Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5: Serie B, il punto sulla 11° giornata

Calcio a 5: Serie B, il punto sulla 11° giornata

Cataforio – Real Team Matera  3 – 2
Marcatori: Durante (C), Marcianò (C), Praticò (C), 2 Dall’Onder (M)

Pratico Pasquale

Dopo la sconfitta patita sul campo del Sant’Isidoro la scorsa settimana, il Cataforio riprende la sua marcia, superando per 3 – 2 il Real Team Matera tra le mura amiche a pochi secondi dal termine, grazie ad una rete che ha destato più di una protesta da parte dei lucani.
Dopo le prime battute di gara molto tattiche il ritmo inizia ad alzarsi e le occasioni iniziano ad arrivare sia da una parte che dall’altra. Il buon possesso palla mantenuto dai calabresi viene premiato dalla rete dell’1 – 0, che è un vero e proprio eurogoal di Durante, che con un tiro al volo a incrociare sugli sviluppi di un calcio d’angolo trafigge l’estremo difensore del Matera. I lucani reagiscono e trovano il goal dell’1 – 1 con Dall’Onder. Lo stesso pivot dei lucani si ripete al 14′, portando in vantaggio i suoi. Il Cataforio prova a reagire prima della pausa, ma al riposo è ancora il Matera a mantenere l’1 – 2.
Al rientro in campo la squadra di Venanzi sembra aver smaltito i postumi della seconda rete ospite e si mette a macinare gioco, trovando con un bello schema finalizzato da Marcianò il punto del 2 – 2. La partita si accende sempre di più, con occasioni da un lato e dall’altro e le due squadre che non ci pensano nemmeno ad accontentarsi del pareggio. L’occasione più grande ce l’hanno gli ospiti, ma Paviglianiti è fondamentale nel respingere il tiro libero concesso dagli arbitri quando mancano quattro minuti al termine. A novanta secondi dal termine il Matera sfiora ancora la terza rete, ma trova sulla sua strada una miracolosa scivolata di Cilione che mantiene il risultato in parità. Partita che sembra destinata a concludersi con il segno “X”, ma a quindici secondi dal termine accade che il secondo arbitro, sugli sviluppi di un’azione d’attacco dei padroni di casa, assegni la rimessa dal fondo in favore del Real Team Matera; il primo arbitro inverte la decisione del suo collega, concedendo il calcio d’angolo al Cataforio. Tuttavia, i giocatori lucani non si avvedono di questa modifica e la squadra di casa sfrutta tale distrazione, servendo Praticò che tutto solo in mezzo all’area non può proprio sbagliare il pallone del 3 – 2. I lucani provano l’ultimo assalto con il portiere di movimento, ma il Cataforio rincula il tentativo e può festeggiare la conquista di altri tre punti.

Futsal Melito – Ares Mola  3 – 5
Marcatori: 2 Creaco (M), aut. D’Ecclesis, 2 Satalino (A), La Coppola (A), Garofalo (A), Ferdinelli (A)

Creaco Angelo

Dopo la preziosa vittoria ottenuta sul campo del Nissa la scorsa settimana, il Futsal Melito non riesce a ripetersi ed esce sconfitto per 3 – 5 dal confronto con l’Ares Mola. Poco male, in ogni caso, per la squadra di mister D’Arrigo, che vede tutte le dirette concorrenti per la salvezza sconfitte e dunque ancora distanti tre punti.
La prima occasione del match è per l’Ares Mola, con Garofalo che lascia partire un bel diagonale sul quale Manti è attento. Al 4′ sono però i padroni di casa a trovare il vantaggio, con Creaco che finalizza al meglio un contropiede ed insacca l’1 – 0. Qualche minuto dopo i calabresi avrebbero anche l’occasione per raddoppiare, ma il palo salva De Simone. Passa qualche minuto e l’Ares pareggia il conto dei pali, con Garofalo che coglie il legno della porta di Manti. La partita si mantiene vivace ed al 12′ sono ancora i padroni di casa ad avere l’occasionissima, ma De Simone salva alla grande su Labate. L’errore in fase di finalizzazione viene punito sul ribaltamento di fronte, in occasione del quale Lacoppola trova il pareggio. La gioia dura poco però per gli ospiti, che vanno di nuovo sotto a causa dell’autorete di D’Ecclesis. Al 18′ l’Ares Mola trova il 2 – 2 con Ferdinelli che serve Garofalo che non fallisce la chance del pareggio. Prima del rientro negli spogliatoi è ancora De Simone ad ergersi a protagonista, con una gran parata su tiro di Creaco.
Al rientro dalla pausa gli ospiti trovano subito il 2 – 3 con Satalino. Passa appena un minuto e Manti deve superarsi su Garofalo per evitare il doppio svantaggio. La risposta del Melito è affidata al solito inarrestabile Creaco, che salta Antonazzo e lascia partire un gran tiro, ma il suo urlo di gioia è ancora una volta strozzato in gola dal palo della porta di De Simone. L’appuntamento con il goal è rimandato solo di pochi secondi per l’attaccante reggino, che servito da Nelo insacca la sua seconda rete di giornata. Le emozioni di questo avvio di ripresa arrivano una dopo l’altra e lo spettacolo ne guadagna. La risposta dell’Ares al pareggio calabrese arriva con Ferdinelli, che coglie la traversa. Al 25′ i pugliesi trovano il 3 – 4, con Ferdinelli che finalizza l’assist di Garofalo. Tornati avanti, gli ospiti provano ad abbassare i ritmi forsennati del match, rischiando però poco dopo il 30′ su una palla persa da Antonazzo, che consente a Creaco di sfiorare la tripletta. A un paio di minuti dalla fine i padroni di casa provano la carta del portiere di movimento, ma la mossa viene subito punita, perché Satalino recupera palla nella sua area e mette dentro il 3 – 5. All’ultimo minuto il Melito avrebbe l’occasone di accorciare su tiro libero, che viene però fallito dai calabresi.

Futsal Cisternino – Fata Olimpia  9 – 2
Marcatori: Oliva (FO), Campolo (FO)

Oliva Fabrizio

La Fata Olimpia viene travolta per 9 – 2 dal Futsal Cisternino, che con i tre punti odierni si mantiene in vetta alla classifica a braccetto con il Sammichele.
Calabresi che riescono a reggere alla forza d’urto dei padroni di casa durante la prima metà della frazione, ma poco dopo il 10′ capitolano, subendo la rete dell’1 – 0. Sbloccato il punteggio, il Futsal Cisternino sfrutta il momento propizio per mettere una seria ipoteca sulla partita, siglando altre tre reti che gli consentono di andare al riposo sul 4 – 0.
Nella seconda frazione il copione non cambia, con i padroni di casa che fanno la partita e gestiscono il punteggio, non consentendo alla Fata Olimpia di rientrare in partita nemmeno quando mister Romeo prova a giocare la carta del portiere di movimento. A poco valgono le reti per i calabresi di Oliva e Campolo.Cisternino che aumenta il divario tra sé e gli avversari, chiudendo la contesa sul 9 – 2.

Sammichele – Kroton 6 – 4
Marcatori: 1′ De Mello (S), 14 Gonzalez (S), 18′ Gonzalez (S), 25′ Giuliani (S), 28′ Gonzalez (S), 31′ aut. Gonzalez (K), 33′ Martino P. (K), 35′ Zerbini (S), 36′ Tricoli (K), 39′ Arcuri (K)

Tricoli Kroton

Il Kroton esce sconfitto a testa alta dallo scontro testa-coda sul campo del più quotato Sammichele, che si impone per 6 – 4 sui pitagorici al termine di una partita dai due volti: prima frazione in cui hanno prevalso nettamente i pugliesi; ripresa in cui i calabresi hanno provato a dare il tutto per tutto per rientrare in partita, riuscendo comunque a diminuire il divario tra sé ed i padroni di casa.
Pronti, via ed il Sammiche è già in vantaggio, grazie al goal di De Mello che fa 1 – 0. Lo shock iniziale non disunisce il Kroton che nei seguenti minuti prova a tener testa ai padroni di casa, che al 14′ trovano comunque il raddoppio con Gonzalez. Passano altri quattro minuti ed è ancora Gonzalez ad andare in rete, siglando il 3 – 0 con cui si va al riposo.
Nella ripresa gli ospiti provano a fare qualcosa di più per riequilibrare la gara, ma vengono puniti al 25′ ed al 28′ dai goal di Giuliani e Gonzalez. Lo stesso Gonzalez continua ad essere protagonista della gara in tutti i sensi, siglando un’altra rete al 31′, ma questa volta nella porta sbagliata. Secondo tempo che continua ad essere scoppiettante ed in cui le reti non tardano ad arrivare. Al 33′ infatti è ancora il Kroton ad accorciare, con Pierpaolo Martino. Le distanze vengono ristabilite poco dopo da Zerbini, che porta il parziale sul 6 – 2. Nell’assalto finale gli ospiti riescono a trovare per due volte la rete, prima con Tricoli, al 36′, e poi con Arcuri, ad un minuto dal termine. E’ troppo tardi però per pensare ad una rimonta e sono i pugliesi a portare a casa i tre punti, rimanendo in vetta insieme al Futsal Cisternino a quota 27.

San Rocco Ruvo – Sant’Isidoro  2 – 1
Marcatori: Bucci (R), Ciliberti (R), Speciale (I)

Meta – Nissa  8 – 2
Marcatori: