Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Calcio a 5 – La Polisportiva Futura vince la Coppa Italia

Calcio a 5 – La Polisportiva Futura vince la Coppa Italia

Una finale che resterà nella memoria di tutti gli appassionati di Calcio a 5. Ad aggiudicarsela è la Polisportiva Futura grazie alla maggiore esperienza nell’affrontare queste importanti sfide ed alla grande compattezza di un gruppo di enorme qualità, bissando così la vittoria dello scorso anno. Uno spettacolo unico quello offerto dalle due finaliste in una Palaventi di Rossano gremito. La Sportiva Traforo dimostra di essere una squadra pronta per il salto di qualità tanto che la differenza di categoria non è stata visibile in campo. E’ stata una gara intensa, con repentini capovolgimenti di fronte e con le difese che hanno avuto buon gioco. A spezzare l’equilibrio ci pensa il solito Rappocciolo a due minuti dal termine della prima frazione di gioco con un gran tiro dalla distanza su cui Signorelli non può nulla. La ripresa parte con La Sportiva Traforo a cercare la rete del pari con insistenza, ma è la Futura ad andare vicina al raddoppio con Ecelestini. Dopo qualche minuto di assestamento, la Polisportiva Futura piazza un uno-due micidiale con Votano ed Ecelestini, mettendo più di una mano sulla Coppa Italia. La Sportiva Traforo tenta in tutti i modi di riprendere la gara, ma gli avversari si dimostrano più in palla. Mister Madeo le prova tutte, anche inserendo il quinto giocatore di movimento, ma la Polisportiva Futura tiene ed anche in questa finale riesce a mantenere la porta inviolata. I ragazzi di mister Alfarano alzano meritatamente la Coppa andando così alla fase nazionale. Nella finale femminile è il Cus Cosenza a festeggiare la vittoria grazie ad un finale al cardiopalma. Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, dove alla rete di Pellegrino risponde Pota, nella ripresa il gioco si fa più spettacolare ed avvincente. Rigitano porta in vantaggio il Cus con un gran tiro che si insacca all’incrocio dei pali, ma il Royal Team Lamezia reagisce bene e prima raggiunge il pari grazie a Pota e poi trova il vantaggio grazie ad un bel tiro dalla distanza di Leone. Sembra fatta per il Lamezia, ma in due minuti il Cus ribalta il risultato: Pellegrino si incarica di battere una punizione dal limite a due minuti dal termine e riesce a trovare l’angolino per il pari. Time out Lamezia, ripresa del gioco con palla che rotola verso l’area del Cus e sempre Pellegrino di prima intenzione riesce a trovare la parabola vincente che regala al Cus Cosenza la vittoria della Coppa Italia. Nella finalina di consolazione il Città di Paola supera il Bovalino C5 con due reti per tempo siglate da Sganga nella prima mezz’ora e da Metallo nella ripresa. Una Final Four che si conferma un format spettacolare e divertente, una splendida organizzazione messa in piedi dalla società La Sportiva Traforo.