Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5, per lo Sporting Locri tre punti e Final Eight di Coppa Italia

Calcio a 5, per lo Sporting Locri tre punti e Final Eight di Coppa Italia

Le locresi con la vittoria tutta cuore e sacrificio sul P5 Palermo trovano l’accesso matematico ai play di qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Negli interminabili minuti finali Alessia Modestia innalza la saracinesca e regala tre punti fondamentali alle compagne

Futsal P5 – Sporting Locri: 2-3 (1t. 1-2)

Marcatori: 2’28’’, 8’36” pt Capalbo (SL), 17’19’’pt Patti (P5), 5’50” st Sabatino (SL), 15’09’’ Puleo (P5)

Futsal P5: 22) Tuzzo, 19) Patti, 8) Abbasta, 4) Bruno, 15) Riccobono A disposizione: 1) Cannici, 6) Ravvolgi, 17) Ciriminna, 20) D’Amico, 5) Avella, 10) Puleo, 3) Spanò All: Orlando

Sporting Locri: 23) Modestia 4) Fragola 8) Marino 9) Sabatino 10) Capalbo © A disposizione:

19) Ierardi 13) Sgrò 5) Borello 28) Liuzzo All: Ferrara

E’ stata una battaglia ma alla fine ce l’ha fatta lo Sporting Locri a tornare da Palermo con i tre punti, in una gara importantissima, che decreta la qualificazione matematica per le locresi agli spareggi di accesso alle Final Eight di Coppa Italia che si svolgeranno a fine mese. Contro una diretta concorrente lo Sporting replica la prestazione di Stigliano e con una gara di grande sacrificio batte anche la formazione palermitana. Entra in campo convinto dei propri mezzi lo Sporting che nel primo tempo impone il suo gioco alle ragazze di mister Orlando riuscendo ad andare a rete due volte grazie a uno strepito uno-due di capitan Capalbo nei primi otto minuti di gara. Da lì in poi il P5 si butta in avanti, dapprima in modo disordinato, poi, nel finale, la reazione palermitana produce il gol che accorcia le distanze, al 17’ minuto, con Patti brava a trovare la rete che riapre la gara in vista della seconda frazione di gioco.

Il primo tempo si sarebbe potuto chiudere un punteggio più ampio per il Locri, ma i vari errori sotto porta di alcune atlete amaranto, hanno lasciato il punteggio soltanto sul 1-2.

Nella ripresa lo Sporting mette in campo un grandissimo cuore, la squadra di Ferrara non riesce a costruire gioco, per via del P5, bravo ad interrompere le varie trame di gioco e le ragazze di casa riescono ad arrivare davanti ad Alessia Modestia con più facilità. Al quinto della ripresa, Capalbo buca la difesa e serve ad Antonella Sabatino il gol del 3-1 per il Locri.

Il Locri cerca di gestire ma la pressione delle siciliane aumenta ancor di più nei minuti finali della gara, quando, grazie al portiere in movimento, le palermitane danno via ad un vero e proprio assalto alla porta locrese, creando almeno sei nitide palle gol, tutte magistralmente sventate da una Alessia Modestia che in una giornata strepitosa nega ripetutamente la gioia del gol a chiunque provi a batterla tranne a Puleo che in mischia in area trova la rete del 2-3 rinvigorendo le speranze delle casalinghe.  Brivido finale a 30 secondi dal fischio della sirena, stavolta è il palo a negare gioia del gol e pareggio. La vittoria è arrivata grazie a una buona prestazione, ma anche grazie, e forse soprattutto al grande cuore che le ragazze hanno messo in campo, che hanno stretto i denti e dimostrato di non mollare mai, e, che alla fine, escono dal Palaoreto giuste vincitrici.

Le dichiarazioni

Mister Ferrara: “Grandi Nikite, ci voleva tanto sacrificio per superare un buon P5 Palermo, ci aspettavamo una partita tosta in quanto noi valeva la sicurezza matematica per la qualificazione ai play off per l’accesso alla Final Eight e per le siciliane il coronamento di un bel sogno.

Primo tempo con buon possesso palla da parte nostra e con personalità abbiamo segnato due bei gol e almeno due tre li abbiamo sbagliati, loro si limitavano, facendolo anche molto bene, a delle ripartenze efficaci, ma hanno trovato in Modestia un muro invalicabile. Certo qualcosa ci manca sotto l’aspetto numerico, abbiamo una panchina corta e questo ci comporta una rotazione limitata e magari alla fine qualche nikita alla lunga non è lucidissima. In effetti nel finale abbiamo rischiato di subire il pareggio, comunque sottolineo il grande impegno delle nikite, che veramente hanno dato tutto… brave”.