Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – Vibo, la storia di Jack Sintini conquista la gioiosa comunità di Amaroni

Volley – Vibo, la storia di Jack Sintini conquista la gioiosa comunità di Amaroni

Da qualche mese, la storia di vita di Giacomo “Jack Sintini” ha messo le
sue radici in Calabria. Nella duplice veste di atleta della Volley Tonno
Callipo Calabria Vibo Valentia e di autore del suo libro “Forza e
Coraggio” che racconta, passo dopo passo, la sua “resurrezione” e il suo
ritorno alla vita. La Calabria lo ha accolto con grande simpatia, lo ha
ospitato nelle sue aree urbane più consolidate (il capoluogo di regione
Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria), ma anche nei suo territori meno
conosciuti. Nei borghi, nei paesini dell’entroterra, Jack Sintini ha
raccontato il suo percorso che lo ha portato a sconfiggere la malattia e
il cancro. Ieri sera il palleggiatore giallorosso ha fatto tappa in un
piccolo comune della provincia di Catanzaro dalla storia millenaria. Un
paese che negli ultimi anni ha stretto un rapporto di grande cordialità
e amicizia con la Volley Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e il
presidente Pippo Callipo. Amaroni, piccolo centro dell’entroterra
catanzarese situato nella parte geografica più stretta della Calabria,
quella per cui è possibile, tra le altre cose, ammirare
contemporaneamente la bellezza dei due mari, il Tirreno e lo Ionio. Il
paese del miele, il paese che, tramite l’ospitalità della sua gente e la
buona politica della propria amministrazione, ha saputo intessere
rapporti con la società giallorossa. Il brand “Amaroni Mieli”, ad
esempio, è stato sponsor (a titolo gratuito) della Tonno Callipo e ha
campeggiato sulla storica maglia della squadra di pallavolo creata in
occasione del centenario della Conserve Alimentari “Giacinto Callipo”.
Il presidente Pippo Callipo è ormai un habituè della cittadina di
Amaroni grazie anche agli eccellenti rapporti di amicizia sviluppati
negli ultimi anni con il neo-consigliere regionale Arturo Bova (già
sindaco della cittadina amaronese) e con Teresa Lagrotteria, assessore
al Bilancio e calorosissima tifosa della Tonno Callipo sempre presente
alla domenica al Pala Valentia e, sovente, anche in trasferta a seguito
della squadra. E’ stata la Sig.ra Lagrotteria a volere fortemente Jack
Sintini ad Amaroni, in collaborazione, peraltro, con la D.ssa Wanda
Chiodo, altra figura molto vicina sia al presidente Callipo e alla
società giallorossa, che alla comunità amaronese (è stata lei a ideare,
ad esempio, il brand “Amaroni Mieli”). E così in una fredda serata di
inizio febbraio contrassegnata dal forte maltempo (pioggia e grandine
battente), Jack Sintini è arrivato puntuale all’appuntamento all’interno
dei locali della biblioteca comunale intitolata al celebre scrittore
Tiziano Terzani. Il suo sorriso e la sua genuinità hanno da subito
conquistato i presenti in sala (molteplici rappresentanti di realtà
associative del territorio, stakeholders istituzionali, il parroco
Antonio Scicchitano e i tanti cittadini, tra cui molti giovani, di
Amaroni; non poteva mancare, il presidente Pippo Callipo). A rendere
ancor più frizzante l’atmosfera, la consueta abilità comunicativa del
giocatore ravennate che ha destato curiosità e attenzione nei volti dei
presenti. Trasudano entusiasmo e gioia dalle parole di Teresa
Lagrotteria: “E’ stata una serata intensa – ha asserito l’assessore al
Bilancio del comune di Amaroni – e, nonostante le condizioni
atmosferiche avverse, la biblioteca ha accolto le numerose persone
accorse alla presentazione del libro di Jack Sintini. La sua storia ha
toccato il cuore di tutti noi, la gente presente, sebbene il racconto
sia durato un’ora e quaranta minuti, non se ne voleva andare. Abbiamo
accolto Sintini nella nostra biblioteca intitolata a Tiziano Terzani,
anch’egli vittima della malattia del cancro. Ringrazio tutti coloro che
hanno reso possibile la realizzazione di questo evento culturale di
grande rilevanza sociale che ha scosso la coscienza di tutti noi e che
ha rallegrato la nostra comunità. Grazie a Jack, alla Volley Tonno
Callipo e al presidente Pippo Callipo”