Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – La Viola non si riscatta, al PalaCalafiore vince Scafati (65-72)

Basket – La Viola non si riscatta, al PalaCalafiore vince Scafati (65-72)

di Gianni Tripodi – Terza sconfitta consecutiva per la Viola che non riesce più a vincere. Dopo le due battute d’arresto contro Recanati e Treviglio il team di coach Benedetto non riesce ad alzare la testa e subisce una pesantissima sconfitta contro la penultima in classifica (65-72). Non arriva il riscatto tanto atteso, quella di oggi era la prima di due gare casalinghe consecutive, bisognava cominciare a vincere per cercare di ritrovare quella continuità di risultati e bel gioco interrotta bruscamente dopo l’infortunio di Erik Rush, ma così non è stato e altri due punti sono sfumati via. Pessima partenza per la Viola che inizia subito con un handicap di -13 punti, tanti i tiri forzati per Ammannato e compagni che chiudono con il 38% dal campo, gli ospiti invece non sbagliano quasi mai, Ruggiero (3/5) e Lestini (3/3) con 8 punti a testa sono immarcabili e Scafati chiude così con un incredibile 100% da tre (6/6) e il 69% dal campo. La strigliata di coach Benedetto serve a scuotere i suoi, i nero arancio sono più aggressivi e rientrano nel match con le due triple consecutive di Rezzano e l’impatto dalla panchina di Casini e Spissu, si va così all’intervallo lungo con la Viola avanti per la prima volta nel match di una sola lunghezza. Dal rientro sul parquet la gara rimane in equilibrio, entrambe le squadre tirano con il 50% dal campo, Rezzano e Deloach segnano punti fondamentali, la fiammata sul finire di quarto di Rush regala alla Viola il +4. Nell’ultima frazione di gioco Scafati mette la testa avanti, +6, con le triple di Lestini e i canestri da sotto del duo Simmons – Evans, nel momento di maggiore difficoltà arrivano i quattro punti consecutivi di capitan Ammannato per il -1 che fanno sperare. Scafati non molla la presa con un super Spinelli che si carica la squadra sulle spalle e la porta alla vittoria finale, la sua incredibile tripla a 24” dal termine vale il match, i nero arancio forzano l’ultimo possesso e Scafati può festeggiare il colpaccio al Pala Calafiore. La Viola rimane ancora ferma a quota 22 punti senza riuscire a smuovere la classifica, prossimo impegno domenica 8 febbraio ancora al Pala Calafiore contro Tortona.

Giornata 20 – Campionato A2 Silver
Viola Reggio Calabria – Givova Scafati 65-72
Parziali: 12-25, 30-29, 53-49, 65-72
Arbitri: Gagliardi Gianluca di Anagni (FR), D’Amato Alex di Roma (RM) e Longobucco Andrea di Ciampino (RM)

Viola Reggio Calabria: Deloach 8, Casini 6, Azzaro, Rezzano 18, Lupusor 1, Spissu 4, Rossi 10, De Meo ne, Rush 8, Ammannato 10

Coach: Giovanni Benedetto
Givova Scafati: Zaccariello, Lestini 11, Ghiacci 5, Ruggiero 13, Simmons 8, Evans 13, Matrone ne, Bisconti 4, Sanguinetti, Spinelli 18

Coach: Alessandro Finelli

 

Mani fredde in avvio per i nero arancio con le prime due triple sbagliate da Deloach e Rezzano, anche Scafati non è da meno 0/2 ed una palla persa dopo 2’ di gioco. Fiammata ospite con Ruggiero e Lestini dalla lunga per il 0-4 di parziale, nero arancio finalmente ad infilare la retina con Rossi in penetrazione, altra tripla per Ruggiero, Ammannato da una parte e Spinelli dall’altra, 4-11. Deloach con la bomba senza ritmo a ridurre il gap, ma Ruggiero è scatenato già a quota 8 punti, Rossi dalla media, ma Scafati è calda dai 6.75, altra tripla dell’ex Lestini per il 9-16, secondo fallo per Rush che rimane sul parquet, timeout Benedetto. Scafati non arresta la corsa, Simmons (2/2) e Lestini continuano a martellare il canestro, alla tripla di Rezzano risponde Spinelli, ottima circolazione degli ospiti, Ghiacci punisce ancora la difesa ed è +13 12-25. Secondo quarto: Viola subito aggressiva, Lupusor dalla lunetta fa 1/2, ma i soliti errori in attacco non le consentono di ridurre l’ampio gap, Bisconti da sotto, super Rezzano scalda la mano ed infila due triple consecutive che esaltano il pubblico del Pala Calafiore, sul -8, timeout Finelli. La difesa nero arancio sale di intensità e gli ospiti faticano, 0/4 ed una palla persa per Lestini e compagni, Casini (2/2) e la tripla del giovanissimo Spissu fanno entrare definitamente la Viola nel match, 24-27 ed è ancora timeout per coach Finelli. Il tap in di Ammannato su errore di Casini vale il -1, due palle perse consecutive sanguinose, Ruggiero schiaccia in contropiede, 26-29. Timeout Benedetto, i liberi di Deloach (2/2) e la penetrazione di Casini portano per la prima volta la Viola a condurre il match, 30-29. Terzo quarto: Tecnico fischiato alla panchina nero arancio, ma Spinelli non converte in punti dalla lunetta, Simmons da una parte e Rush dall’altra per il 32-31. Rezzano (2/2), Spinelli non sbaglia dalla lunga per il 34 pari. Rossi si butta dentro, segna subendo il fallo, gioco da tre punti realizzato che vale il -3, Spinelli alza per Evans che va a schiacciare, Deloach dall’altra parte per Ammannato facile ad appoggiare, 39-36. Ruggiero torna a colpire dalla lunga e son dolori, antisportivo fischiato a Deloach, i liberi di Spinelli e la schiacciata di Evans per il +3. Botta e risposta tra Deloach e Bisconti, si rimane in parità con la tripla centrale di Rossi, 45-45. Tripla pazzesca di Rezzano subendo fallo non sanzionato, 1/2 dalla lunetta per Deloach, Spinelli batte tutta la difesa e va ad appoggiare, Rezzano di forza con l’aiuto della tabella e la schiacciata in contropiede di Rush mette le ali alla Viola, +6, sul finire di quarto il canestro di Evans ad accorciare, 53-49. Quarto quarto: Simmons a correggere in tap in l’errore di Spinelli, tripla senza ritmo di Rush a cui risponde Lestini, 56-54. Viola in difficoltà, Lestini la punisce ancora dalla lunga distanza e due canestri consecutivi di Simmons valgono il +5, Ammannato a rompere il digiuno, un incontenibile Evans segna subendo il fallo, gli ospiti allungano ancora, +6. Antisportivo fischiato a Lestini, Spissu fa 1/2, i nero arancio non mollano la presa e con quattro punti consecutivi di Ammannato si riporta in partita, +1 e timeout Finelli a 2’01” dal termine. Ammannato subisce lo sfondamento di Evans (quinto fallo), Spinelli scarica per Simmons che va a schiacciare, -3 Viola, timeout Benedetto. Rezzano dalla media per il -1, ma la tripla di Spinelli sembra chiudere definitivamente i conti, -4 Viola con 24” sul cronometro, timeout Benedetto. Deloach perde una palla sanguinosa, Spinelli con l’1/2 fa calare il sipario, finisce 65-70.