Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – La Viola cerca subito riscatto a Treviglio, con uno Spissu in più

Basket – La Viola cerca subito riscatto a Treviglio, con uno Spissu in più

di Giovanni Foti – Dopo la delusione infrasettimanale al PalaCalafiore contro Recanati, la Viola è pronta a tornare in campo appena quattro giorni dopo, questa volta al PalaFacchetti di Treviglio, per sfidare una delle forze del campionato di Lega Due Silver.
Anche la Remer, nell’ultima uscita, ha compiuto un passo falso, perdendo sul campo di Matera per mano del solito, temibile Josh Greene, autore di 22 punti, 10 rimbalzi e 4 assist, che hanno affondato la corazzata di Tommaso Marino e compagni, fermandoli a 24 punti e impedendogli di guidare in solitaria la classifica.
La squadra di coach Vertemati, tuttavia, presenta un roster di tutto rispetto, con lunghe rotazioni, al contrario dei neroarancio, che, da un po’ di partite, stanno facendo i conti con gli infortuni, uno su tutti quello di Erik Rush.
Treviglio, finora, porta ben cinque giocatori in doppia cifra di media, con il play Marino che guida la squadra con 14 punti e 4 assist. Gli altri esterni nel backcourt della Remer sono Tomas Kyzlink e Mirko Turel, rispettivamente da 9.8 e 8.3 punti di media, oltre al giovane Tommaso Carnovali, che ultimamente sta risultando caldissimo al tiro dalla lunga distanza, viaggiando col 39% da 3 (46 conclusioni mandate a segno su 119 tentativi dal perimetro).
Anche il reparto lunghi è ben fornito, con Emanuele Rossi su tutti, che raccoglie 9 rimbalzi a partita, oltre gli 11 abbondanti punti ad allacciata di scarpe. L’altro lungo in casa Treviglio è Raphael Gaspardo (10.7 punti e 8.2 rimbalzi), mentre dalla panchina subentra Prokop Slanina, giovane centro di 207 centimetri che si fa sentire sotto le plance.
Per la Viola, invece, è ancora indisponibile Erik Rush, tuttora in via di recupero, ma coach Benedetto potrà contare su un giocatore in più nelle sue rotazioni: il giovane playmaker Marco Spissu, che potrà dare un po’ di respiro a Marco Rossi, usurato dalla mole di partite giocare finora.
Con l’innesto del play sardo la Viola allunga la sua panchina sugli esterni, potendo contare, oltre ai due sopracitati, anche su Marcos Casini e Michael Deloach, che nell’ultima uscita hanno faticato a trovare la via del canestro, tirando con percentuali bassissime dalla lunga distanza.
Una nota lieta, però, proviene da un altro giovane in casa neroarancio: Ion Lupusor, che nella gara contro Recanati ha fatto vedere grandi cose, lottando su ogni palla, senza arrendersi mai.
Anche Massimo Rezzano è in un periodo buono, avendo riacquistato fiducia nel suo tiro e risultando uno dei pochi pericoli negli ultimi match giocati.
Un ruolo importante, inoltre, sarà quello degli altri due lunghi: il capitano Ammannato, ma soprattutto Alessandro Azzaro, che ha dimostrato di non essere ancora all’altezza di gestire minuti importanti in contumacia all’ala svedese.