Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – Serie C femminile. Digem in evidente crescita

Volley – Serie C femminile. Digem in evidente crescita

Al PalaMarcellino di scena il Crotone, squadra quotata che, alla prima trasferta di campionato, non ha piegato la Digem pur battendola. Il girone di ritorno trova le squadre ormai rodate e pronte a riconfermare lo spettacolo davanti al pubblico rossoblu. La gara si archivia con il risultato di 1-3 ma il Crotone spesso ha subito la forza delle giovani under della squadra locridea, che hanno messo a nudo la loro crescita tecnica.

Note di cronaca.
La Malena, giocatrice di categoria superiore, si presenta subito e firma il primo punto a favore del Crotone, formazione che arriva a Marina di Gioiosa priva della Ceravolo. Quando la stessa si porta in battuta è 1-5, fa lievitare ancora la quota esterna ma poi la Digem si impone con la Sorgiovanni e successivamente si presenta puntuale a muro. Le padrone di casa accorciano le distanze, 5-7 quando l’altro asso del Crotone, la Bitonti, va in battuta e non mantiene il possesso. È ancora lei a sbagliare un attacco qualche tempo dopo, per il 10-12. È Maria Grazia Ruggia a portare le sue al primo pari con l’ace del 14-14. Il successivo pari è sul 18-18. Questa volta è Antea Sorgiovanni a primeggiare in battuto proprio contro la Bitonti che la rotazione vuole sistemata nelle retrovie. Il vantaggio arriva sino al +3 per la Digem che con il 25-22 conquista il primo set. Il secondo set replica la partenza del precedente, il Crotone è sul 3-7 e la Digem non contiene gli attacchi della Bitonti. Sono proprio le esterne a sbagliare e destinare il quarto punto in casa. La Reale batte sul 5-9, la Digem si impone a muro e poi torna ad attaccare con convinzione. Le esterne perdono il ritmo, la Malena è neutralizzata con una ricezione sulla giusta diagonale ma il punto crotonese ci scappa lo stesso. Sull’8-11 c’è una certezza: la Maji non sbaglia una ricezione. La Ruggia la ripaga con una veloce che bacia il parquet per il 10-12. Ace della D’Agostino dopo poco più di mezz’ora di gioco, poi risponde la Bitonti con la sua casacca numero 4 e le distanze non mutano. Gli errori si pagano alla lunga, qualche distrazione favorisce la perdita di concentrazione e l’allungo del Crotone che poi, sul 16-24, è in battuta e a muro conquista il set. Il terzo set si apre ad appannaggio casalingo. Il primo punto è della Ruggia, quelli a seguire della Bitonti. 2-2 dopo poco, con la Pasqualino che sfrutta il rallentamento della palla sulla rete. Quando la Cavaleri va in battuta è 8-6 il punteggio. Il Crotone riconquista palla e trova subito pari e vantaggio. Dopo una manciata di minuti il punteggio torna in favore delle ragazze di Carrozza e lo stesso gioca per la prima volta odierna la carta Romeo. Segue un nuovo capovolgimento sul tabellone (12-13) e in battuta c’è la Malena che firma l’ace. La Digem si vota al recupero, mette in mostra azioni e reazioni, a tratti stupisce e qualche volta è penalizzata dalle decisioni arbitrali che, però, non incidono sul risultato. Il 16-21 è storia di un ping pong emozionante ma emotivamente difficile da recuperare (19-25).
Il terzo set parte in salita per la Digem. Il Crotone c’è e si vede, a rete ci arriva con la forza che oltre il nastro passa tutta. Il recupero va in porto fino al 7-8, le ragazze di Asteriti riprendono quota e sono cinque le lunghezze. Per battere il Crotone in difesa serve un parallelo e il capitano gialloblu lo adopera per il 10-13. Poi arriva la schiacciata della Romeo e successivamente il muro della Ruggia. In battuta c’è il capitano, il punteggio si riduce ad una lunghezza di distanza, il Crotone riprende il possesso palla e risale di tre punti. La distanza rimane tale fino al 16-19, poi sale in cattedra la Bitonti&company. Il quarto set si chiude 18-25.