Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – La Viola abbraccia gli studenti della provincia

Basket – La Viola abbraccia gli studenti della provincia

E’ iniziato il tour della Viola Basket Reggio Calabria nella provincia reggina. Dopo aver avviato un rapporto di collaborazione con diversi istituti della città, la società del presidente Giusva Branca ha deciso di creare una sinergia anche con alcune scuole di Rosarno e Gioia Tauro.

L’intento è quello di coinvolgere, nelle proprie attività, un territorio che si è dimostrato aperto ad ogni tipo d’ iniziativa della Viola Basket, la massima espressione cestistica calabrese, un punto di riferimento sportivo ma anche un’agenzia educativa volta a favorire la crescita non solo di atleti e futuri campioni ma soprattutto di uomini e cittadini.
La delegazione neroarancio, composta dal responsabile del settore giovanile Domenico Bolignano, dal capitano neroarancio Marco Ammannato e dai suoi compagni Marcos Casini ed Erik Rush con in testa il DS Gaetano Condello, ha fatto inizialmente tappa al Liceo scientifico ‘R. Piria’ di Rosarno.
Il liceo in questione, diretto dal dirigente scolastico Mariarosaria Russo, aspira a diventare in futuro una scuola superiore di secondo grado ad indirizzo sportivo forte del campo polivalente in suo possesso e delle due palestre in corso di costruzione. Presso l’auditorium del ‘Piria’ si è svolta la conferenza stampa di presentazione del protocollo d’intesa “Sport: una vita in movimento” siglato con la Viola, il Coni, la Reggina Calcio e il Circolo Tennis Gioia 1974.
Il documento ha come finalità la promozione e il sostegno di un percorso finalizzato allo sviluppo della personalità degli alunni nell’ottica di una scuola nuova che possa rispondere ai bisogni formativi in continua evoluzione, incoraggiando l’attività motoria attraverso l’organizzazione di momenti sul campo, stage e convegni.
Dopo i saluti iniziali e i ringraziamenti sono intervenuti il docente di educazione motoria Agostino Mercuri che riveste un ruolo preminente all’interno del progetto e la professoressa d’ inglese Saveria Violi, moderatrice dell’incontro.
Coach Bolignano si è detto molto contento dell’invito in una scuola “attiva – ha affermato – in una città che respira basket e che ha una squadra in C regionale formata da ragazzi del posto”. L’allenatore neroarancio ha inoltre illustrato le attività delle giovanili esortando i presenti ad avvicinarsi all’attività fisica, in particolare al basket, uno sport altamente aggregante e divertente.
La parola poi è passata ai giocatori che hanno raccontato, alla platea di studenti, i loro personali primi passi nel mondo della pallacanestro; hanno soddisfatto le curiosità dei ragazzi rispondendo alle loro domande e infine li hanno invitati ad assistere, gratuitamente, alla partita di domenica 7 dicembre contro Latina ala PalaCalafiore.
Per sancire inoltre il connubio tra sport, cultura e legalità, la società ha ricevuto in omaggio il libro “Medma Colonia di Locri Epizefiri” di Giuseppe Lacquaniti e l’olio della legalità prodotto dagli studenti rosarnesi e intitolato al giudice Rosario Livatino. La dirigente Russo, a sua volta, ha avuto in dono una t-shirt neroarancio che ha subito indossato tra gli applausi dei ragazzi.
Subito dopo la truppa reggina si è spostata in due scuole di Gioia Tauro. Nella prima, facente parte della Parrocchia di San Francesco e comprendente il Liceo linguistico ‘Giovanni Paolo II’ e la Scuola primaria e dell’infanzia ‘Giovanni XXIII’, ad accogliere l’iniziativa erano presenti, oltre agli studenti, il Rettore Mons. Albino Caratozzolo e il dirigente scolastico Ardissone il quale ha voluto sottolineare che i più piccoli sono stati già avviati al minibasket.
Anche qui, in un clima gioioso, l’auspicio è stato quello di ritrovare tutti i presenti sugli spalti già a partire dall’incontro contro la Benacquista.
L’ultima fermata è stata all’Istituto comprensivo I° ‘F. Pentimalli’ dove a fare gli onori di casa è stato il vicepreside Saverio Panuccio. In una palestra gremita e chiassosa, si è rinnovato il rito delle domande agli atleti, delle foto e dell’invito per la gara di domenica magari insieme ai genitori.
In tutte le scuole i giocatori sono stati travolti da tanto calore ed entusiasmo e gli stessi cestisti, sereni e sorridenti, si sono prestati per foto e autografi. L’augurio è che questo interesse ed affetto per i colori neroarancio da parte di tutti i ragazzi incontrati possa crescere sempre si più e possa essere riversato domenica dopo domenica all’interno del PalaCalafiore per creare quel legame necessario per raggiungere traguardi importanti.