Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 – Serie C1, il punto sulla 14^ giornata

Calcio a 5 – Serie C1, il punto sulla 14^ giornata

Real Rogit – Futsal Enotria 5 – 4
Marcatori: 3 Cofone (R), Amodeo (R), Salerno (R), 2 Carnuccio (E), Restelli (E), Brandonisio (E)

Cofone Mario 86 Rogit

Il Real Rogit interrompe la serie di tre sconfitte consecutive, imponendosi per 5 – 4 sul proprio terreno di gioco contro il Futsal Enotria. Con i tre punti odierni i padroni di casa agganciano in graduatoria la Five Soccer a quota 25 e respingono l’attacco alla zona play-off portato dal Bovalino.
Prima frazione in cui la squadra di casa gioca decisamente meglio, mettendo in grande difficoltà l’Enotria, che fatica a fronteggiare le avanzate di Cofone (autore di una tripletta) e compagni. Il dominio della squadra di Cruceli è evidente anche nel punteggio, che al rientro negli spogliatoi è di 3 – 0. 
Dopo aver quasi regalato un tempo agli avversari, l’Enotria prova a scendere in campo con più motivazione nella ripresa, ma qualche errore individuale di troppo consente ai padroni di casa di allungare ancora sul 5 – 1. Sotto di quattro reti, gli ospiti provano la mossa del portiere di movimento per rientrare in gioco e grazie alle reti di Carnuccio, Restelli e Brandonisio riescono a portarsi sul 5 – 4 rimettendo tutto in discussione. I tentativi finali di agguantare il pari non risultano vincenti ed all’Enotria rimane il rammarico per un primo tempo in cui hanno concesso agli avversari un margine difficile da recuperare.

Città di Vibo – Barcollando  2 – 4
Marcatori: aut. Marullo, Paternò (V), Chiarella (B), Iozzo (B), Sestito (B), Rocca (B)
Citta Vibo Barcollando centrocampo
Il Barcollando passa anche a Vibo e non molla neanche un centimetro nella serrata lotta al secondo posto con lo Zefhir. Con il 2 – 4 rifilato oggi al Città di Vibo, sale a quattro il numero centrocampo delle vittorie consecutive della squadra di mister Carrozza.
Parte a razzo la squadra ospite, che dopo appena due minuti trova già il goal che sblocca l’incontro con Chiarella. La reazione dei padroni di casa non è molto incisiva e non preoccupa uno Sperlì per lo più inoperoso nell’arco della prima frazione. Al 19′ il Barcollando trova la via del raddoppio con Iozzo. Questa volta i padroni di casa accusano il colpo e non riescono ad evitare cinque minuti più tardi la rete dello 0 – 3 siglata da Sestito.  Nella ripresa i padroni di casa provano a reagire e con un pò di fortuna riescono a trovare l’1 – 3, quando su un calcio d’angolo tirato forte in mezzo, la palla sbatte su Marullo e si infila alle spalle di Sperlì. Si tratta però solo di un fuoco di paglia, perché gli ospiti sentendo puzza di bruciato tornano a premere, dapprima sfiorando il poker con Tallarigo che non riesce ad insaccare a pochi centimetri dalla linea, e poi trovando l’1 – 4 con Rocca. In occasione della rete, però, l’estremo difensore ospite Barbagallo si trovava a terra dolorante. Con grandissima sportività, la squadra di mister Carrozza “restituisce” subito la rete ai padroni di casa. Nel finale c’è poco da segnalare, se non due espulsioni (una dal campo ed una dalla panchina), entrambe per proteste ai danni di due giocatori di casa. Finisce dunque 2 – 4, con il Barcollando che prosegue la sua striscia positiva e risponde alla vittoria dello Zefhir.

Zefhir Mega Five – Roglianese  4 – 1
Marcatori: 2 Zoccali (Z), Presini (Z), Lorenti (Z), Baldino (R)

Zoccali

Lo Zefhir Mega Five prosegue il confronto a distanza con il Barcollando, superando in scioltezza la Roglianese tra le mura amiche per 4 – 1 e conquistando tre punti che gli consentono di rimanere in scia alla squadra di Carrozza. 
Padroni di casa che provano sin da subito a prendere il comando delle operazioni, costringendo la Roglianese a difendersi. Gli ospiti fanno fatica a ripartire, ma sembrano tenere botta agli attacchi dello Zefhir nei primi minuti. Attorno al 12′ arriva però la rete del vantaggio per i locali, siglata da Zoccali che fa 1 – 0. Da qui in poi la gara si mette in discesa per gli uomini di mister Carella, che poco dopo trovano anche il raddoppio con Presini. Nei rimanenti minuti prima del riposo, i padroni di casa provano ancora ad andare in rete, ma sono poco incisivi in fase di realizzazione.
Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti provano a riaprire la partita con un sussulto d’orgoglio, trovando la rete del 2 – 1 con il solito Baldino. Lo Zefhir però ristabilisce immediatamente le distanze con la rete del 3 – 1 di Lorenti. Successivamente, ci pensa Zoccali a siglare la rete che fissa il punteggio sul 4 – 1 finale e che gli vale la doppietta personale.

Polisportiva Futura – Futsal Kroton 10 – 1
Marcatori: 5 Votano (P), 2 Rappocciolo (P), Logiudice (P), Pannuti (P), Gil (P), Graziani (K)

Votano Antonio 89 Futura

La Polisportiva Futura si impone a valanga sul Futsal Kroton con il punteggio di 10 – 1 e continua la sua fuga solitaria in vetta alla classifica, rispondendo ancora una volta al tentativo di avvicinamento di Barcollando e Zefhir Mega Five. 
Copione del match chiaro sin dalle prime battute, con la squadra di mister Alfarano che tiene in mano il pallino del gioco ed il Futsal Kroton che prova a ripartire quando ne ha l’occasione. Il fortino degli ospiti si sgretola però dopo una decina di minuti, quando Votano porta in vantaggio i suoi. La risposta del Futsal Kroton è affidata ad una ripartenza che porta alla rete di Graziani. Da lì in poi però c’è solo la Futura in campo. I padroni di casa chiudono nella propria metà campo i pitagorici, che non possono resistere alle avanzate dei reggini, bravi a chiudere il primo tempo sul 4 – 1. 
Nella ripresa Alfarano, anche in vista dell’impegno infrasettimanale nella Coppa Italia Nazionale, dà inizio ad un’ampia rotazione, che coinvolge tanti under, tra cui l’estremo difensore esordiente Daniel Amaddeo. La rotazione non significa però un calo d’intensità nel pressing e negli attacchi dei padroni di casa che, trascinati da un Votano sempre più leader della classifica cannonieri (con il pokerissimo di oggi il reggino sale a quota 30 in campionato) dilagano fino a portarsi sul 10 – 1. Tra le marcature della Polisportiva Futura da segnalare la prima rete in C1 dell’under Pannuti.

Five Soccer Cz – Città di Fiore  3 – 3
Marcatori: 2 Tavano (F), Zurlo (F), 2 Mannarino (C), Caria S. (C)

Tavano Carlo 87 Five CZ

Proprio allo scadere si fissa sul punteggio di parità l’incontro tra Five Soccer e Città di Fiore, che impattano per 3 – 3, portando a casa un punto a testa. 
Sono i padroni di casa a prendere inizialmente in mano il pallino del gioco, costringendo gli ospiti a tenere il baricentro sempre molto basso. La pressione della Five Soccer frutta le reti di Tavano e Zurlo, che portano il parziale sul 2 – 0. Nonostante un primo tempo non brillantissimo, gli ospiti riescono comunque ad accorciare le distanze prima del riposo, con Salvatore Caria che in mischia insacca il 2 – 1 con cui si va negli spogliatoi.
In avvio di ripresa il copione sembra non cambiare, perché è ancora la squadra di casa a trovare la via del goal dopo pochi minuti, con Tavano che approfitta di un’incertezza dell’estremo difensore ospite per firmare il 3 – 1. A questo punto la squadra di mister Federico inizia ad alzare il baricentro alla ricerca del goal che li rimetterebbe in partita. Inevitabilmente, gli ospiti si sbilanciano lasciando ampi spazi alle ripartenze della Five, che però si dimostra poco cinica in fase di realizzazione. La dura legge del “goal sbagliato, goal subito” punisce i padroni di casa, trafitti dal goal di Mannarino che riapre i giochi. Nel finale Federico prova la carta del portiere di movimento, per dare concretezza al notevole sforzo prodotto dai suoi. La mossa è azzeccata, perché proprio allo scadere Mannarino trova il goal del 3 – 3. Palla al centro ed è la Five a giocare con il quinto uomo di movimento, ma è ancora il Città di Fiore a sfiorare un clamoroso colpaccio, con Laratta che recupera palla e prova a trovare la segnatura dalla propria area, ma la palla scheggia il palo e sfila al lato di poco.

Amantea – Maestrelli  1 – 1
Marcatori: Signorelli (A), Postorino (M)

Postorino Carmelo

Finisce in parità lo scontro diretto tra Amantea e Maestrelli, che impattano per 1 – 1 al termine di una partita in cui probabilmente la paura di perdere ha impedito che i ritmi di gioco decollassero.
Prima frazione in cui le due squadre danno vita ad una lunga fase di studio, in cui non si segnala nessuna particolare occasione da goal. L’importanza dei punti in palio nella sfida odierna blocca un pò le compagini, che sembrano aver più paura di cedere il fianco all’avversario, che voglia di trovare il varco giusto. L’equilibrio viene comunque sbloccato prima del rientro negli spogliatoi da Signorelli, che sugli sviluppi di un fallo laterale si fa trovare pronto ad insaccare sul secondo palo per il vantaggio dell’Amantea. Gli ospiti provano a reagire, ma non riescono ad impensierire la retroguardia locale e si va al riposo sull’1 – 0. 
Nella ripresa la Maestrelli rientra in campo cercando di prendere in mano le operazioni alla ricerca del goal del pari, ma la difesa dell’Amantea si chiude molto bene e non concede grandi occasioni ai reggini. La spinta degli ospiti è costante, ma il fortino dei padroni di casa sembra non crollare, al punto che a pochi minuti dal termine la Maestrelli prova la carta del portiere di movimento. La mossa si rivela decisiva, perché questa volta il prolungato possesso palla dei reggini trova concretizzazione in un tiro dalla distanza di Postorino, che fissa il punteggio sull’1 – 1.
Da segnalare, nel post-partita, le dichiarazioni del sig. Berna, dirigente della Maestrelli, che ci tiene a spendere qualche parola d’elogio per l’arbitro dell’incontro, Cannistrà, da egli definito: “All’altezza e con grande personalità. Al momento secondo me il migliore arbitro della categoria”
Una lode da parte del dirigente reggino per una categoria troppo spesso criticata come quella arbitrale.

Bovalino – Sporting Club Corigliano  5 – 1 
Marcatori: 2 Avarello (B), Clemente (B), Pipicelli (B), Baldissarro (B), Forzino (S)

Avarello G

Il Bovalino supera senza fatica il fanalino di coda Sporting Club Corigliano per 5 – 1 e continua la sua cavalcata verso le zone nobili della classifica. Partita che si segnala soprattutto per la copiosità di under presenti in campo, sia da parte dello Sporting Club (lo stesso marcatore degli ospiti, Forzino, era oggi il suo esordio), che da parte dei padroni di casa, tra cui spiccano il capocannoniere della juniores, Baldissarro, Griffo e l’esordiente Nicita. 
Pronti, via e le cose si mettono subito bene per i padroni di casa che sbloccano immediatamente il risultato con Giovanni Avarello, che approfitta di una palla persa dallo Sporting Club per portare in vantaggio i suoi. Neanche il tempo di rimettere la palla al centro ed è Clemente a recuperare palla e ad involarsi verso la porta avversaria per firmare il 2 – 0. Dopo questo avvio shock i coriglianesi provano a reagire, ma lo sforzo messo in campo non porta al goal. Al 24′ arriva il tris del Bovalino, con Pipicelli che va a segno (per la prima volta in Serie C1) per la terza gara consecutiva. Prima del rientro negli spogliatoi c’è ancora spazio per il 4 – 0, siglato da Avarello che sfrutta un rimpallo favorevole ed insacca con un facile tap in. 
La seconda frazione non si apre meglio per lo Sporting Club, che dopo un solo minuto subisce il 5 – 0 ad opera di Baldissarro, che sigla la sua quarta rete in campionato. La partita prosegue con occasioni da un lato e dall’altro, e con gli juniores di entrambe le squadre che cercano di sfruttare l’occasione e mettersi in mostra. Al 59′ gli ospiti avrebbero l’occasione di accorciare su calcio di rigore, che viene inizialmente realizzato, ma l’arbitro annulla in quanto non aveva ancora fischiato; la ripetizione dell’esecuzione ha esito opposto, con il giovane Errante che respinge il tiro, nonché il tentativo di ribattuta a rete. Nulla può però l’estremo difensore di casa un minuto dopo, quando il classe 1996 Forzino, all’esordio, trova il goal che fissa il punteggio sul 5 – 1.
Nel post-partita, da segnalare le dichiarazioni dell’allenatore dello Sporting Club Corigliano, Busa, che ci tiene a ringraziare il Bovalino per l’ospitalità mostrata quest’oggi.