Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: lo straordinario 2014 della Planet Basket

Basket: lo straordinario 2014 della Planet Basket

bIl network della Sfy Planet Basket Catanzaro si appresta a cominciare, con serena consapevolezza e grande voglia di crescere, un 2015 da protagonista del parquet. I primi giorni del nuovo anno sono sempre i più adatti per programmare e pianificare, con i migliori propositi, il futuro. Ma sono anche quelli durante i quali si riflette su quanto si è fatto e su gli obiettivi raggiunti dalla squadra giallorossa e da tutto un ambiente giovane ed appassionato che sta già collezionando grosse gratificazioni. La stagione appena trascorsa, conclusa con il passaggio in serie B, ha testimoniato un cammino eccezionale per gli atleti giallorossi della pallacanestro, i quali hanno innalzato il nome della città di Catanzaro ben al di là dei confini regionali. Dalla brillante esperienza nella Coppa Italia di categoria alle fulgide affermazioni nella DNC, la prima parte del 2014 è stata piena di soddisfazioni e di gioie, culminate con lo storico salto di categoria. Una serie cadetta conquistata con un roster interamente fatto in casa, la forza di ripresentarsi ai nastri di partenza del campionato di serie B con il medesimo obiettivo di puntare sui propri giovani cresciuti in casa, rappresentano un vanto per il capoluogo calabrese. Dopo un’estate di pianificazione e la conferma degli uomini più rappresentativi della squadra, l’annuncio del ritiro dal basket giocato di Andrea Cattani è un momento estremamente emozionante per tutti gli appassionati della palla a spicchi. L’eterno capitano giallorosso appende le scarpe al chiodo per indossare la giacca da dirigente, e proprio in questa veste potrà occuparsi ancora di più ed a tempo pieno del settore giovanile, autentico vanto dei giallorossi. L’onere e l’onore di sostituire un’atleta così carismatico è stato assegnato ad Andrea Scuderi, degno erede sia sul piano tecnico che su quello umano. Conferme arrivano in panchina, dove coach Tunno si rivela di gara in gara come la vera e propria arma in più per il quintetto catanzarese. Il coach di casa, ben affiancato da Antonio Ceroni, trasmette ai propri ragazzi qualità indiscusse ed una grinta proverbiale, dimostrando di essere un allenatore di grande qualità. Il rientro alla base di Davide Naso, Pasquale Battaglia, Mattia Zofrea e Nicolas Morici, sancisce il completamento della squadra nel segno di quel legame indissolubile che lega i giocatori alla città dei tre colli. I confermati Yande Fall, Giacomo Sereni, Gianluca Carpanzano, Simone Ippolito insieme al nuovo capitano Andrea Scuderi, compongono una squadra che brilla sin dalla palla a due del nuovo campionato. Purtroppo la stagione comincia con una notizia drammatica. A pochi minuti dalla prima partita, improvvisamente viene a mancare uno degli artefici della splendida cavalcata giallorossa in DNC. La scomparsa del dott. Adriano Marani, CEO del main sponsor della passata stagione “Assitur”, è un duro colpo per tutta la dirigenza ed ogni singolo giocatore, ma rappresenta un motivo in più per far bene e dare tutto in campo. I tifosi, scossi dalla notizia, si stringono subito intorno ai propri beniamini, proprio come una grande famiglia, ed insieme – stretti in un sodalizio intenso – possono cominciare un torneo atteso, riconquistato con il sudore sul campo da un gruppo di ragazzi terribili, amici e fratelli prima che compagni di squadra, figli e beniamini della propria città. La serie B si dimostra un palcoscenico esigente, gli avversari sono ostici, ma la cattiveria agonistica di Scuderi e compagni regge bene l’urto con la categoria, dimostrando come tutte quelle belle parole che hanno accompagnato la crescita del gruppo giallorosso fossero aderenti al vero. Qualche sconfitta arriva, come è naturale che sia, ma sono molto più rumorose le vittorie, come l’ultima dell’anno, quella giunta contro ogni pronostico contro la corazzata Palermo, rivale sempre presente da un anno a questa parte. Ed allora lo spumante per brindare al nuovo anno può essere stappato, con un segreto velo di malinconia ripensando alle persone speciali che ci hanno abbandonato durante questa grande cavalcata, ma con gli occhi furbi e vispi a fissare nuovi orizzonti, per una grande storia ancora tutta da scrivere ed un futuro che si profila sempre più luminoso. Anche in questo 2015 le aquile giallorosse proveranno a spiccare il volo nei cuori dei loro tifosi ancora prima che in classifica, in un legame che rappresenta il vero segreto per la vittoria più bella e durevole, fondamentale per continuare a crescere insieme.