Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5, Serie C1: il punto sulla 17^ giornata

Calcio a 5, Serie C1: il punto sulla 17^ giornata

Maestrelli – Polisportiva Futura  1 – 4
Marcatori: Vadalà (M), 2 Votano (F), Rappocciolo (F), Gil (F)

Votano Antonio 89 Futura

La Polisportiva Futura vince in rimonta il derby reggino contro la Maestrelli e mette uaestrelli che invece si vede nuovamente trascinata in zona play out, complice la vittoria del Futsal Kroton. Futura che prova sin da subito a fare la partita, ma che trova di fronte a sé una Maestrelli mna seria ipoteca sul campionato, approfittando del mezzo passo falso dello Zefhir sul campo del Città di Fiore, e portando a dieci le lunghezze di vantaggio sulla diretta inseguitrice. Molto compatta e ben ordinata, che si difende come meglio non potrebbe all’interno della propria metà campo. I padroni di casa non disdegnano però qualche ripartenza e proprio in occasione di una di queste arriva il vantaggio siglato da Vadalà. La capolista non si scompone e torna a macinare gioco, trovando prima della pausa il pareggio con Rappocciolo. Si va dunque al riposo sul parziale di 1 – 1.
Nella ripresa la partita continua a essere viva, con gli ospiti che continuano a fare possesso palla prolungato e la Maestrelli che prova a difendersi come può. Alla lunga però l’insistenza degli uomini di Alfarano viene premiata, quando Votano trova il varco giusto ed insacca l’1 – 2. La rete del vantaggio apre spazi letali nella difesa della Maestrelli, in cui Gil si infila senza fare troppi complimenti per siglare la terza rete. I padroni di casa provano allora la carta del portiere di movimento, ma è ancora la Polisportiva Futura ad andare in rete, con Votano che ruba palla in pressione e deposita nella porta sguarnita, fissando il punteggio sull’1 – 4 finale.

Barcollando – Bovalino 6 – 2
Marcatori: 2 Tallarigo (Ba), Iozzo (Ba), Lo Riggio (Ba), Fiorentino (Ba), La Salvia (Ba), Clemente (Bo), Baldissarro (Bo)

Barcollando Bovalino ingresso

Il Barcollando respinge l’attacco al terzo posto portato da Real Rogit e Five Soccer, superando per 6 – 2 il Bovalino ed indirizzando in maniera ben precisa il discorso play off.
Barcollando su cui pare pesare il punticino conquistato nelle ultime due uscite di campionato; la squadra di casa infatti parte un pò contratta e dopo nove minuti viene trafitta dagli amaranto, che vanno in goal con Clemente. Ci si aspetterebbe una reazione del Barcollando, che però non crea eccessivi grattacapi a Panuzzo, sempre ben protetto dalla sua retroguardia. Al 29′ però arriva comunque il pari, messo a segno da Tallarigo, che manda le squadre al riposo sull’1 – 1.
Barcollando Bovalino centrocampo

La rete subita, anche un pò immeritatamente, in chiusura di tempo viene accusata dal Bovalino, che dopo appena quaranta secondi della ripresa subisce anche il 2 – 1, che porta la firma di Iozzo. Nemmeno un minuto dopo Chiarella sfiora il tris, ma il suo tiro viene respinto dal palo.  A questo punto, complice il numero ridotto di uomini con cui si era presentata a questo impegno la squadra amaranto (solo cinque i componenti della prima squadra, per il resto spazio a giovani), il Barcollando prende il totale sopravvento, andando per ben due volte in rete tra il 36′ ed il 40′, prima con Tallarigo e poi con Lo Riggio. Il Bovalino prova a reagire allo shock con il goal di Baldissarro, ma è un fuoco di paglia, perché appena un minuto dopo ci pensa Fiorentino a ristabilire le distanze. Gli ospiti provano a giocare la carta del portiere di movimento, ma la partita è ormai virtualmente chiusa ed al 58′ La Salvia mette il punto esclamativo con la rete che fissa il punteggio sul 6 – 2.

Città di Fiore – Zefhir Mega Five 5 – 5
Marcatori: 2 Simari (CdF), Mannarino (CdF), Oliverio (CdF), Urso (CdF), 2 Lorenti (Z), 2 Pratticò (Z), Zoccali (Z)

Simari Cristian 90 Citt Fiore

Lo Zefhir rischia grosso, ma riesce a rimontare ed a portare a casa almeno un punto dalla trasferta sul campo del Città di Fiore, che blocca gli uomini di Carella sul 5 – 5. Lo stesso tecnico dello Zefhir nelle dichiarazioni del post-partita, pur complimentandosi con gli avversari per la voglia, il gioco e la grinta messi in campo quest’oggi, non risparmia un duro attacco alla coppia arbitrale, rea a suo dire di aver fischiato la fine dell’incontro (in un momento in cui l’inerzia andava a favore dello Zefhir, ndr) con netto anticipo, al 59′ per l’esattezza, dopo aver decretato un solo minuto di recupero ed aver fischiato dopo soli quindici secondi dalla stessa indicazione.
Venendo alla cronaca del match, c’è da raccontare di un Città di Fiore che scende in campo senza alcun timore reverenziale verso i più quotati avversari. L’aggressività degli uomini di mister Federico porta ad un primo tempo praticamente perfetto, in cui lo Zefhir di fatto sembra non scendere mai realmente in campo. Il parziale al termine dei primi trenta minuti di gioco è impietoso per gli ospiti, che si ritrovano sotto di tre reti a zero. Nella ripresa gli ospiti tornano in campo decisamente più carichi e dopo pochi minuti Carella prova la carta del portiere di movimento, che dapprima sembra non dare frutti quando i padroni di casa riescono a portare il parziale sul 5 – 1; ma il volto dell’incontro cambia dopo poco, perché lo Zefhir inizia a mettere una costante pressione su un Città di Fiore che soffre le avanzate di Lorenti e compagni. Lo Zefhir riesce con una incredibile rimonta a portarsi sul 5 – 5, ma il tempo per completare la rimonta e ribaltare il risultato non c’è. Le due squadre devono quindi accontentarsi di un punto a testa, che per quanto riguarda il Città di Fiore non risolve i problemi di classifica (anzi, gli uomini di Federico si vedono scavalcati in graduatoria dalla Roglianese) e per lo Zefhir significa scivolare a dieci lunghezze dalla schiacciasassi Polisportiva Futura.

Five Soccer Cz – Amantea  4 – 1
Marcatori: 2 Zurlo (F), Capicotto M. (F), Capicotto A. (F), Forte (A)

Zurlo Emanuele 88 Five CZ

La Five Soccer mette a segno la terza vittoria consecutiva, superando per 4 – 1 sul proprio terreno di gioco l’Amantea, che dal canto suo vede così interrompersi la propria serie di partite senza sconfitte che durava da otto giornate.
Succede tutto nella prima frazione, in cui dopo una decina di minuti durante i quali le squadre si studiano, arriva la rete dell’1 – 0 per la Five Soccer, siglata da Zurlo che fa 1 – 0. La reazione dell’Amantea è tempestiva e pochi minuti dopo arriva il pareggio grazie a Forte. La gioia del pari dura però poco per gli ospiti, che un minuto dopo si vedono nuovamente sorpassati dai catanzaresi, che trovano il 2 – 1 con Mario Capicotto. Il nuovo vantaggio galvanizza la Five Soccer, che trova anche la terza rete, con Zurlo che mette a segno la sua seconda rete di giornata. Prima della pausa c’è ancora spazio per una rete dei padroni di casa, che calano il poker con Andrea Capicotto e si portano al riposo avanti 4 – 1. Nella ripresa succede poco, con la Five Soccer che si limita a gestire l’ampio margine di vantaggio conquistato nei primi trenta minuti e l’Amantea che prova a tirare fuori una reazione che però non basta a sorprendere la attenta retroguardia locale.

Sporting Club Corigliano – Real Rogit  3 – 9
Marcatori: 2 Madeo (S), Busa (S), 3 Urio (R), 3 Cofone (R), Labonia (R), Amodeo (R), Pereira (R)

Cofone Mario 86 Rogit

Il Real Rogit porta a quattro il numero di vittorie consecutive, superando a domicilio per 3 – 9 uno Sporting Club Corigliano che, a dispetto della propria deficitaria classifica, merita comunque il plauso per aver lottato fino all’ultimo su ogni pallone.
Ospiti che trovano il vantaggio dopo nemmeno un minuto di gioco, sorprendendo così lo Sporting Club. La rete subita è un duro colpo per i padroni di casa, che per una decina di minuti scompaiono dal campo, spianando la strada al Real Rogit che va in rete per altre due volte, portandosi sullo 0 – 3. Lo Sporting Club prova allora a reagire, ma il Real Rogit gestisce bene e riesce anche a calare il poker. Prima del rientro negli spogliatoi i locali riescono comunque a trovare la via dell’1 – 4 con Madeo.
Nella ripresa la partita è decisamente più equilibrata, con lo Sporting Club Corigliano che prova ad impensierire in più occasioni l’estremo difensore della squadra ospite. In ogni caso, il gap tecnico, fa sì che il Real Rogit, trascinato dalle ottime prove di Urio e Cofone (entrambi autori di una tripletta quest’oggi), riesca ad ampliare il proprio vantaggio, chiudendo la contesa sul punteggio di 3 – 9.

Futsal Kroton – Città di Vibo  4 – 3
Marcatori: 2 Zanda (K), Stasi (K), Graziani (K), Briga A. (V), Russo (V), Bochean (V)

Zanda

Il Futsal Kroton conquista tre punti fondamentali, aggiudicandosi tra le mura amiche il delicato scontro salvezza contro il Città di Vibo  con il punteggio di 4 – 3.
Prima parte di frazione favorevole agli uomini di Lo Bianco, che già dopo cinque minuti sbloccano il parziale grazie al goal di Antonio Briga. I padroni di casa provano a reagire, ma sono sempre i vibonesi a rendersi più pericolosi ed a trovare al 24′ il goal del raddoppio con Russo. Al 29′ ci pensa però Stasi con una bel tiro su punizione ad accorciare per i suoi. Le emozioni del primo tempo non sono ancora finite, perché prima del rientro negli spogliatoi il Futsal Kroton trova il tempo di agganciare gli avversari, quando sugli sviluppi di un fallo laterale Zanda, al primo minuto di recupero, batte Barbagallo per il 2 – 2 con cui si va al riposo. La ripresa si apre in maniera altrettanto scoppiettante, con un paio di occasioni per parte, che non vengono però sfruttate al meglio dai rispettivi attacchi. Con il passare dei minuti il Città di Vibo comincia ad accusare la stanchezza, complice la penuria di uomini con cui si presentava a questa sfida; il Futsal Kroton invece prende sempre di più il comando delle operazioni ed al 52′ riesce a completare la propria rimonta, con Graziani che insacca il 3 – 2. Gli ospiti accusano il colpo e dopo appena un minuto è Zanda a mettere una  ipoteca sulla partita, firmando la sua seconda rete personale di giornata. La reazione del Città di Vibo si concretizza al 57′, quando su un calcio di punizione calciato da Bochean, la deviazione di Martire spiazza il proprio estremo difensore, che non può evitare il 4 – 3. Nei minuti finale gli ospiti provano il tutto per tutto, ma l’ultima occasione, capitata sui piedi di Grillo, non viene sfruttata al meglio.

Roglianese – Futsal Enotria  2 – 1
Marcatori: 2 Fortino (R), Brandonisio (E)

Roglianese 07 02 15

Dopo un lungo periodo di digiuno la Roglianese torna a fare risultato pieno, superando per 2 – 1 il Futsal Enotria e conquistando così tre punti importanti per continuare a credere nella salvezza. Padroni di casa che appaiono ordinati e ben disposti in campo sin dai primi minuti, in cui riescono a rispondere senza troppi patemi alla pressione portata dall’Enotria. La squadra di Sicilia non si limita però a contenere ed al 12′ sblocca il risultato grazie a Fortino. Gli ospiti allora provano ad alzare la pressione ed i loro sforzi vengono ripagati dalla rete del pareggio di Brandonisio, bravo ad approfittare di una indecisione della difesa locale. La Roglianese non si disunisce e riesce a trovare al 28′ la rete del nuovo vantaggio, ancora una volta con Fortino, che sugli sviluppi di uno schema da calcio d’angolo deposita in rete la palla del 2 – 1 con cui si va al riposo. Nella ripresa gli ospiti provano a portare pressione alla porta difesa da Cuconato, che però è più volte bravo ad abbassare la saracinesca e dire di no agli attaccanti dell’Enotria. Anche la Roglianese avrebbe l’occasione per duplicare il proprio vantaggio, ma Catania a tu per tu con Patruno si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite. Nel finale gli ospiti provano la carta del portiere di movimento per raddrizzare il risultato, ma l’unico frutto è l’espulsione di Galera, costretto (da quinto uomo) ad un fallo di mano fuori area per evitare che la palla terminasse in fondo al sacco.