Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley, per la Tonno Callipo una giornata di solidarietà da ricordare

Volley, per la Tonno Callipo una giornata di solidarietà da ricordare

 Per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia è ormai diventata una
consuetudine fissa, una tradizione della quale non si può più fare a
meno. Nel periodo pre-natalizio, da tre anni a questa parte, la società
giallorossa riceve l’affetto incondizionato di una cittadina calabrese
come tante. Una cittadina che fa della ospitalità e della genuinità il
proprio marchio di fabbrica. A circa tre quarti d’ora di macchina da
Vibo Valentia, percorrendo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria verso
Nord, ci si ferma a Rogliano, paese che dista pochi kilometri da Cosenza
e che rappresenta uno dei centri più importanti della Valle del Savuto.
Calore, entusiasmo, partecipazione: sono solo alcuni dei sentimenti che
trasudano all’interno della palestra dell’Istituto Comprensivo della
cittadina moglianese. Un fiume in piena di studenti che guarda con
attenzione e palpitazione all’ingresso in palestra dei propri beniamini.
La festa è qui, fatta di sorrisi e di volti felici, di colori e di
innumerevoli autografi e selfie con i giocatori e lo staff tecnico. A
farla da padrona è un uomo capace di trasmetterti, appena lo guardi
negli occhi, un entusiasmo pazzesco; lui è il Prof. Leonildo Russo,
grande appassionato di pallavolo, uno che alla domenica è sempre in
prima fila a vedere la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Uno che,
dopo aver presentato la squadra, attende l’arrivo del presidente Pippo
Callipo indossando la maglia del libero della squadra giallorossa.
Rogliano mostra tutto il proprio amore verso la società vibonese con la
gentile ospitalità del dirigente scolastico Aldo Trecroci e con la
presenza del Dirigente dell’Atp Cosenza (ex provveditorato agli studi)
Luciano Greco. Si inizia di mattina presto; alla palestra di Rogliano è
in arrivo un personaggio molto noto e amato. Jack Sintini varca le porte
dell’istituto e racconta la sua storia di vita agli studenti. Con il suo
carisma e con la sua abilità comunicativa, tocca i cuori dei presenti;
lo fa rievocando, peraltro, una data molto importante per lui: era,
neanche a farlo apposta, il 3 dicembre 2011 quando Jack inizia l’auto
trapianto di midollo osseo per guarire dalla terribile malattia che lo
aveva colpito. Poi arrivano i compagni di squadra, il mister Fefè De
Giorgi e il presidente Pippo Callipo. E’ un bagno di folla, impreziosito
anche da elementi culinari di alto lignaggio che raffigurano la bontà
dell’eno-gastronomia calabrese. C’è la ricotta e ci sono i formaggi
dell’agriturismo “La locanda dei cocomeri” di Montalto Uffugo, c’è il
vino del Consorzio Vini Calabria Citra rappresentato dal suo direttore
Gennaro Convertini (direttore dell’enoteca regionale di Cosenza). C’è
anche la bontà culinaria e la squisitezza del pane prodotto dal
panificio di Cuti, rinomato pane di Rogliano, abbinato alla simpatia e
alla competenza della Sig.ra Pina Oliveti, membra dello staff del
Panificio di Cuti. Ma non finisce qui, perché la gente di Rogliano ci
sorprende con i doni natalizi e con i bellissimi presepi costruiti dalla
“Keramos”, Ceramiche tradizionali di Rogliano. La cittadina roglianese
conferma, dunque, la propria innata ospitalità nei confronti della
nostra realtà imprenditoriale e sportiva e il presidente Pippo Callipo e
la società giallorossa sono orgogliosi del rapporto di profonda stima ed
amicizia che si è instaurato con i cittadini di Rogliano.
LE INTERVISTE
Il presidente Pippo Callipo: “Il racconto di Jack Sintini deve servire
da stimolo ai ragazzi. Ma deve servire anche in nome della mia
associazione Io resto in Calabria. Io ho augurato ai ragazzi di aver la
possibilità di poter dire, io resto in Calabria. La forza di dire, io
studio, io lavoro per poter dare un apporto allo sviluppo della nostra
regione. Oggi è una giornata dedicata al sociale anche con l’amichevole
a scopo benefico di Cosenza; la pallavolo deve servire a divulgare
questo sentimento”.
Il dirigente Atp Cosenza, Luciano Greco: “E’ una giornata da ricordare
perché celebriamo lo sport e una storia di sofferenza, quello del nostro
amico Giacomo Sintini. Celebriamo una giornata di vita vissuta, dobbiamo
essere grati a Giacomo e dobbiamo continuare a vivere giornate di sport
e giornate in cui si racconta la vita delle persone”
Il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Rogliano, Aldo
Trecroci: “Lo sport nella scuola ha una funzione fondamentale; quella di
insegnare ai ragazzi il rispetto delle regole, il sacrificarsi per
raggiungere un obiettivo, il gioco di squadra. Sono insegnamenti
importantissimi per la vita. La lezione di altruismo di Giacomo Sintini
è stata molto importante per gli studenti, per tutti noi”
Il Prof. di Scienze Motorie, Leonildo Russo: “Sensazioni uniche,
meravigliose in mezzo a tanti ragazzi che apprendono con silenzio e
garbo. La scuola deve educare i ragazzi ad ascoltare. Credo che oggi sia
stato lasciato un grande segno nel cuore dei ragazzi. Grazie al
presidente Pippo Callipo, è meraviglioso vederlo con il suo splendido
sorriso entrare ogni volta nel nostro palazzetto di Rogliano”
Trascorrono poche ore e prosegue il viaggio della squadra verso Cosenza.
Ad attendere Forni e compagni l’amichevole contro la compagine del
Gruppo Vena Cosenza. Un’amichevole di beneficenza organizzata con il
patrocinio delle due società a sostegno dell’Atc (Associazione Tumori
Calabria) rappresentata dal presidente Gabriele Talarico. Si gioca
all’interno dello storico Pala Ferraro di Via Popilia davanti ad una
discreta cornice di pubblico e per una giusta causa in favore della
solidarietà verso coloro che hanno avuto tanta sfortuna nella vita.
Anche in quest’occasione il protagonista indiscusso, dentro e fuori dal
campo, è stato Jack Sintini. Il palleggiatore giallorosso ha ricevuto a
fine partita il premio come miglior giocatore: l’Atc Calabria ha voluto
con questo gesto ricordare la memoria di Otello Nudo, personalità che ha
dato tanto alla pallavolo calabrese e morto di recente. Per la cronaca,
la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ha sconfitto Cosenza con il
punteggio di 0-3. Coach De Giorgi ha dovuto fare a meno dell’opposto
Gavotto fermo ai box, ma ha recuperato il centrale Paoli. Per il posto
tre trentino uno scampolo di partita nel quarto set supplementare
giocato dalle due squadre. Di seguito, le interviste e il tabellino:
Giacomo Sintini: “Sono contentissimo per la giornata. Abbiamo trascorso
una bellissima mattinata a Rogliano, abbiamo entusiasmato un paese
raccontando la mia storia e giocando a pallavolo con i ragazzi.
L’amichevole di beneficenza qui a Cosenza per la lotta contro i tumori
sapete bene quanto piacere possa farmi. Sono contento della mia
prestazione in partita, abbiamo lavorato bene. Oggi poi è stato un
giorno speciale perché proprio tre anni ho fatto l’auto trapianto di
midollo osseo. Sono grato a tutti e dico a tutti quelli che si trovano
in una situazione come la mia di non perdere la speranza”
Il Supervisore Generale Michele Ferraro: “E’ stata una giornata molto
piacevole, siamo abituati a trascorrere delle giornate in giro per la
nostra regione. Rogliano è ormai una tappa obbligata da tre anni perché
abbiano un legame molto stretto. Siamo stati accolti in maniera
entusiasmante non solo dagli studenti, ma anche dai cittadini che ci
hanno omaggiato di numerosi doni. Stasera a Cosenza abbiamo partecipato
con piacere all’amichevole di beneficenza, un atto che abbiamo fatto
verso una causa molto nobile nei confronti dell’Associazione Tumori
Calabria. E poi ritornare qui a Cosenza è sempre un piacere e
reincontrare vecchi amici ed avversari”. Domenica si va ad Alessano:
“Mi aspetto una partita difficile come tutte le altre partite. La Serie
A2 è un campionato molto difficile. Dobbiamo abituarci a questo tipo di
campionato e mi preme sottolineare il fatto che la nostra squadra non è
la squadra da battere. Ci sono squadre ben attrezzate come noi, è un
campionato aperto nel quale la nostra squadra gioca al pari delle altre.
Nelle partite più dure abbiamo perso 7 punti e sono veramente tanti. Ciò
ci fa capire le difficoltà di questo campionato. Dobbiamo abituarci a
soffrire”
GRUPPO VENA CONAD COSENZA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 0-3
(17-25, 14-25, 22-25)
GRUPPO VENA CONAD COSENZA: Cannistrà 7, Aprea 2, Rizzuto (L2), Civita 3,
Fontana 2, Astarita 9, Mirabelli, Guerrazzi, Piluso, Smiriglia 4, Zito
(L), Testagrossa 7. Allenatore: Del Federico
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Medic 19, Sintini 2, Korniienko
11, Cesarini (L), Marchiani 1, Korzenevics 5, Forni 4, Vedovotto 19,
Zanuto 13, Sardanelli (L2), Paoli 1, Feroleto, Presta 6. Allenatore: De
Giorgi
ARBITRI: Piluso e Stancati di Cosenza
Nella foto, squadra, staff tecnico e dirigenziale della Tonno Callipo
Calabria Vibo Valentia insieme ai dirigenti scolastici dell’Istituto
Comprensivo di Rogliano