Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 – Serie C2/A, il punto sulla 17° giornata

Calcio a 5 – Serie C2/A, il punto sulla 17° giornata

Gli odierni risultati fanno prendere alla classifica dei contorni più delineati sia per le ultime due posizioni del podio che, per la zona playout. La capolista come, da previsione, si sbarazza agevolmente della Tre Colli costretta a subire la quinta sconfitta di fila stazionando al penultimo posto. Anche il Città di Paola fa il proprio “dovere” liquidando la pratica Surdo mestamente, ultima in classifica. Considerati gli impegni facili della due battistrada i riflettori della 17^ giornata erano tutti rivolti al match di Lamezia con ospite il Five Falerna. L’incontro non ha deluso le aspettative premiando in pieno recupero la squadra di casa. Sesto risultato utile consecutivo del Bisignano che, prosegue l’ascesa in graduatoria scavalcando il Costa del Lione grazie all’imperioso avvio di gara. Colpi esterni per Hellas Cirò, Città di Fuscaldo e Real Luzzese. Le prime due espugnano gli ostici campi della Silver City e della MM Club Sport grazie ad una attenta e scrupolosa condotta di gara. La Real Luzzese infligge la prima sconfitta interna stagionale ai Novelli ai quali, non è bastata la determinazione per prevalere sulla migliore organizzazione degli ospiti.

TRAFORO – TRE COLLI CZ  5 – 1

Marcatori: 7’ Biasi, 13’ Fasolino (TC), 20’ Biasi, 24’ Berardi, 43’ Sifonetti, 56’ Cosentino

Traforo Tre Colli inizio

16^ vittoria per il Traforo, che doma agevolmente il Tre Colli. La capolista parte come al solito in sordina, studiando fli avversari perima di colpirli. Gli ospiti tengono bene il campo per i primi dieci minuti, in cui resistono agli attacchi e soprattutto non concedono spazi ai locali. Tant’è che la prima rete arriva da calcio d’angolo; perfetto il sinistro di Biasi che porta avanti i suoi. Il vantaggio dura però soli tre minuti, in quanto una disattenzione degli uomini di Madeo, concede il pari a Fasolino, quest’ultimo abile a trafiggere Scorza. Immediata la risposta dei padroni di casa, che nel giro di 5′ si portano sul 3-1 grazie alle reti di Biasi e Berardi. Il risultato potrebbe essere arrotondato, ma la punizione di Cosentino si ferma sul palo. La prima frazione termine con questo risultato. Nella ripresa il Traforo gestisce al meglio il match siglando altre due reti con Sifonetti e Cosentino e sprecando almenoo cinque palle nitide da gol. Alle fine 5-1 e sempre + 12 sul Città di Paola e una gara in meno.

CITTA’ DI PAOLA – SURDO 6 – 3

Marcatori: 6’ Scarnà, 7’ Milano (S), 9’ Chiappetta, 25’ De Luca (S), 33’ Metallo, 34’ e 37’ Chianello, 53’ Sganga, 55’ Thomas (S)

Scarna Antonio  Citta Paola

E’ durata solo un tempo l’illusione del Surdo di strappare un risultato positivo dal campo di Paola. Confermando i propri limiti di tenuta i giocatori ospiti, nei primi 30’ hanno avuto la forza di replicare ai due vantaggi dei padroni di casa offrendo, nel complesso una buona prestazione. Nella ripresa il Città di Paola ingrana da subito il turbo concretizzando tre goal in 4’ chiudendo la pratica. Nel tempo restante i locali, gestiscono il rassicurante vantaggio ampliandolo ulteriormente con la marcatura di Sganga prima di subire la terza e conclusiva rete ospite firmata Thomas.

LAMEZIA SOCCER – FIVE FALERNA  3 – 2

Marcatori: 34’ Pastori (LS), 40’ Aversa (FF), 41’ Celia (LS), 60’ Minieri (FF), 62’ Crapella (LS)

Esultanza di Crapella

Una grande cornice di pubblico per il derby della piana tra Lamezia Soccer e Five Falerna fa da sfondo ad una partita spettacolare fino all’ultimo secondo e che in molti ricorderanno. Il primo tempo della partita è caratterizzato dalla tensione tra le due squadre come testimoniano i 10 falli (5 per parte) fischiati dall’ottimo Carbone della sez. Vibo nei primi 17′ di gioco. La trama è sempre la stessa il Lamezia che attacca e Five Falerna ben messo in campo che chiude gli spazi e cerca di ripartire. Il primo tempo scivola via quindi senza particolari sussulti. Il secondo tempo invece è tutta un’altra storia, infatti al 34′ Pastori riesce a bucare la retroguardia falernese siglando la rete dell’1-0. Adesso la partita è ricca di capovolgimenti di fronte ed al 40′ l’ex Aversa riporta il risultato in parità dopo uno schema su punizione perfettamente riuscito. Palla al centro e Mr. Pellegrino facendo suoi uno dei tanti insegnamenti del suo predecessore (Mr. Le Pera) chiama lo schema, 3 passaggi e il capitano Marco Celia non deve far altro che mettere dentro il goal del 2-1 a porta sguarnita. Subito il goal il Five non si da per vinto attaccando a testa bassa ma trovano in Folino (oggi in campo grazie ad una infiltrazione) un baluardo quasi inespugnabile. L’occasione del pareggio ce l’ha Minieri su tiro libero al minuto 56′ ma incredibilmente spara fuori .A questo punto Mr. Rotundo inserisce il portiere di movimento che porta i risultati sperati nel primo dei due minuti di recupero proprio con Minieri che segna chiudendo sul secondo palo. Partita finita? Macchè…Nell’esultare al goal del pareggio De Cario si rivolge in maniera scorretta verso la tribuna, l’arbitro vede tutto ed estrae il cartellino rosso, da questo episodio nasce un parapiglia prima in tribuna e poi in campo che però dopo un paio di minuti grazie ai dirigenti delle due squadre viene risolto. A conseguenza di ciò l’arbitro chiama un ulteriore minuto di recupero. Mr. Pellegrino con gli avversari con un uomo in meno decide di mettere due elementi della sua juniores D’agostino e Crapella che fino a quel momento non avevano giocato neppure un secondo per provare una situazione di superiorità numerica provata durante la settimana. Mai scelta fu così azzeccata, palla in banda per D’agostino che di sinistro la mette sul secondo palo per Crapella che insacca il goal del definitivo 3-2. Esplode il palasparti e partita che finisce qui. (A.S. Lamezia Soccer)

CITTA’ DI BISIGNANO – COSTA DEL LIONE  6 – 5

Marcatori: 1’, 2’, 3’ F. Iaquinta (B), 9’ A. Bisignano (B), 12’ Falsetta (B), 24’ De Cario (CL), 26’

D’Alessandro (B), 27’ Villella (CL), 30’ Floro (CL), 35’ Vallone (CL), 62’ Matarazzo (CL)

Bisignano Costa Lione

Vittoria di misura del Città di Bisignano, protagonista indiscussa del primo tempo di gioco di contro, rilassatasi un po’ troppo, nella seconda parte, quando i catanzaresi hanno, invano, tentato la rimonta. La squadra di casa parte fortissimo, con super F. Iaquinta che sigla ben tre goal, uno dopo l’altro, nei primi tre minuti di gioco! Di seguito M. Iaquinta sfiora la traversa sprecando una ulteriori occasione come le pregevoli conclusioni di C. Bisignano fermate dal portiere avversario. Al 9’, è A. Bisignano che buca la rete da notevole distanza. Segue Falsetta al 12’ fissando il parziale sul 5-0. Mister Carnuccio incita i suoi ragazzi invitandoli a fare possesso palla, adottando un metodo alquanto originale di rotazione dei portieri, utilizzando molto spesso il portiere di movimento. Questa tattica consente a De Cario, al 24’ di realizzare la prima rete ma, subito dopo, D’Alessandro concretizza il sesto goal. Da questo momento, i bisignanesi proteggono la loro porta senza essere particolarmente offensivi mentre, la squadra ospite è tutta in avanti a tentare la rimonta. E’ il giovane Villella, classe ’96, uno dei migliori in campo a segnare la rete rete per la compagine ospite seguito da Floro dopo l’annuncio del minuto di recupero. Fine primo tempo, parziale 6-3. Tornati dagli spogliatoi, i ragazzi di mister Barbuto cercano di contenere gli avversari concedendogli poco. Quel poco non basta ai catanzaresi per vincere la gara, nonostante i goal di Vallone e Matarazzo. Sul 6-5, l’arbitro decide che può bastare. (A.S. Federica Giovinco)

MM CLUB SPORT – CITTA’ DI FUSCALDO  4 – 5

Marcatori: C. Leta (CF), Cinnanti (CF), Molinari (MM), Lavorato (MM), Cinnanti (CF), Cerenzia (MM), M. Leta (CF), Cinnanti (CF), Dentini (MM)

Cinnanti Luca  Città Fuscaldo

Il Città di Fuscaldo interrompe la mini striscia positiva della MM Club condannandola a restare invischiata nella zona playout. La squadra ospite, sfavorita dal pronostico, ha avuto il merito di non farsi prendere dall’ansia riprendendo il comando della gara anche quando sembrava prendere una piega avversa. Con una accorta tattica la squadra tirrenica avvalendosi degli altrui errori sotto porta, concretizza la meglio le occasioni capitate riuscendo a chiudere i primi 30’ avanti di due reti realizzate da palle inattive. In avvio di ripresa gli uomini di mister Caravetta, si sbloccano pareggiando il conto con Molinari e Lavorato. Il match sembra mettersi in discesa per i locali ma, palo e traversa ne frenano lo scatto in avanti. Il Fuscaldo, invece, non sbaglia e su punizione ripassa in vantaggio. Immediata la replica di Cerenzia per il 3 a 3. Gli ospiti intuendo di potere osare di più sorprendono i padroni di casa con il micidiale uno-due firmato M. leta, Cinnanti. La MM con la froza della disperazione si riversa in avanti riuscendo a realizzare solo una rete insufficiente per colmare il gap.

SILVER CITY – HELLA S CIRO’ MARINA  2 – 4

Marcatori: Sinopoli (HC), L. Potrone (HC), El Madì 2 (SC), Sinopoli (HC), Pignola (HC)

Pignola Antonio  Ciro

L’ottima Silver City penalizzata nel finale dall’ arbitro che prendendo delle discutibili decisioni compromette un match fantastico. La Silver City come sempre in casa dimostra di essere la più forte. Nel primo tempo i ragazzi del mister Pippo Torneo danno il massimo producendo tantissimi tiri in porta, creando almeno dieci occasioni da goal. La prima frazione si gioca costantemente nell’area degli avversari concedendogli quasi nulla. Tuttavia, nonostante la notevole mole di giuoco i locali, non riescono a concretizzare chiudendo il primo tempo sullo 0 a 0 (complimenti al portiere ospite). Nel secondo tempo la Silver a continua ad attaccare ma, in contropiede il Ciro ha segnadue goal complice gli errori dell’ ultimo uomo della Silver che perde palla consentendo agli avversari di presentarsi 2 contro 1 contro l’ottimo Iuele. La risposta dei padroni di casa, non tarda ad arrivare grazie al prezioso contributo dell’attaccante Mustafa El Madì autore di una pregevole doppietta. Dopo questo pari l’ arbitro inizia a vedere falli inesistenti “regalando” il tiro libero agli avversari nei minuti di recupero. Iuele neutralizza il tiro ma, su calcio d’angolo il Ciro passa avanti. La Silver si schiera con il quinto uomo che perde ingenuamente perde palla di conseguenza subendo in 30’’ due goal. Complimenti agli avversari che hanno saputo concretizzare al meglio le occasioni in una partita splendida all’insegna del fair play tra due squadre in ottimi rapporti. Deleterio la direzione arbitrale nel concitato finale penalizzando per l’ennesima volta la Silver city. (A.S.Direttore Sportivo Francesco Isabella).

5 DAcri rete 0 1

NOVELLI – REAL LUZZESE  2 – 6

Marcatori: 5’ D’Acri, 9’ Caniglia (N), 20’ Greco, 24’ e 43’ Lopetrone, 52’ Murano, 56’ Abruscia (N), 61’ Lopetrone

E’ la Real Luzzese ad interrompere l’imbattibilità casalinga dei Novelli. Troppo netto il divario organizzativo delle due compagini per sperare di inanellare un altro risultato positivo. I limiti della squadra di casa sono stati messi a nudo da avversari più concreti non che consapevoli di una migliore disposizione tattica fatta di logici schemi di giuoco. La squadra di casa nonostante i palesi limiti, guidata dagli esperti Pignataro e Montesanto coadiuvata dall’estroso M. Curia, ha cercato di compensare le palesi difficoltà ma, alla distanza ha dovuto alzare bandiera bianca

.9 Caniglia rete 1 1

 La Real Luzzese, con arguzia tattica, sin dalle battute iniziali limita il raggio d’azione dei locali di contro, riuscendo al 5’ a sbloccare il punteggio grazie a D’Acri abile nel ribadire in rete la respinta del portiere Torchia. La reazione dei Novelli non tarda ad arrivare e grazie ai soliti guizzi di M. Curia nelle vesti di assist-man, trova con Caniglia la rete del pareggio. Per diversi minuti i quintetti si equivalgono fino a quando la Real Luzzese, prende le misure e con Greco su passaggio di Lopetrone, ripassa in vantaggio. I Novelli accusano il colpo e prima del riposo subiscono la terza segnatura da bomber Lopetrone. Nella ripresa cambia poco. I Novelli non riescono a trovare il bandolo del giuoco e per i ragazzi di mister Sena è facile realizzare ulteriori due reti blindando i tre punti. Le ultime due marcature, una per parte, non modificano il giudizio di una gara meritatamente vinta dagli ospiti.