Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: che carattere questo Sporting Locri, Salinis battuto

Calcio a 5: che carattere questo Sporting Locri, Salinis battuto

Il Salinis passa in vantaggio, ma poi si deve arrendere al ritorno delle locresi che grazie ad un uno-due Sabatino-Rovito conquistano un’importante vittoria. Rotour match sabato prossimo a Margherita di Savoia

 

Sporting Locri – Salinis: 2-1 (1t. 1-1)

Marcatori: 11’pt Caputo (S), 14’30’’ pt Sabatino (SL), 3’ st Rovito (SL)

 

Sporting Locri: 23) Modestia 11) Rovito 8) Sabatino 7) De La Vega Beita 10) Capalbo © A disposizione: 5) Borello 13) Sgrò 14) Todarello 19) Ierardi 8) Marino 28) Liuzzo All: Ferrara

Salinis: 1) Munoz 3) Martinez 6) Fernandez 14) Bonasia 7) Ziero Lunelli A disposizione: 11) Mazzuoccolo, 5) C. Pezzolla, 28) Borracino, 88) Caputo, 10) M. Pezzolla, 22) Mansueto, 2) Dicuonzo All: D’Ambrosio

Ammoniti: Ziero Lunelli (S)

 

 

Una prova di carattere maiuscola ha permesso allo Sporting Locri di avere la meglio sulla formazione pugliese arrivata a Locri consapevole delle sue forze e ben diretta da mister D’Ambrosio.

L’andata dello spareggio play-off per accedere alle final eight di Coppa Italia, si apre con un primo tempo in cui hanno fatto la partita le rosanero, le ragazze amaranto hanno saputo soffrire tenendo botta alla forza fisica con il gioco e con una grande Alessia Modestia che si conferma in grandissima forma

Al decimo del primo tempo arriva il gol, siglato dal bomber Caputo, brava in acrobazia di sinistro a trovare un angolino nella porta di Modestia, il Locri però non demorde e prova diverse sortite offensive, ma è sempre il Salinis a spingere maggiormente sull’acceleratore, grandissima però Alessia Modestia, brava a tenere lo Sporting in partita.

Al quindicesimo però grande contropiede per il Locri, Beita serve in velocità Borello sulla fascia che di prima intenzione trova Sabatino al limite dell’area che con una giocata manda controtempo il portiere Munoz e sigla la rete del pareggio facendo letteralmente saltare tutti dalla panchina. Gol che forse mina le certezze delle ospiti, e pian piano il Locri si prova ad affacciare più volte dalle parti del portiere spagnolo.

Il primo tempo si conclude sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa lo Sporting Locri entra in campo con un piglio diverso, la formazione di Ferrara capisce che forse la miglior difesa è l’attacco e quindi inizia a fare la partita con un produttivo possesso palla. Al terzo della ripresa Rossana Rovito trova il jolly grazie ad un tiro di sinistro dalla distanza e manda in estasi il pubblico giunto a Locri siglando la rete del 2-1.

Capalbo & compagne capiscono che è il momento di forzare, di spingere maggiormente ma le conclusioni delle varie Beita e Sabatino non sortiscono gli effetti sperati. Mister D’Ambrosio spinge le sue ad un pressing più alto, ma il Locri fa girare bene la palla e gestire palloni che scottano molto bene facendo diventare quasi inoperosa Modestia nel secondo tempo se non solo per qualche intervento di routine. Nel finale Beita prova una magia sul un calcio di punizione dal limite, ma Fernandez strozza l’urlo del gol salvando la palla sulla linea di porta. A pochi secondi dal termine il Salinis prova l’arrembaggio ma il Locri tiene e porta a casa una vittoria molto importante per il morale e per la tutta la squadra.

Si inizia ad intravedere un gioco diverso, che si adatta alle nuove caratteristiche della squadra, mister Ferrara ha preparato molto bene la partita dal punto di vista tattico dando alle sue le giuste indicazioni, mentre il preparatore atletico Capocasale e il preparatore dei portieri Campo sono riusciti a far alzare il livello prestazionale delle proprie con un accurato lavoro certosino.  Adesso, c’è ancora tanto da fare, siamo solo a metà dell’opera, a Margherita di Savoia si partirà dallo 0-0, in vantaggio di un gol potrebbe dire tanto ma è poco, quindi niente calcoli, si va a Salinis per giocarci faccia a faccia la qualificazione.

In settimana lavoro particolare per preparare tutti insieme la trasferta di sabato 3 nella tana delle pugliesi. Altro fattore importante è il ritorno, anche se per il momento solo nella lista delle convocate, di Giusy Ceravolo dopo l’infortunio, il lavoro di recupero è stato fatto alla grande e ora si aspetta solo il suo rientro in forma, ma con tranquillità, visto che quest’anno il Locri ha 3 portieri di grandissimo spessore, Ceravolo, Liuzzo e Modestia.

 

 

 

Le Interviste

 

 

Ferdinando Armeni (DG Sporting): “Faccio un plauso a tutte e tutti per lo spirito messo in campo in questa gara, rimanere uniti nelle difficoltà è la vittoria più importante, e oggi da squadra siamo riusciti a vincere una partita importantissima sia per il morale che per il risultato in se. Crediamoci perché si può fare, ma tutto dipende da noi. A Margherita di Savoia ci siamo già stati, troveremo sicuramente una bella bolgia, fatto che sicuramente ci caricherà maggiormente perché queste sono le partite che vogliamo giocare. Abbiamo delle caratteristiche importanti, dobbiamo solo pensare ad esse per vincere. Approfitto inoltre per fare gli auguri a tutti per un buon 2015. Forza Sporting Locri”.

 

Mister Ferrara: “E’ stata una partita tosta, il Salinis si conferma un’ottima squadra, già all’andata ci avevano impressionato, hanno delle giocatrici importanti sia dal punto di vista atletico che dal punto di vista fisico e soprattutto ben messe in campo. Abbiamo giocato un tempo ciascuno, loro nel primo tempo hanno fatto un’ottima gara, ci hanno fatto soffrire, poi nella ripresa siamo usciti fuori alla grande e siamo riusciti a imporre il nostro gioco. Per quanto riguarda il ritorno siamo coscienti che andremo a giocare in una bolgia, con solo un gol di vantaggio, di sicuro dobbiamo andare in Puglia per giocarcela a viso aperto, senza temerle, e alla fine la squadra migliore approderà alle Final Eight”