Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley Soverato, è crisi nera: anche Piacenza passa al “Palascoppa”

Volley Soverato, è crisi nera: anche Piacenza passa al “Palascoppa”

La crisi è certificata in casa Volley Soverato. E’ buio pesto per la squadra del presidente Matozzo che perde ancora in casa anche contro la Bakery Piacenza che adesso si trova a meno due dalle calabresi. Il Soverato, dopo un primo set lottato e il secondo vinto, si è smarrito completamente. Non ci sono più scusanti per il team di Chiappafreddo che è in campo ha chiaramente fatto intravedere più situazioni non felici. Troppo discontinuo il gioco di Roani e compagne che forse accusano anche qualche problema fisico. Un’altra grande delusione per il pubblico di Soverato. Eppure, la gara era ampiamente alla portata per le ioniche; Piacenza di certo non è una squadra irresistibile ma è stata solamente più reattiva, pronta e vogliosa di vincere. Sfuma così, la qualificazione alla coppa Italia e il primo obiettivo per la squadra di Chiappafreddo fallisce. Veniamo al match. Le padrone di casa del Soverato si schierano con il consueto sestetto che vede la diagonale formata da Smutna e Minati, al centro la coppia Travaglini e Frigo, Roani e Aluigi in banda con Paris libero. Il neo acquisto Hannah Werth segue le sue nuove compagne dalla tribuna; risponde coach Pistola per Piacenza con Cambi al palleggio e Gioia opposto, al centro Giuliodori e Moretto, in banda Viganò e Saguatti con libero Cecchetto. Dopo un avvio equilibrato, sono le ospiti di coach Pistola ad allungare sul 4-9 con il primo time out chiesto da coach Chiappafreddo. La Bakery Piacenza è avanti 7-12 al tempo tecnico di sospensione, dimostrandosi pungente in attacco con Viganò. Al rientro in campo, le emiliane riescono a mantenersi sul più cinque (11-16) con le locali che tentano di riagguantarle. Mini break delle calabresi che si portano sul 13-16 costringendo coach Pistola a chiamare time out. Un attacco fuori di Piacenza e un bel punto di Roani, riportano Soverato a ridosso delle avversarie, 15-16. E’ parità 17-17 con nuovo tempo chiesto dagli ospiti. Al rientro, Soverato si porta sul 19-17, ma Piacenza è sempre in gara e non molla la presa. Sul 21-20 errore di rotazione delle biancorosse che regalano così la parità alle ospiti. Parità 22-22 e gara vibrante con punti che pesano da entrambe le parti. E’ per Soverato con punto di Aluigi il primo set point, 24-23 con il “Pala Scoppa” una bolgia. Errore al servizio di Minati e nuova parità, si va ai vantaggi. Muro di Frigo e nuova palla set per le locali che sciupano nuovamente con Roani che viene murata. Anche la terza occasione sfuma e punteggio di 26-26; sul 27-26 in battuta entra Bacciottini per Smutna ma la giovane sbaglia. Nuovamente in campo la regista titolare. Attacco ospite fuori e quinta opportunità per Soverato che si vede ancora annullare il punto. Errore di Aluigi e arriva il primo set point per Piacenza che però viene annullato da Aluigi. Anche la seconda occasione per le ospiti sfuma e il tabellone segna 30-30. Set interminabile e nuova parità 32-32. Alla fine è Do Carmo per le emiliane a chiudere 32-34 sfruttando così i numerosi errori del Soverato.

Nel secondo set, dopo un avvio equilibrato, sono le padrone di casa ad allungare, portandosi sul 12-9 al tempo di sospensione. Soverato continua ad avere qualche punto di vantaggio e sul 17-13 coach Pistola chiama time out. Piacenza non molla e si riporta a meno tre dalle calabresi, 20-17. Muro di Frigo e nuovo allungo 23-18 con il set in dirittura d’arrivo per le locali che chiudono 25/19 con un muro di Aluigi.

Ad inizio terzo set, le padrone di casa sembrano avere la meglio e, al tempo di sospensione, conducono 12-9 ma il match è sempre aperto. Sul 13-12 in campo Bacciottini per Smutna e, poco dopo entra anche Gili per Aluigi e Burduja per Minati; tanti errori al servizio in questa fase del match e sul 16-16 di nuovo in campo Minati e Smutna nel Soverato. Con Gili fuori si ricompone il sestetto titolare nelle biancorosse con le ospiti avanti 17-18. Allungo ospite 18-20 e tempo chiesto dal Soverato che sembra un po’ fermo sulle gambe. Errori su errori delle ragazze di Chiappafreddo e Piacenza ringrazia portandosi sul 20-23. Tre palle set per le ospiti che si vedono annullare la prima con tempo chiesto questa volta da coach Pistola. Al rientro fast di Giuliodori e set che va alle emiliane, 21/25.

Nel quarto set, sul 3-0 in campo la giovane Bertone al posto del capitano Travaglini. Soverato si addormenta e le emiliane ne approfittano ribaltando il punteggio e portandosi sul 4-8. In campo le giovani Bacciottini e Burduja. Al tempo di sospensione la Bakery conduce 8-12. Le ospiti allungano 9-14 e il Soverato in campo è fermo, non riuscendo a reagire. Tenta di riaprire le ostilità il team di casa che si porta sul 17-20 ma è solo un illusione, perché Viganò e compagne allungano di nuovo 18-22, intravedendo il successo. La Bakery chiude meritatamente a proprio favore la partita vincendo il parziale 21/25 con palla in tribuna da parte di Aluigi. Scoramento e delusione sul volto di tutti. Qual’ è il problema? Chi si sarebbe aspettato a questo punto del campionato un Soverato in zona retrocessione? Sicuramente nessuno!

VOLLEY SOVERATO 1
BAKERY PIACENZA 3

PARZIALI SET: 32/34; 25/19; 21/25; 21/25

VOLLEY SOVERATO: Bacciottini, Paris (L), Travaglini 3, Roani 9, Aluigi 13, Bertone 2, Minati 20, Gili, Frigo 9, Burduja, Smutna 5. Coach: Mauro Chiappafreddo.
BAKERY PIACENZA: Viganò 19, Fiesoli, Rocca ne, Cecchetto (L) 1, Giuliodori 15, Do Carmo 3, Saguatti 13, Cambi 2, Fava ne, Moretto 8, Ferretti 5, Gioia 9. Coach: Andrea Pistola.
ARBITRI: Guarneri Roberto di Messina Pecoraro Sergio di Palermo.
Durata set: 39′,24′,29′,27′ Tot 1h59′
Muri: Soverato 16, Piacenza 14. Battute Soverato: aces 0, errori 8. Battute Piacenza: aces 2, errori 13.