrutta l’assist di Policaro per siglare l’1 – 0. La reazione dell’Amantea non si fa attendere, ma De Luca, Furano e Piluso sono imprecisi in fase di finalizzazione. Prima del rientro negli spogliatoi gli ospiti beneficiano anche di un calcio di rigore, ma Barbagallo è superlativo nel neutralizzare il tentativo di trasformazione di Pellegrino, consentendo ai suoi di tornare negli spogliatoi in vantaggio.
Nella ripresa la squadra di mister Prati prova ancora a prendere in mano le redini del gioco, costringendo il Città di Vibo sulla difensiva. I padroni di casa però hanno anche un pizzico di fortuna, perché su una punizione di Furano la respinta di Barbagallo diventa una palla d’oro per ripartire in contropiede e ancora Lo Bianco va a raddoppiare per i vibonesi. L’Amantea non si scompone e prova ancora a rientrare in partita, ma al 53′ ancora Barbagallo si erge a protagonista del match, neutralizzando il tiro libero di Filice. Nei minuti finali gli ospiti ci provano, ma il Città di Vibo respinge le offensive e mantiene il 2 – 0 fino al triplice fischio.

Futsal Enotria – Sporting Club Corigliano  6 – 4
Marcatori: 5 Mirante G. (E), Restelli (E), 2 Madeo (S), Busa (S), Curti (S)

Mirante Peppe Marco

Trascinata da un Giuseppe Mirante in forma smagliante, autore di un pokerissimo, l’Enotria supera tra le mura amiche con il punteggio di 6 – 4 lo Sporting Club Corigliano, cogliendo così tre punti che la allontanano dalla zona rossa dei play out.
Avvio di gara in cui lo Sporting Club sembra scendere in campo decisamente meglio, trovando dopo cinque minuti la rete del vantaggio con Madeo, che sfrutta alla perfezione uno schema da calcio d’angolo. La reazione dei padroni di casa arriva puntuale e porta alla rete del pareggio. Gli ospiti accusano il colpo e nel giro di pochi minuti vengono trafitti per due volte dalla squadra di casa, che si porta sul 3 – 1. Lo Sporting però non demorde e riesce ad accorciare le distanze grazie ad un’azione personale di Busa, che deposita in rete il 3 -2. Prima della pausa i locali riescono comunque ad allungare nuovamente, portandosi al riposo avanti di due reti.
L’inizio della seconda frazione vede ancora un sussulto d’orgoglio dei coriglianesi, che accorciano ancora con Madeo. I padroni di casa provano ad allungare nuovamente e ne hanno l’occasione grazie ad un calcio di rigore, prima assegnato dagli arbitri, che tutavia ci ripensano ed assegnano una punizione dal limite, per poi consultarsi nuovamente e ritornare sulla decisione iniziale; insomma, ai fini pratici, tanto rumore per nulla, Giuseppe Mirante va dal dischetto ed insacca il 5 – 3. Lo Sporting non molla ed accorcia ancora una volta le distanze, trovando il 5 – 4 con Curti, ma le speranze di rimonta degli ospiti vengono spazzate via dalla rete finale dell’Enotria, che chiude i conti e fissa il punteggio sul 6 – 4.