Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: Salinis incontenibile, per lo Sporting Locri addio final Eight

Calcio a 5: Salinis incontenibile, per lo Sporting Locri addio final Eight

In una vera e propria bolgia la Salinis batte lo Sporting.
Inutili le doppiette di Beita e di capitan Capalbo. Pugliesi alle Final Eight.

 

Salinis – Sporting Locri:  8-4 (1° pt. 4-1)   (andata 1-2)

Marcatori: 2’23” pt Mansueto (SA), 6’47” pt Martinez (SA), 10’26” pt C. Pezzolla (SA), 13’44” pt Mazzuocco (SA), 15’30” pt Capalbo (SL), 4’32” st Mansueto (SA), 8’28” st Ziero Lunelli (SA), 11’26” st e 13’08” st Beita (SL), 15’46” st Mansueto (SA), 17’05” st Capalbo (SL), 18’21” st Caputo (SA)

Salinis: 1) Munoz 88) Caputo 6) Fernandez 22) Mansueto 7) Ziero Lunelli  A disposizione: 11) Mazzuoccolo, 5) C. Pezzolla, 28) Borracino, 3) Martinez 10) M. Pezzolla, 14) Bonasia, 2) Dicuonzo  All: D’Ambrosio

 Sporting Locri: 23) Modestia 11) Rovito 9) Sabatino 7) De La Vega Beita 10) Capalbo ©  A disposizione: 5) Borello 19) Ierardi 8) Marino 28) Liuzzo 1) Ceravolo  All: Ferrara

Ammoniti: Pezzolla (S), Marino (SL), Ceravolo (SL), Borello (SL)

 

Non ce l’ha fatta lo Sporting, che fino all’ultimo aveva cullato il sogno qualificazione alle Final-eight di Coppa Italia.
A negare la gioia alle ragazze di Salvatore Ferrara la Salinis, formazione di tutto rispetto, non a sorpresa tra le prime otto d’Italia. Il gol di vantaggio portato in dote da Locri non ha vita lunga; infatti, bastano due minuti e ventitre secondi alla Mansueto per siglare la rete che porta le Pugliesi in vantaggio, sia nella gara, che nel computo totale delle marcature al fine della qualificazione.

Lo Sporting sapeva di doversi confrontare contro una squadra molto forte, soprattutto sapeva che avrebbe giocato in una vera e propria bolgia, contro tutto e tutti, e purtroppo le ragazze non hanno retto la pressione della gara, capitolando per altre tre volte nei successivi undici minuti. Infatti, grazie alle reti di Carolina Martinez, della Pezzolla e di Barbara Mazzuoccolo, le pugliesi allungano facendo chiaramente intendere quanto fosse importante la qualificazione. Nonostante il quattro a zero, abbiamo comunque visto uno Sporting caparbio, che ha dimostrato di volersi giocare questa qualificazione, una squadra che ha lottato con le unghie e con i denti ma che si è dovuta arrendere, ancora una volta, a qualche episodio non proprio fortunato, come nel caso dei due pali colpiti quando la gara era ancora ferma sull’uno a zero, prima con un palo-palo di Beita e poi con la traversa del capitano Gigia Capalbo. Prima della ripresa le locresi trovano finalmente la rete, al quindicesimo, grazie alla marcatura di capitan Capalbo. La rete rianima le ragazze amaranto che vanno negli spogliatoi determinate a cambiare la partita.

Nella ripresa lo Sporting prova a fare la gara; parte con Ceravolo in porta (che torna a giocare dopo un mese), Beita, Rovito, Capalbo e Sabatino, gioca anche la carta del portiere in movimento con Borello mister Ferrara, alla fine però non riesce ad essere più di tanto pericolosa, anzi si subisce anche una rete, e allora ci si riprova con quintetto provando a riaprire la gara più volte, ma oggi, di fronte c’è un Salinis che non sbaglia quasi nulla.

E’ Beita la più pericolosa tra le fila amaranto, la spagnola, dopo le reti della Mansueto e dalla Ziero Lunelli che avevano portato la gara sul 6-1, segna una doppietta che regala un’ulteriore illusione alle compagne. Le pugliesi giocano, però, un asfissiante pressing sul portatore di palla e induce, spesso e volentieri, lo Sporting all’errore; errori che costeranno le ultime due reti della Salinis che chiude la gara con la terza rete della Mansueto e quella di Renata Caputo. In mezzo Gigia Capalbo sigla un’inutile doppietta, con la partita che termina con un netto e perentorio 8-4.

Da sottolineare un dato curioso, all’andata il Salinis ha colpito quattro pali, in questa gara di ritorno lo Sporting Locri ha colpito quattro pali e una traversa.

Complimenti comunque al Salinis per la qualificazione e alla società per tutta l’organizzazione e l’ospitalità ricevuta.

Per lo Sporting niente Final Eight, ma comunque le ragazze non potranno allentare la pressione visto che già martedì 6 Gennaio riprenderà il campionato, lo Sporting dovrà continuare a dimostrare di essere una squadra di prima grandezza nel panorama del futsal italiano.