Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Lega Pro – Equilibrio in testa, Reggina staccata all’ultimo posto

Lega Pro – Equilibrio in testa, Reggina staccata all’ultimo posto

Una giornata alla conclusione del girone di andata, un anno che si conclude con la Salernitana in testa alla classifica del Girone C di Lega Pro. Secondo pronostico, nelle parti alte della graduatoria, si confermano quasi in blocco tutte le formazioni che ad inizio stagione venivano accreditate come favorite per il salto di categoria. Alle spalle infatti dei granata, troviamo il Benevento, squadra che da diversi anni investe moltissimo sul mercato, fallendo, però, l’obiettivo promozione. I giallorossi appaiono formazione parecchio attrezzata e danno l’impressione di poter essere la prima antagonista della capolista. Forza e organico di spessore per la Juve Stabia, al terzo posto, ma anche tante occasioni sprecate per avere qualche punto in più in classifica. Tra le squadre che hanno al momento deluso le aspettative sicuramente il Catanzaro. Spese di una certa portata affrontate dal presidente Cosentino per allestire una rosa altamente competitiva, un inizio esaltante, poi la crisi, l’esonero di Moriero, l’arrivo di Sanderra e risultati ad intermittenza. Dopo un sorprendente avvio, brusca frenata della Vigor Lamezia, mentre in grande risalita il Barletta di Marco Sesia. Bene anche la Paganese di Sottil, cambio tecnico utilissimo al Cosenza che con Roselli ha decisamente cambiato marcia. A fatica Messina, Ischia e Savoia, mentre l’Aversa Normanna, proprio in occasione dell’ultimo turno, ha guadagnato vantaggio sulla Reggina, ultima in classifica ed in profonda crisi di gioco e risultati. Per gli amaranto la storia è arcinota, sette sconfitte consecutive, il terzo cambio tecnico ed una situazione che appare di complicatissima risoluzione.