Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Calcio a 5 – Aurora Gallico a gonfie vele, battuto il Reggio FC

Calcio a 5 – Aurora Gallico a gonfie vele, battuto il Reggio FC

PGS AURORA GALLICO – REGGIO FC 5-4 (3-3 P.T.)

PGS AURORA GALLICO: Arrigo, Modafferi Ang., Modafferi G., Germanò, Bueti, Melaouah, Megali, Gangemi, Modafferi Ant., Iannò, De Giovanni, Cartisano. Allenatore: Branca
REGGIO FC: Squillace, Caminiti, Matà, Barreca, Amedeo, Carisi, D’Agostino, Cassalia, Mazzei, Polimeni, Suraci, Spinelli. Allenatore: Falliti
ARBITRO: Conti di Reggio Calabria
MARCATORI: 4’ pt Bueti (P), 5’ pt Mazzei (R), 6’ pt Modafferi G. (P), 8’ pt Megali (P), 10’ pt D’Agostino (R), 31’ pt Mazzei (R); 5’ st Megali (P), 7’ st Gangemi (P), 19’ st Amedeo (R)

GALLICO DI REGGIO CALABRIA – Finisce a Gallico la striscia vincente del Reggio FC al cospetto di una squadra di casa mai doma che porta a casa i tre punti e scavalca proprio gli avversari di giornata in una classifica sempre più avvincente. Lo score della partita – piacevole, combattuta ed in bilico fino al fischio finale – regala il secondo posto agli uomini del presidente Penna, ad un punto dalla capolista Nuova Rosarnese.
CRONACA. Mister Branca punta sull’usato sicuro e si affida alla vecchia guardia: Arrigo in porta, Megali e Giuseppe Modafferi esterni, capitan Gangemi ultimo e Bueti con “in mano” le chiavi dell’attacco. Il Reggio FC risponde con Suraci in porta, D’agostino e Cassalia esterni, Polimeni difensore centrale e Mazzei pivot. Nei primi dieci minuti di gioco è un monologo dei padroni di casa: fioccano le palle gol, complice anche un avvio di partita sonnolento dell’ex capolista. Dopo quattro minuti è proprio Bueti a mettere la firma su una veloce azione avviata da Gangemi e conclusa da Giuseppe Modafferi. Il Reggio FC non ci sta ed un minuto più tardi trova il pari con Mazzei, bravo ad anticipare Gangemi ed a bruciare Arrigo con un bel diagonale. L’Aurora non subisce il contraccolpo, anzi continua a macinare gioco ed azioni trovando in rapida successione il 2-1 con Giuseppe Modafferi ed il 3-1 con Megali (entrambi i giocatori finalmente si sono rivisti in campo ai loro livelli, quelli – per intenderci – della storica vittoria in Coppa Calabria nella passata stagione). La girandola dei cambi concede una spinta maggiore al Reggio FC che via via entra in partita: continui fraseggi ed una manovra veloce alla ricerca degli angoli per cercare le conclusioni sul secondo palo portano gli ospiti a sfiorare ripetutamente il gol, ma Arrigo è attento. La rete degli uomini di mister Falliti è nell’aria e arriva su punizione grazie ad un missile di D’Agostino sul quale il portiere gallicese non può nulla. Dal 3-2 fino alla fine del primo tempo non cambia il tema della partita: il Reggio FC spinge alla continua ricerca del pareggio e l’Aurora prova con veloci ripartenze a bucare la difesa ospite. Iannò ha sul piede la palla per allungare, ma viene ipnotizzato da Suraci abile ad allungarsi a terra ed a chiudere la porta. La legge del calcio non si fa attendere e nei minuti di recupero Mazzei regala agli ospiti la rete del pari. Il primo tempo di chiude sul 3 -3.
La pausa fa bene all’Aurora: i gialloneri rientrano dagli spogliatoi con un piglio diverso, più convinti e concentrati, alzano i ritmi del pressing rubando palla agli avversari e lanciandosi in veloci ripartenze. Emblematica l’azione di Giuseppe Modafferi che sradica letteralmente palla a D’Agostino in mezzo al campo e si invola a tu per tu con Suraci, ma sbaglia l’assist a Bueti che, in caso di esito positivo, si sarebbe ritrovato solo a porta sguarnita. Due minuti dopo, azione analoga ma cambiano i protagonisti: stavolta è Bueti ad innescare il contropiede ed a fornire l’assist vincente a Megali, bravo a seguire l’azione ed a segnare con un preciso tocco d’interno destro sul quale Suraci non può fare nulla. Sempre Bueti, subito dopo, regala un altro assist di pregevole fattura a Megali ancora bravo a farsi trovare sotto porta, questa volta però senza gonfiare la rete. Il Reggio FC prova ad attaccare, ma lascia troppi spazi in difesa ed in uno di questi al 7’ capitan Gangemi è abile ad infilarsi: riceve palla a centrocampo, si invola sulla fascia sinistra, si accentra saltando il portiere con una finta e deposita il pallone in fondo al sacco con il destro. Gli uomini di mister Falliti, ad un passo dal baratro, trovano ancora una volta la forza di rialzare la testa, imprimono il piede sull’acceleratore chiudendo l’Aurora nella propria metà campo e costringendola a giocare in apnea. La mossa si rivela vincente: proprio in seguito ad un pressing ai limiti dell’area di rigore gallicese, il Reggio FC conquista palla ed accorcia le distanze. Mister Branca comprende che è il momento di cambiare e si affida a Germanò ed ai baby Nino Modafferi e De Giovanni per ridare brio e vivacità alla manovra. Modafferi colpisce il palo su una conclusione da destra, De Giovanni e Germanò sono bravissimi a chiudere gli attacchi avversari alleggerendo la pressione ospite. La partita diventa più equilibrata, ma l’Aurora, complice l’uscita di capitan Gangemi per infortunio (sospetto stiramento), fa più fatica a controllare gli attacchi del Reggio FC e si affida alle prodezze di Arrigo per mantenere in piedi il risultato. Il portiere di casa si erge a protagonista della partita, compiendo degli autentici miracoli su due tentativi a colpo sicuro del bravo Mazzei. Mister Falliti gioca la carta del portiere di movimento con D’Agostino. Di conseguenza, gli ospiti alzano ancora di più la pressione e sfiorano il pareggio, rischiando però il gol del 6-4 con Modafferi che intercetta un passaggio e calcia in porta colpendo il palo. Il Reggio FC prova un disperato assalto nei minuti di recupero, ma proprio su una parata di Arrigo l’arbitro Conti sancisce la fine di una entusiasmante partita. Si chiude cosi il girone d’andata più equilibrato degli ultimi anni con cinque squadre nello spazio di quattro punti.
COMMENTI. «E’ stata una bella vittoria – ha dichiarato al temine dell’incontro Giacomo Megali dell’Aurora Gallico, autore di una doppietta – frutto del lavoro svolto in settimana e della voglia di tutta la squadra di portare a casa i tre punti giocando bene e divertendosi. E’ stato un girone d’andata molto equilibrato, sicuramente positivo per noi guardando la classifica ed il gioco espresso. Ma il campionato è ancora lungo… Stiamo facendo bene, però non ci poniamo obiettivi. Alla fine tireremo le somme. Colgo l’occasione per fare i complimenti al ritrovato bomber Cartisano che sarà fondamentale per noi nel girone di ritorno».