Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, DNG: i giovani della Viola mandano al tappeto la capolista Virtus Roma

Basket, DNG: i giovani della Viola mandano al tappeto la capolista Virtus Roma

Viola, l’impresa è servita! Nella prima giornata di ritorno del girone D del Campionato di Divisione Nazionale Giovanile, l’U19 della Viola Reggio Calabria batte sorprendentemente la capolista Virtus Roma (83-79 con conseguente ribaltamento della differenza canestri) al termine di una partita che difficilmente si dimenticherà, non solo perché ha visto i reggini, nel proprio fortino, infliggere il primo dispiacere stagionale ai capitolini che arrivavano in riva allo Stretto forti di un ruolino di marcia invidiabile (8 vittorie su altrettanti incontri disputati) ma anche e soprattutto per il modo in cui è arrivata la vittoria, con una remuntada strepitosa e appassionante. All’inferno e ritorno : dal -25 di fine primo quarto al +4 finale con i neroarancio che sono stati bravi a non perdere la testa e a non disunirsi, trovando la forza e l’orgoglio, dopo essersi scrollati di dosso ogni timore, di risalire la china nonostante la situazione iniziale piuttosto complicata, buttando il cuore oltre l’ostacolo, a dimostrazione, ancora una volta, di quanto questo gruppo sia appassionato e  voglioso di far bene, ricordiamolo, alla prima apparizione in un campionato nazionale.

 

LA GARA : Primo quarto da incubo per i padroni di casa che possono contare sul rientrante De Meo, avvio shock per  i neroarancio che  non riescono in alcun modo a trovare la via del canestro, i giallorossi chiudono tutti gli spazi e difendono in maniera aggressiva costringendo i reggini a perdere molti palloni che si trasformano in facili contropiedi per i pimpanti  ragazzi di Bonora. Nei primi otto minuti violini non pervenuti, gli ospiti piazzano un micidiale 19 a 0 di parziale prima della tripla di Russo che spezza il digiuno dei suoi a due minuti dalla fine del tempino, seguito da un canestro di Osmatescu per un totale di miseri 5 punti a fronte dei 30 messi a segno dagli avversari. Alla fine del primo quarto sono quindi ben 25 le lunghezze da recuperare.

Nel secondo quarto scende sul parquet una Viola diversa che inizia a lavorare pazientemente ai fianchi Roma e rosicchiando punti su punti riesce a chiudere il primo tempo sotto soltanto di 5 punti (35-40).

Al rientro dagli spogliatoi la Virtus  mantiene un margine di vantaggio che oscilla tra i 3 e i 5 punti ma è sul finire della terza frazione che Russo impatta sul 53 pari, Roma non ci sta e con un break di 9-0 firmato Alviti – Romeo- Salari ricaccia indietro i locali, l’ultimo tiro è di Florio e i reggini devono ancora rincorrere.

All’inizio degli ultimi dieci minuti il gap si dilata e complice un tecnico chiamato alla panchina, la Viola sprofonda a -10 a 5 minuti dalla sirena dei 40’, tuttavia i giovanotti di coach Bolignano non demordono e risorgono di nuovo con Sindoni, Russo, De Meo e Florio, quest’ultimo autore di due tiri pesanti preziosissimi e il punteggio è di nuovo in parità (72-72). Il play barese mette la freccia per il primo vantaggio Viola, il solito Romeo risponde presente per il 74-74 ma la premiata ditta De Meo & Florio colpisce ancora per l’allungo a un minuto dalla fine ( +6 Viola). Con Finamore e Alviti, Roma cerca di rimanere aggrappata al match, Sindoni sbaglia i liberi della tranquillità ma ci pensa De Meo, sempre dalla lunetta, a mettere la parola “the end” al confronto nel tripudio del PalaMazzetto.

Con questa vittoria la Viola sale a quota 14 in classifica portandosi a soli due punti dalla prima posizione e può godersi il prestigioso successo che rappresenta indubbiamente  un’iniezione di adrenalina per il futuro, in attesa di tornare in campo, dopo il turno di riposo, il 2 febbraio quando si farà visita al Latina. Palla a due alle ore 20 presso la  palestra dell’Istituto “Vene”.

 

Queste le parole nel post partita di uno stremato ma soddisfattissimo coach Domenico Bolignano: “Abbiamo avuto un avvio difficile, non siamo nuovi a queste partenze, speravo di aver superato questa fase e invece siamo ricaduti nel buio iniziale, fortunatamente siamo riusciti a rialzarci quasi subito. Probabilmente abbiamo pagato il troppo nervosismo e le aspettative per questa partita visto l’avversario che avevamo di fronte ma siamo rientrati con una grande prova di gruppo, di tutti, tra campo e panchina sfoderando una super prestazione nei restanti tre quarti. Dobbiamo comunque rimanere con i piedi per terra pensando che adesso avremo partite importanti da giocare in trasferta a cominciare da Latina, un banco di prova importante, insieme alla partita di Palestrina, per capire se questa squadra può puntare ai primi due posti, tutto dipenderà da noi”.

 

 

 

 

 

VIOLA REGGIO CALABRIA – VIRTUS ROMA 83-79

(5-30, 35-40, 58-64)

VIOLA REGGIO CALABRIA : Russo 8, Sindoni 7, Franzò 8, Lupusor 13, Osmatescu 17, De Stefano n.e., Panzera n.e., De Meo 17, Florio 13, Nucera n.e., Bonaccorso n.e.,Mafrica n.e. Coach: Domenico Bolignano – Ass.: Francesco Barilla e Iliano Sant’Ambrogio

VIRTUS ROMA : Gai, Alviti 17, Finamore 2, Ciambrone, Romeo 23, Dell’Oca 5, Sorge 2, Tarquinio 13, Pirino 2, Salari 15. Coach: Davide Bonora – Ass: Alessandro Tonolli

 

Arbitri: Scrima e Nocera

 

 

 

VIOLA REGGIO CALABRIA – VIRTUS ROMA 83-79

(5-30, 35-40, 58-64)

VIOLA REGGIO CALABRIA : Russo 8, Sindoni 7, Franzò 8, Lupusor 13, Osmatescu 17, De Stefano n.e., Panzera n.e., De Meo 17, Florio 13, Nucera n.e., Bonaccorso n.e.,Mafrica n.e. Coach: Domenico Bolignano – Ass.: Francesco Barilla e Iliano Sant’Ambrogio

VIRTUS ROMA : Gai, Alviti 17, Finamore 2, Ciambrone, Romeo 23, Dell’Oca 5, Sorge 2, Tarquinio 13, Pirino 2, Salari 15. Coach: Davide Bonora – Ass: Alessandro Tonolli