Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Tiro a Volo – Barillà: “Voglio vincere ancora. Indimenticabile l’incontro con il Papa”

Tiro a Volo – Barillà: “Voglio vincere ancora. Indimenticabile l’incontro con il Papa”

L’International Shooting Sport Federation ha Ufficializzato la nuova classifica di tiro a volo a conclusione degli eventi che si sono svolti nell’anno 2014. Per il reggino Nino Barillà un piazzamento di prestigio a livello mondiale con il quarto posto conquistato su 101 doppiettisti, il gradino più alto del podio, invece, nel panorama nazionale. Un anno indimenticabile per il giovane atleta di Villa S. Giuseppe che nel Double Trap di Granada si è collocato al secondo posto nella classifica mondiale, alle spalle dell’americano Richmond. Nino Barillà ha già in tasca la carta olimpica per la partecipazione ai Giochi estivi 2016 che si disputeranno a Rio de Janeiro ed a conclusione di un 2014 straordinario.

“Un 2014 indimenticabile. Il successo più importante certamente quello del Mondiale in Spagna dove ho conquistato il secondo posto, quindi medaglia d’argento individuale e la vittoria a squadre insieme ai compagni Dispigno e Gasparini, dove si è riusciti ad eguagliare il record mondiale. In questo lungo ed intenso percorso, ho partecipato a tre prove di Coppa del Mondo ottenendo dei buoni piazzamenti ed acquisendo il diritto a partecipare alla finale di Coppa del Mondo con la conquista di un buon settimo. Un anno ricco di soddisfazioni e molto impegnativo sul piano della preparazione, duro lavoro e tanta fatica ma ben ripagata. L’ultima classifica stilata dall’International Shooting Sport Federation mi colloca al quarto posto, ma ho avuto la soddisfazione di raggiungere anche la seconda posizione. Rimango il primo degli italiani e questo mi gratifica molto.
Tra i grandi appuntamenti del 2014, impossibile dimenticare quello del 19 dicembre, con la visita a Papa Francesco presso la Basilica di San Pietro. Davvero emozionante, indimenticabile, non è una cosa che capita tutti i giorni.
A conclusione di un anno ricco di appuntamenti e successi, permettetemi di ringraziare la Marina Militare, il comandante Tiscione, il Maresciallo Turco, il Capo Del Corso e tutta la caserma del Comsubin, la federazione nella figura del presidente, il Senatore Luciano Rossi ed il Ct della Nazionale Italiana Mirko Cenci e ovviamente tutti gli sponsor che saranno con me anche per i prossimi due anni”.